Cerca e trova immobili

CANTONE/SVIZZERA«Gli ambientalisti sabotano l'agricoltura»

13.12.23 - 15:39
Dura presa di posizione dell'Associazione svizzera per la protezione del territorio dai grandi predatori (APTdaiGP Svizzera)
Foto Deposit
«Gli ambientalisti sabotano l'agricoltura»
Dura presa di posizione dell'Associazione svizzera per la protezione del territorio dai grandi predatori (APTdaiGP Svizzera)

BELLINZONA - «L'Associazione svizzera per la protezione del territorio dai grandi predatori (APTdaiGP Svizzera) critica fortemente i ricorsi presentati dalle organizzazioni ambientaliste contro la regolamentazione dei lupi ordinata dai Cantoni. Questi ricorsi si fanno beffa delle preoccupazioni delle regioni interessate, della sicurezza della popolazione e degli interessi dell'agricoltura». Inizia così la dura presa di posizione che l'associazione affida a un comunicato per portare alla luce gli effetti dei ricorsi contro i piani di regolazione preventiva dei lupi.

«Con questi ricorsi le associazioni ambientaliste silurano una legge elaborata politicamente e democraticamente dal Parlamento federale, contro la quale non avevano volontariamente lanciato un referendum e che consente una regolamentazione equilibrata del numero di lupi - si legge nella nota - la situazione attuale in diversi Cantoni svizzeri, in particolare nei Grigioni, nel Ticino e nel Vallese, dimostra chiaramente che la regolamentazione degli effettivi deve essere attuata immediatamente e senza ulteriori ritardi. I ricorsi presentati - argomentano - distruggono tutti gli sforzi e tutte le decisioni degli attori politici responsabili, vale a dire il Consiglio federale, il Parlamento federale, nonché i servizi e i Consigli cantonali e di Stato».

Per APTdaiGP Svizzera, «i ricorsi presentati peggiorano la situazione nelle regioni interessate e dove la popolazione di questi centri abitati desidera agire e garantire la propria sicurezza. Una parte dell’agricoltura, che contribuisce in modo decisivo alla preservazione e alla promozione della biodiversità attraverso il mantenimento dei paesaggi rurali, rischia di scomparire dalla scena con una simile procedura».

Scompariranno «anche molte altre specie animali e vegetali protette dalla Convenzione di Berna. L'abbandono di queste superfici avrà come conseguenze imboschimenti, smottamenti, colate detritiche, frane, valanghe ed altri pericoli imminenti dovuti ai danni provocati dal maltempo che saranno devastanti e causeranno milioni di franchi alla collettività pubblica». Questi pericoli - scrivono dall'associazione - non avranno un impatto solo sull’agricoltura ma in modo ancora più forte sul settore del turismo e anche su molte altre infrastrutture nei settori privato e pubblico».

Per questi motivi, «considerata l'importanza delle questioni in gioco, l'associazione chiede al Tribunale amministrativo federale di revocare immediatamente l'effetto sospensivo, per consentire ai Cantoni di attuare questa necessaria regolamentazione dei lupi».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

il saggiatore 6 mesi fa su tio
A prescindere da come la si pensa sull'argomento, i ricorsi, che le associazioni ambientaliste hanno comunque il diritto (!) di proporre, sono diretti non contro la legge, e nemmeno contro la relativa ordinanza, come sembrerebbe sostenere l'APTdaiGP, bensì contro la decisione dell'Ufficio federale dell'ambiente, che ha autorizzato l'abbattimento dei lupi.

littli 6 mesi fa su tio
VIVA IL LUPO VIVO ORA E PER SEMPRE OVUNQUE E DOVUNQUE. NB MIO PENSIERO PERSONALE NON FACCIO DI NESSUNA ASSOCIAZIONE.

Tiago 6 mesi fa su tio
Pensateci un attimo. Un gruppo di persone si sono unite in un’associazione che vuole proteggere « il territorio » dai grandi predatori (farebbe già ridere così), quando invece sono proprio esso che potrebbero regolare naturalmente gli eccessi di selvaggina …

Fabvan 6 mesi fa su tio
Come può esistere un discorso che sostiene che il lupo, regolatore naturale alla cima della catena alimentare dei nostri boschi Svizzeri, sempre stato presente, faccia male alla natura? Nel senso che la natura non sa quello che fa? Ma smettetela non fa neanche senso... Lasciate in pace queste sacre creature. Piuttosto pensate allo schifo che fate con le vostre mucche, capre geneticamente selezionate, che null'altro sanno fare che farsi mangiare e riempire tutti di emme e sono la causa principale delle contaminazioni del terreno e dell'ambiente.

Simulator 6 mesi fa su tio
Dimenticavo…un agricoltura così importante che il 70 % è invenduto per prezzi assurdi e ogni giorno si buttano tonnellate di verdure in Svizzera…agricoltura molto apprezzata!!! Colpa del lupo…

Dylan Dog 6 mesi fa su tio
Risposta a Simulator
4/5 degli allevatori campano di sussidi, quindi li paghiamo ancora noi! Ha ragione Simulator!

Dylan Dog 6 mesi fa su tio
Lunga vita al lupo ❤️🐺❤️

Factotum 6 mesi fa su tio
Sabotate pure, tanto siete in pochi!

Simulator 6 mesi fa su tio
La fine del mondo per colpa del lupo!!! Ma smettetela di raccontare frottole, la verità è ben diversa, il lupo rimane protetto.punto. ma visto che tanta gente ama imbracciare i fucili solo per divertimento, la verità che il problema non il lupo ma un economia che va a rotoli, ma chi va a comprare prodotti costosi quando abbiamo 1/3 della povertà del popolo!!! state facendo una crociata contro dei lupi…andate a fare le crociate a Berna per questioni e problemi veri!!!

Gentlemen 6 mesi fa su tio
Ambientalisti, animalisti perlopiù di colore rosso e verde in perenne fuga dal lavoro, stanno rovinando la nostra società. Bisogna evitarli e fare in modo che non accedano a cariche pubbliche, altrimenti sarà la fine della nostra Svizzera.

Pensopositivo 6 mesi fa su tio
Risposta a Gentlemen
Io eviterei lei, che di gentleman non ha niente... Solo pregiudizi!

Mal 6 mesi fa su tio
Si vabbe'. Pero quando si tratta di fare disinformazione e terrorismo mediatico su ogm o agricolutura tradizionale allora gli ambientalisti ci piacciono, perche' mangiare sui contributi al bio non ci fa schifo. La sagra degli impresentabili.
NOTIZIE PIÙ LETTE