Cerca e trova immobili

SVIZZERA/CANTONEEcco cosa cambia per i viaggiatori con il nuovo orario dei treni

27.11.23 - 10:09
In Ticino introdotti nuovi collegamenti regionali supplementari per rispondere alla domanda crescente del traffico pendolare.
Tipress
Ecco cosa cambia per i viaggiatori con il nuovo orario dei treni
In Ticino introdotti nuovi collegamenti regionali supplementari per rispondere alla domanda crescente del traffico pendolare.

BERNA/LUGANO - Tra i disagi di collegamento tra nord e sud della Svizzera dovuta al parziale utilizzo della galleria di base del San Gottardo, ancora in fase di ripristino a causa dell'incidente avvenuto lo scorso 10 agosto, e con i treni sempre più pieni (ricordiamo che il numero di viaggiatori sui treni delle FFS non è mai stato così alto come nel 2023), c'è posto anche per le novità per quanto riguarda il nuovo orario. Bisogna fare una premessa che non farà contenti i viaggiatori: nei prossimi anni i cantieri ferroviari aumenteranno ancora - «un’infrastruttura così intensamente utilizzata necessita di manutenzione affinché i treni continuino ad arrivare a destinazione in modo sicuro e puntuale» spiegano le FFS - e come se non bastasse, nel 2024 i lavori si intensificheranno anche nei Paesi confinanti. Quindi tutto ciò potrà causare un aumento dei tempi di percorrenza e maggiori cambi di treno per i viaggiatori.

Vediamo innanzitutto cosa accade sul fronte ticinese a partire dal prossimo 10 dicembre. Sono tre gli aspetti da tenere in conto:

1. A partire dal cambio orario entrerà in servizio la nuova stazione di Minusio, che sarà servita dai collegamenti regionali TILO S20 e RE80. Questo renderà ancora più interessante l’offerta ferroviaria nella regione di Locarno per i pendolari e per i viaggiatori del tempo libero.

2. I viaggiatori in Ticino potranno approfittare di nuove connessioni mattutine infrasettimanali. Un collegamento TILO S10 dal Mendrisiotto sarà prolungato fino ad Airolo e un collegamento TILO S40 circolerà da Varese proseguendo come RE via tratta di montagna del Monte Ceneri fino a Giubiasco. Il collegamento TILO S30 delle 05.40 da Luino e quello delle 17.04 da Cadenazzo circoleranno fino a Bellinzona e viceversa, anziché solo fino a /da Cadenazzo.

3. Infine, i collegamenti TILO S90 tra Giubiasco e Mendrisio via tratta di montagna del Monte Ceneri torneranno a circolare con cadenza semi oraria, garantendo nuovamente le coincidenze a Giubiasco.

Traffico nazionale
Inizialmente, con il cambiamento d’orario era prevista l’introduzione della cadenza semi oraria continua attraverso la galleria di base del San Gottardo. Dato che l’esercizio è limitato in seguito al deragliamento di un treno merci avvenuto il 10 agosto 2023, l'introduzione della cadenza semi oraria è posticipata fino a quando non sarà ripristinata la normale circolazione nella galleria. A partire dal cambiamento d’orario, dal venerdì sera alla domenica sera, 31 treni attraverseranno la galleria di base del San Gottardo.

Traffico internazionale

In futuro, tra Zurigo e la capitale bavarese circolerà un treno aggiuntivo al giorno in entrambe le direzioni, garantendo quindi un collegamento ogni due ore. Dal 24 novembre 2023 circoleranno 13 collegamenti InterCity diretti tra Zurigo e Stoccarda: non sarà più necessario cambiare a Singen.

Collegamenti verso l'Italia
Nesuna novità per quanto riguarda i collegamenti tra il Ticino e MIlano. Chi si aspettava maggiori corse serali o notturne resterà deluso. L'ultimo treno in settimana che rientra in Ticino resta quello delle 21.43. Il sabato resta quello delle 22.43. Poi più nulla. Disagi sono invece previsti per chi dalla Svizzera utilizza la linea del Sempione, a causa del fatto che nei prossimi anni verrà ampliato il corridoio di quattro metri tra Domodossola e Milano, a vantaggio del trasporto merci transalpino. Di conseguenza, si dovrà ridurre per diversi anni l’offerta sull’asse del Sempione. Per tutto l’anno, dal lunedì al venerdì, circolerà un treno in meno in entrambe le direzioni tra Basilea‒Berna‒Milano e Ginevra‒Briga‒Milano. Nei giorni feriali transiteranno quindi sei treni al giorno in ogni direzione, mentre nel fine settimana l’offerta resterà invariata con otto treni.

La tratta Arona‒Stresa resterà chiusa al traffico ferroviario dal 9 giugno all’8 settembre 2024. Saranno soppressi i treni EuroCity tra Domodossola e Milano. Al loro posto circoleranno autobus sostitutivi, che tuttavia implicano tempi di percorrenza maggiori e dispongono di una minore capacità.

Dal 9 al 30 agosto 2024 sarà chiusa la sezione Iselle–Domodossola sulla tratta Briga–Domodossola. Circoleranno treni navetta tra Briga e Iselle e autobus sostitutivi tra Iselle e Domodossola e tra Domodossola e Milano. Anche in questo caso aumentano i tempi di percorrenza e si avrà una minore capacità.

COMMENTI
 

Arturo1954 3 mesi fa su tio
cambiano orari,ma sempre in PEGGIO: Le peggiori ferrovie al mondo.

Voilà 3 mesi fa su tio
Sono tornato ieri sera da Zurigo e il ritorno è stato un po' più veloce che all'andata... 15 minuti circa in meno. Con uno dei nuovi treni si sentono meno le curve del Gottardo e la galleria del Ceneri è stata attraversata a 217 Km/h.

rubinuvi 3 mesi fa su tio
Che i xxxxxxxxxxx treni che hanno e continuano a circolare nella vecchia galleria del Gottardo a doppio binario circolano treni dal 1882?

gp46 3 mesi fa su tio
Che per i 31 treni che faranno circolare in galleria il fine settimana la sicurezza non sia garantita, lo vogliamo scrivere o non si puo' ? Treni che teoricamente possono trasportare piu' di 1000 passeggeri, e il pulmino d'evacuazione a Faido ha la capienza di 17 (!!) posti........
NOTIZIE PIÙ LETTE