Cerca e trova immobili

LUGANOTram-treno, nasce una nuova società per realizzare il progetto

07.11.23 - 12:23
A dirigerla l’ingegnere Alberto Del Col, con 25 anni di esperienza in Alp Transit
Admin
Tram-treno, nasce una nuova società per realizzare il progetto
A dirigerla l’ingegnere Alberto Del Col, con 25 anni di esperienza in Alp Transit

BELLINZONA - Il progetto Tram-treno del Luganese - che ha l’obiettivo di connettere il basso Vedeggio, il Malcantone e il centro città - va avanti ma cambia guida. Non più il Cantone, ma una nuova società - la Rete Tram-treno del Luganese SA, figlia di Flp - costituita ad hoc per l’operazione. 

Alla guida della nuova società è stato nominato l’Ing. Alberto Del Col che, in oltre 25 anni di esperienza in Alptransit, ha diretto i lavori per la realizzazione del tunnel del Ceneri, maturando un’esperienza straordinaria in progetti infrastrutturali ferroviari. «Si tratta di un'operazione che ha punti in comune con il lavoro fatto in Alp Trnasit - ha detto - Subito studieremo tutti i dettagli per capire i passi da fare con urgenza. Attualmente non è possibile dare informazioni sui tempi ma cercheremo di rispettare quanto stabilito in origine», ha detto.

A lui dunque il compito di creare e dirigere la squadra necessaria ad affrontare i prossimi passi che condurranno al vero e proprio inizio dei lavori. Innanzitutto, la firma delle convenzioni che libereranno i finanziamenti per ca. 295 milioni garantiti dalla Confederazione, per poi procedere con la progettazione esecutiva e le procedure espropriative.  

La nuova società avrà il compito di organizzare e dirigere i lavori di tutte le componenti della nuova linea: delle tratte Bioggio-Manno e Bioggio-Lugano Centro, degli interventi sulla linea esistente Bioggio-Ponte Tresa, dei park-bike&ride previsti, nonché della nuova officina delle FLP.

«Quanto realizzato fino a oggi da Flp - dice Roberto Citterio, Presidente del CdA Ferrovie Luganesi SA (FLP) - sarà ovviamente mantenuto.  Adesso con questo cambio si spera di accelerare i tempi.  Per quanto fatto fino a oggi si può evidenziare la sostituzione dei vecchi convogli con i nuovi tram che hanno una lunghezza fino a 40 metri e 2.40 larghezza che consentirà di circolare in città e estendersi anche fuori. Si tratta di convogli di ultima generazione e silenziosi. Oggi la cadenza è di 15 minuti, con il nuovo sistema si punta a scendere a 10 minuti e sul tratto Bioggio - centro Lugano sarà anche meno».

Il governo della nuova realtà è affidato a un Consiglio di Amministrazione di grande solidità, costituito da Sabrina Aldi, che assumerà la carica di Presidente, Alex Farinelli, Paolo Beltraminelli, Riccardo De Gottardi e Matthias Neuenschwander:

«Il 3 novembre è stata costituita la Rete Tram-treno del Luganese SA (RTTL) - ha detto il presidente Sabrina Aldi - figlia di Flp al 100% che ne è azionista unica».

Il percorso verso la realizzazione della Rete tram-treno del Luganese «procede lungo i binari e il sogno di una migliore mobilità tra il Basso Vedeggio, il Malcantone e la città di Lugano è oggi un po’ più vicino», ha detto Claudio Zali, Direttore del Dipartimento del territorio.

Per concludere è stata ricordata la significativa diminuzione delle opposizioni al progetto, passate dalle 115 presentate al momento della pubblicazione del progetto definitivo alle attuali 5 . Una riduzione resa possibile dal lavoro di conciliazione svolto negli ultimi mesi dai tecnici cantonali che, attraverso un centinaio di incontri, hanno cercato di accogliere le varie richieste degli opponenti. «La portata delle 5 opposizioni rimanenti, ora a livello di ricorsi presso il Tribunale amministrativo federale, non è tale da far pensare che avranno un impatto significativo sull’avanzamento del progetto», chiude Zali.

 

COMMENTI
 

vulpus 3 mesi fa su tio
Ma che pasticcio è mai questo? Ora che è stata creata una nuova società figliastra della FLP, il governo con un colpo di mano ha tagliato fuori la confederazione. In primis come al solito quando appare il grosso lavoro , arrivano gli affamati e specialisti. La FLP è stata indiziata di incapacità di gestire questo cantiere. Il cantone da orami troppi anni ci ha messo le mani e non è ancora giunto a concordare i ricirsisti. La confederazione forte del capitale che investirà ha fatto la voce grossa, temendo qualche flop. Conseguenta, la creazione della nuova società , arrivo dei politioci cadregai. Ma il cantone , offeso dal colpo di mano della confederazione ha spinto per una modifica del CdA della FLP , per aumentare la sua presenza. Qualcuno ha poi pensato di affermare che chi ha i numeri comanda. Ma quì dovrebbe essere che chi ci mette i soldi comanda, come buona regola. Progetto interessante, partito male e ancor più ingarbugliato.

F/A-19 3 mesi fa su tio
CSC ai tempi aveva assorbito LGV, provate ad immaginare dove lavora ora il responsabile di LGV, se dico USTRA è un’indizio? Quindi 2+2 fa 4?? Bene, abbiamo detto tutto. Buonanotte!!!

F/A-19 3 mesi fa su tio
CSC? Ancora??? Dopo i problemi imbarazzanti che ha avuto??? Qualcosa in USTRA non funziona!!!! Anzi....secondo quanto so io funziona tutto a meraviglia ma pare che qualche interrogazione in consiglio di stato e qualche inchiesta non hanno portato ai frutti sperati. Qui in ticino non ci si riesce proprio ad indignare, a Palermo certi scandali vengono puniti, qui si sorvola.

Voilà 3 mesi fa su tio
Ha diretto i lavori del tunnel del Ceneri... Dove i lavori di posa dei binari sono stati assegnati alla GCF controllata dalla mafia, che sfruttava gli operai sottopagandoli, non rispettando le ore di lavoro e minacciandoli...

Giangino 3 mesi fa su tio
Perché i soliti noti?

Giangino 3 mesi fa su tio
Ma è stata votata in CC o solo i soliti noti. Aummma Aumma

vulpus 3 mesi fa su tio
Altra società, altro CdA da intruppare i politici scontenti con il solito sistema. C'é da chiedersi cosa avrebbero potuto fare di più alla FLP, con il progetto imposto e bloccato da tante opposizioni.

angelina 3 mesi fa su tio
basta che si cominci

AnakinLogan 3 mesi fa su tio
Risposta a angelina
Questa di chiama MAFIA in salsa Ticinese! Basta leggere i nomi di chi è in CdA: vergogna!

Topino 3 mesi fa su tio
Una domanda: quando vedremo il tram-treno in città? 2030? ...... mi sembra già una scadenza molto ottimistica.
NOTIZIE PIÙ LETTE