Immobili
Veicoli

MAGGIALe faggete valmaggesi nel Patrimonio dell'UNESCO, ed è grande festa

19.09.22 - 15:43
Fotografia, musica e cibo hanno accompagnato la giornata.
Locarnese e valli
Le faggete valmaggesi nel Patrimonio dell'UNESCO, ed è grande festa
Fotografia, musica e cibo hanno accompagnato la giornata.

MAGGIA - È successo poco più di un anno fa. Le faggete delle Valli di Lodano, Busai e Soladino sono state iscritte sulla Lista del Patrimonio mondiale dell’UNESCO. In quell’occasione il riconoscimento è stato celebrato a porte chiuse, ma ieri l'evento è finalmente stato festeggiato in grande stile. 

L’evento è iniziato con la parte ufficiale, dove hanno preso la parola Carlo Ossola in rappresentanza dell’Ufficio federale dell’ambiente, Lorenzo Besomi per il Dipartimento del Territorio, Aron Piezzi quale presidente della Fondazione Vallemaggia Territorio Vivo e Christian Ferrari presidente del Patriziato di Lodano. Nei loro interventi i relatori hanno sottolineato l’eccezionalità del risultato ottenuto, ricordando che essere iscritti sulla Lista del Patrimonio mondiale significa appartenere alla geografia del superlativo, ossia essere annoverati tra i siti naturali più eccezionali della Terra.

L’insieme dei 94 elementi del bene seriale esibiscono infatti un esempio eccezionale dell’evoluzione ecologica e biologica postglaciale di ecosistemi terrestri, che ha caratterizzato un intero continente in modo globale ed unico nel suo genere.

Prima del pranzo offerto accompagnato dal gruppo musicale Ajelé, si è poi proceduto alla premiazione del concorso fotografico “Emozioni in faggeta”. La giuria, composta da Giovanni Casari, Marco Volken e Paolo Poggiati, ha premiato Nathalie Gehring nella categoria Paesaggi, Marella Turrini nella categoria Fauna selvatica e Sergio Cerini in quella dedicata al Mondo vegetale.

Nel pomeriggio gli oltre 400 presenti hanno potuto intrattenersi con diverse attività: dalla proiezione di alcuni brevi filmati e la visita all’infopoint allo spettacolo teatrale Humus di Moira Dellatorre, mente per i bambini erano presenti alcune postazioni coordinate dal Centro natura Vallemaggia. Nel nucleo del villaggio è stata poi allestita una mostra fotografica, che potrà essere visitata anche nel corso del prossimo mese.

NOTIZIE PIÙ LETTE