Cerca e trova immobili

CANTONE«Nuotare come una sirena stimola l'immaginazione»

10.06.22 - 06:33
Una gara di nuoto con pinne da sirena avrà luogo il 17-18 Settembre 2022 a Fiesch (VS).
Liam Attivissimo
«Nuotare come una sirena stimola l'immaginazione»
Una gara di nuoto con pinne da sirena avrà luogo il 17-18 Settembre 2022 a Fiesch (VS).
Tra le varie sfide ci sarà anche la raccolta di rifiuti in fondo alla piscina: «Bisogna essere sensibili all'ambiente».

LUGANO - Un nuovo evento sportivo tutto da scoprire sbarca in Svizzera. Oltre 80 sirene e tritoni si ritroveranno per la prima gara nazionale di Mermaiding allo Sport Resort di Fiesch (VS) il 17 e 18 settembre 2022. Si esibiranno in questo sport - riconosciuto nel 2019 dalla Federazione Svizzera di Sport subacquei - in varie discipline che uniscono grazia, performance e posa per promuovere un attività salutare.

Il rappresentante della Svizzera italiana all'evento Liam Attivissimo ci spiega meglio questo sport e l'evento che andrà in scena:

Di che cosa si tratta?
«Il Mermaiding consiste nel nuoto in apnea con l'utilizzo di una sola pinna che tiene i piedi e le gambe unite per facilitare i movimenti "da sirena". Questo sport è diventato famoso grazie alla diffusione via internet dei video di sirene e tritoni che si sfidano in velocità e apnea, o semplicemente in sfide di posa. L'ultimo grande evento è stato organizzato nel 2019 dove c'è stata anche una delegazione Svizzera che si è piazzata al secondo posto nella categoria "Adults Advanced"».

Perché avvicinarsi al mermaiding?
«Per far capire che lo sport non deve sempre essere serio o non giocoso, nuotare con la pinna da sirena serve a stimolare l'immaginazione e soprattutto divertirsi».

In Svizzera chi pratica il mermaiding?
«L'età media è intorno i 25-30 anni. Gli uomini sono decisamente molto meno delle donne e questo è un peccato perché, come la danza, è uno sport che ha molta grazia e movimento, ma uno sforzo fisico notevole. Mentre i bambini intorno ai 10 anni, solitamente iniziano con adulti che già svolgono questo sport, perché non bisogna sottovalutare le difficoltà come l'apnea o l'indossare una pinna».

Allo Swiss Merlympics ci saranno tanti ticinesi che parteciperanno?
«Per ora abbiamo già delle scuole a livello svizzero che parteciperanno, ma anche se esistono delle scuole di mermaiding in Ticino, non sappiamo se parteciperanno e sarebbe bello coinvolgerle anche per futuri eventi. Inoltre ci piacerebbe avvicinare anche il pubblico per far conoscere questo sport». 

Come si svolgerà la gara?
«Ci sarà la prova di velocità, di coreografia (come nel nuoto sincronizzato), salvataggio e la raccolta di rifiuti nel fondo della piscina poiché sirene e dei tritoni hanno un forte legame con il mare, bisogna essere sensibili alle tematiche ambientali».

Quali sono i vostri obiettivi?
«Prima di tutto riunire gli atleti di tutta la Svizzera, far sapere che esiste questa comunità e mostrare la passione che abbiamo per questo sport».

Quanto può costare la pinna?
«Ci sono pinne per i principianti che costano circa 50.- fr e si trovano anche nei grandi magazzini. Esistono anche in commercio pinne di alta gamma con materiale più resistente e molto più decorate con un prezzo che può arrivare fino a 500.- fr».

Chi sono gli atleti più bravi?
«In Svizzera la sirena di punta è Jessica Maag che è anche la nostra promoter internazionale dell'evento. Nel mondo c'è Ilaria Molinari che ha creato un'importante scuola in Veneto, la francese Claire che spopola nei social media e negli Stati Uniti e a Singapore ci sono tanti atleti che si esibiscono negli acquari o in ristoranti».

Ogni scuola di mermaiding che vuole partecipare può presentare al massimo sei atleti e dovranno essere accompagnati da un coach. Le iscrizioni sono aperte fino al 15 giugno.

Le iscrizioni sono aperte, tramite formulario digitale, fino il 15 giugno.

NOTIZIE PIÙ LETTE