Immobili
Veicoli

CANTONEUn 2021 brillante per il turismo ticinese

24.02.22 - 10:25
Il settore ha registrato un milione di pernottamenti in più rispetto al 2020. Ed è cresciuto anche rispetto al 2019
Tipress
CANTONE
24.02.22 - 10:25
Un 2021 brillante per il turismo ticinese
Il settore ha registrato un milione di pernottamenti in più rispetto al 2020. Ed è cresciuto anche rispetto al 2019
Tre città ticinesi si sono inoltre posizionate tra le prime quindici località elvetiche per numero di pernottamenti. Si tratta di Lugano, Ascona e Locarno.

BELLINZONA - Un 2021 brillante per il turismo ticinese. Con un totale di 2'934'445 pernottamenti alberghieri, il nostro cantone è stata la regione turistica svizzera che ha registrato il miglior aumento percentuale. Secondo gli odierni dati dell'Ufficio federale di statistica (UST), lo scorso anno si è infatti chiuso con un aumento del 51,8% - pari a circa un milione di pernottamenti in più - rispetto all'anno precedente. E i numeri sono cresciuti anche rispetto al 2019, l'anno pre-Covid: +27%. Per ritrovare cifre simili - si legge in una nota di Ticino Turismo - occorre tornare con lo sguardo a vent'anni fa: nel 2001 erano stati registrati 2'962'961 pernottamenti.

Gli ospiti confederati che hanno soggiornato in Ticino lo scorso anno sono aumentati del 24,6% rispetto all’anno precedente. «È senza dubbio soprattutto l’andamento del mercato svizzero che oggi ci permette di sorridere - commenta Angelo Trotta, direttore dell'organizzazione turistica - abbiamo di nuovo constatato una forte affluenza di ospiti sia dalla Svizzera tedesca che dalla Romandia, che già ci avevano premiati nella seconda metà del 2020». Un’indagine svolta sulla base del Ticino Ticket ha dimostrato che molti turisti sono ritornati in Ticino dopo il 2020. «Il nostro obiettivo era proprio quello di fidelizzare questi ospiti nel periodo legato alla situazione pandemica, e attirare nuovi target di visitatori». Sono infatti arrivati molti giovani e famiglie che hanno soggiornato per periodi più lunghi rispetto agli anni passati.

Tre destinazioni ticinesi nella top 15 elvetica - Dalle statistiche dell’UST emerge un altro dato interessante: ben tre città ticinesi si sono posizionate tra le prime quindici località svizzere per numero di pernottamenti. Si tratta di Lugano (8), Ascona (10) e Locarno (14). L’anno è stato caratterizzato anche da una ripresa dei mercati esteri, tra i quali alcuni che rivestono un ruolo importante per il Ticino: Germania, Francia, Benelux e Stati Uniti. «Dopo un anno difficile, il 2020, abbiamo iniziato da subito a investire su alcuni mercati prioritari - aggiunge ancora Trotta - i pernottamenti dai paesi esteri sono passati da circa 366'000 nel 2020 a oltre 507'000 lo scorso anno. Il 2021 sarà ricordato anche come l’anno dei record per quanto riguarda l’emissione e l’utilizzo del Ticino Ticket».

L'obiettivo per il 2022: «Superare del 10% il 2019» - Quali sono invece le previsioni per il futuro? «Per l'anno in corso - dice Trotta - il nostro auspicio è di superare di circa il 10% il risultato raggiunto nel 2019, prima della pandemia». Sul fronte dell'offerta, invece, il settore continuerà a puntare sulla nuova mobilità ticinese, ma anche sugli eventi e sul turismo business che hanno sofferto molto nell’ultimo biennio. Rivestiranno un ruolo centrale lo sviluppo di tutta l’offerta escursionistica con un’attenzione particolare al segmento “bike”, ma anche la sostenibilità e la digitalizzazione, con l’obiettivo di creare un ecosistema di servizi digitali integrato e all’avanguardia per l’ospite.

Vacanze nel proprio paese: in tutta la Svizzera 21 milioni di pernottamenti indigeni

Nel 2021 in Svizzera pernottamenti indigeni hanno superato la soglia simbolica dei 20 milioni (21,0 mio.), in seguito a un aumento del 27,9% rispetto allo stesso periodo del 2020. Questo livello storicamente alto rappresenta un incremento del 17,0% rispetto al 2019.

Per quanto riguarda invece la domanda straniera, quest'ultima è aumentata del 17,1% rispetto al 2020. Ma è in calo del 60,3% nel confronto con il 2019. La clientela straniera che ha contributo di più all’aumento registrato nel 2021 è stata quella europea (+828'000 pernottamenti; +13,7%) e in particolare quella tedesca (+369'000 pernottamenti; +16,5%), che in termini assoluti presenta l’aumento maggiore di tutti i Paesi di provenienza (Svizzera esclusa).

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO