Tipress
LUGANO
02.06.2021 - 15:040

La pandemia non investe Lugano: 1,8 milioni in positivo nel 2020

La Città stupisce con un risultato molto al di sopra di quanto preventivato.

Nonostante l'aumento dei costi legato alla crisi sanitaria, una serie di ricavi straordinari hanno salvato il consuntivo.

LUGANO - Meglio di quanto preventivato. Nell'anno della pandemia, la Città di Lugano fa registrare un avanzo di esercizio di 1,8 milioni. Un risultato al di sopra delle aspettative, comunica il Municipio, più alto di 4,4 milioni rispetto al preventivo 2020. 

Ricavi straordinari - Il raggiungimento di questa buona chiusura è riconducibile, chiarisce l'esecutivo della Città, oltre che alla rigorosa gestione delle risorse che ha permesso di contenere le spese di gestione corrente, a diverse voci di ricavo, parte delle quali non sono a carattere strutturale e sono da considerarsi eventi straordinari. Tra i più significativi il Municipio cita maggiori sopravvenienze d’imposta per 18 milioni; l'incasso, essendone la Città il maggiore azionista, di un dividendo straordinario dalla Casinò Lugano SA di 4,6 milioni; il versamento da parte di AlpTransit di un’indennità di 3.6 milioni, ottenuta nell’ambito della vertenza per i lavori eseguiti in galleria sul terreno di Villa Negroni; l'incasso di crediti da Campione d’Italia di 1.6 milioni; minori costi per il finanziamento del risanamento dei conti annuali del Cantone e maggiore partecipazione all’indennizzo per i maggiori oneri derivanti dalla riforma fiscale.

La pandemia in cifre - Le misure di risanamento finanziario messe in atto dalla Città a partire dal 2013 hanno permesso di contenere le ripercussioni negative sui conti determinate dagli effetti della pandemia e di poter operare anche in sostegno delle attività economiche più colpite dalle chiusure. Qui di seguito gli aspetti legati alla pandemia che hanno avuto un impatto negativo sulle finanze cittadine: la riduzione prudenziale del gettito di consuntivo di 25 milioni di franchi (15 sulle persone fisiche e 10 sulle giuridiche); l'assunzione di 1,1 milioni di costi vivi direttamente imputabili; la concessione di contributi e parziale rinuncia ad affitti e altre tasse d’utilizzo per 2,7 milioni complessivi;

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-12 17:02:11 | 91.208.130.85