Immobili
Veicoli
Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
1 min
Torna "Belli di Sera"
Stasera i negozi di Bellinzona terranno aperto fino alle 21.
CANTONE
3 ore
Ladri "elettrizzati" fanno incetta di bici (e di denunce)
Nei primi mesi del 2022 la Polizia cantonale ha ricevuto parecchie denunce per furti di biciclette.
LUGANO/BELLINZONA
9 ore
"Vestito nuovo" per l'escape in centro
Il progetto ticinese cresce e si espande. E dopo Zurigo arriva anche a Zugo e Lucerna
CANTONE
11 ore
Imposta di circolazione: i deputati accelerano
Firmato oggi in Commissione Gestione il rapporto di minoranza. Il Parlamento voterà a giugno
LUGANO / UCRAINA
13 ore
A Lugano «per ricostruire l'Ucraina»
All’evento sul Ceresio parteciperanno una quarantina di Stati e diciotto organizzazioni internazionali.
FOTO
BELLINZONA
14 ore
Inaugurato il nuovo impianto di filtrazione
Attivo già da otto mesi, il nuovo sistema dell'AMB ha reso più trasparenti le acque del fiume Ticino.
CONFINE/CANTONE
15 ore
Violentate e costrette a prostituirsi in Ticino. Tre arrestati
Gli uomini finiti in manette sono accusati anche di spaccio di droga.
CHIASSO
16 ore
Luganighetta e formaggelle: Street Food all'insegna del local
La manifestazione si terrà a Chiasso su Viale Volta tra venerdì 27 e sabato 28 maggio.
CANTONE
16 ore
Dove mettere il circo Knie?
Il consigliere comunale PPD Luca Campana interroga il Municipio per la ricerca di spazi adatti a ospitare gli spettacoli
CANTONE
17 ore
Pensionati del Cantone: «Decisione scandalosa»
Il Vpod promette un autunno "caldo" di proteste contro i tagli alle rendite
CANTONE
02.06.2021 - 14:180
Aggiornamento : 15:05

Il Molino scende in “Piazza Rivolta”, e scatta l'interpellanza

Undici deputati leghisti chiedono controlli alla frontiera per evitare una possibile escalation dei disordini

LUGANO / BELLINZONA - «Le nostre idee non si sgomberano». È con queste parole che il CSOA Il Molino dà appuntamento per la manifestazione di sabato 5 giugno, che avrà luogo alle 13.30 a Lugano «in Piazza Rivolta, fu Riforma». Una manifestazione annunciata nell'assemblea pubblica dello scorso lunedì e che rilancia «la mobilitazione a oltranza in risposta allo sgombero».

L'interpellanza: «Controlli in dogana» - E scatta subito l'interpellanza urgente della Lega (sottoscritta da undici deputati, con primo firmatario Alessandro Gnesa) al Consiglio di Stato per chiedere se «le dogane ticinesi rafforzeranno i controlli in entrata dall'Italia su suolo elvetico per evitare, o almeno contenere, una possibile escalation dei disordini che potrebbero verificarsi a Lugano».

Il timore degli interpellanti è che nell'ambito della manifestazione non autorizzata «frange estremiste, simpatizzanti del (ex) mulino provenienti dalla vicina Italia possano raggiungere il Ticino, e quindi Lugano».

Le raccolte firme - Nel frattempo lo “scontro” avviene anche sul web, dove negli scorsi giorni sono infatti state lanciate due raccolte firme. L'una in difesa dell'autogestione, che chiede al Municipio di Lugano di «rivedere la sua politica repressiva» impegnandosi a trovare «soluzioni concrete e accettabili». L'altra, promossa dal deputato leghista Stefano Tonini, vuole invece essere una manifestazione di solidarietà nei confronti del Municipio di Lugano e del sindaco Marco Borradori, dopo i fatti degli ultimi giorni.

Le domande al Consiglio di Stato

  1. Il Consiglio di Stato ha preso contatto con il Consiglio Federale per richiedere di rafforzare il controllo in entrata alla frontiera con l’Italia durante il periodo tra il 3 giugno e il 5 giugno?
  2. In merito alla pandemia COVID-19, l’Italia risulta essere un paese non a rischio, di conseguenza il CF non prevede delle disposizioni di prevenzione particolari (p.es. tampone negativo) in entrata nel nostro paese. Vista la possibile presenza massiccia di manifestanti provenienti da oltre confine, come valuta i rischi sanitari in relazione al COVID-19?
  3. È previsto di allestire posti di blocco alle uscite autostradali in direzione Nord per un controllo minuzioso dell’identità e richiedendo lo scopo della visita?
  4. È stata contattata la polizia ferroviaria per intraprendere maggiori controlli in entrata dall’Italia sull’identità e richiedendo lo scopo della visita?
  5. Vi è una forte probabilità che numerosi manifestanti possano provenire anche da oltre Gottardo. Sono previsti maggiori controlli anche per chi proviene da oltre Gottardo?
  6. Quanti agenti della polizia Cantonale e Comunale sono previsti per fronteggiare eventuali disordini? A quanto ammontano i costi di un dispiegamento così importante?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-25 09:27:29 | 91.208.130.89