CANTONEEcco cosa cambia dal 5 aprile per chi viaggia in treno

31.03.21 - 11:56
Con l'introduzione dell'orario definitivo i collegamenti fra i poli del cantone saranno più rapidi e frequenti.
Ti Press
Ecco cosa cambia dal 5 aprile per chi viaggia in treno
Con l'introduzione dell'orario definitivo i collegamenti fra i poli del cantone saranno più rapidi e frequenti.
Potenziata la nuova tratta RE80. Introdotta la nuova linea S90. Rimossa la linea RE10.

BELLINZONA - Lunedì prossimo (5 aprile), in Ticino entrerà in vigore il nuovo orario ferroviario. Con il completamento della galleria di base del Monte Ceneri e del cantiere sulla tratta Contone-Tenero, i collegamenti tra i principali poli del Cantone saranno più rapidi e frequenti.

La nuova tratta RE80 verrà potenziata e sarà introdotta la nuova linea S90, mentre la linea RE10 non sarà più in servizio. Inoltre, con il cambiamento d'orario entrerà in servizio il collegamento diretto via tratta panoramica del San Gottardo Locarno-Zurigo/Basilea, in collaborazione con Schweizerische Südostbahn (SOB), che nell’orario intermedio si fermava a Bellinzona.

Ecco i grandi cambiamenti, con l’introduzione dell’orario definitivo nel traffico regionale in Ticino, riassunti di seguito:
 
TILO RE80: entrata in servizio completa della nuova linea Locarno – Lugano – Chiasso – Milano Centrale via galleria di base del Monte Ceneri.
Con l’entrata in servizio dell’orario definitivo, la nuova linea RE80 sarà prolungata fino a Milano Centrale; i collegamenti RE80 circoleranno ogni 30 minuti fra Chiasso – Lugano – Locarno, ogni 60 minuti fra Milano Centrale – Chiasso – Lugano – Locarno.

La linea RE10 non sarà più in servizio, verrà sostituita dalla nuova linea RE80 tra Milano Centrale - Lugano e dalla linea S10/S50 tra Lugano – Bellinzona – Biasca.

Linea TILO S10/S50: collegamento tramite la galleria di base del Monte Ceneri
La linea S10/S50 ridurrà di circa 15 minuti la percorrenza tra Sottoceneri e Bellinzona, transitando via galleria di base del Monte Ceneri. La linea S10/S50 non servirà più le fermate della tratta di montagna del Monte Ceneri (Rivera-Bironico, Mezzovico, Taverne-Torricella, Lamone-Cadempino). Quest’ultime saranno servite dalla nuova linea S90.

I collegamenti circoleranno ogni 30 minuti tra Como S. Giovanni – Chiasso–Lugano – Bellinzona – Biasca. Tra Biasca e Lugano ci sarà così un treno diretto ogni 30 invece che ogni 60 minuti, come finora con la linea RE10.

Linea TILO S20: circolerà da Castione-Arbedo fino a Locarno
Con l’entrata in vigore dell’orario definitivo, la linea S20 circolerà fra Castione – Bellinzona – Locarno ogni 30 minuti, e consentirà coincidenze ottimizzate con il traffico lunga percorrenza a Bellinzona.

Introduzione della nuova linea TILO S90: La discussa nuova linea S90 circolerà tra Lugano e Giubiasco via tratta di montagna del Monte Ceneri. I collegamenti S90 circoleranno ogni 30 minuti fra Lugano e Giubiasco, con fermata in tutte le stazioni del traffico regionale. Ogni 60 minuti la S90 proseguirà fino e ripartirà da Mendrisio.

Per quanto riguarda il traffico a lunga percorrenza, già entrato in vigore nella sua interezza il 13 dicembre 2020, le uniche novità riguardano i nuovi orari di partenza dei collegamenti Intercity con pt. Lugano (xx.02 / xx.30) e pt. Bellinzona (xx.18 / xx.47) e il collegamento IR a cadenza oraria sulla tratta panoramica del San Gottardo da Zurigo/Basilea a Locarno grazie alla collaborazione con SOB.

SOB reintroduce il collegamento diretto dalla Svizzera tedesca a Locarno: con questa concessione integrale a lunga percorrenza, data dalle FFS, SOB percorrerà ogni ora la tratta panoramica del San Gottardo da Zurigo/Basilea–Arth-Goldau fino a Locarno. Su questa linea sarà utilizzato il nuovo moderno materiale rotabile del tipo “Traverso”. Tra Bellinzona e Locarno questo collegamento servirà le fermate di Giubiasco, Tenero e Cadenazzo.

Tre installazioni artistiche
Dal 5 aprile 2021, i tempi di percorrenza tra Bellinzona, Locarno e Lugano saranno fortemente ridotti e il Ticino vivrà una vera e propria rivoluzione del trasporto pubblico. Per festeggiare questa occasione, dal 7 aprile nelle stazioni di Bellinzona, Lugano e Locarno saranno presenti tre imponenti installazioni artistiche. Esse simboleggiano l’avvicinamento, in termini di tempi di percorrenza, tra i tre principali poli del Canton Ticino.

Le costruzioni, alte sette metri e di forma triangolare, riprendono un tema caratteristico delle rispettive città. A Locarno, lo scintillio dell'installazione allude all'atmosfera internazionale del rinomato Festival del Film di Locarno. A Lugano, una costruzione in corda colorata offre una vista idilliaca sul lago Ceresio, mentre a Bellinzona una meridiana simboleggia l'entrata in una nuova era all’insegna della mobilità sostenibile.

La particolarità di queste opere è rappresentata dalla storia narrata al loro interno; infatti, tramite smartphone, è possibile scansionare un codice QR, grazie al quale si può vivere in prima persona queste affascinanti esperienze virtuali. Le installazioni artistiche sono state create nell'ambito del progetto "Ceneri 2020" e possono essere ammirate a partire dal 7 aprile nelle stazioni di Bellinzona, Lugano e Locarno.

COMMENTI
 
Ro 1 anno fa su tio
Eccellente ma ..... c’è un ma: In proposizione ci si mette meno da Locarno a Lugano che da Losone a Locarno
lollo68 1 anno fa su tio
Per chi è fuori città peggiora tutto!
lollo68 1 anno fa su tio
Perfetto!🤬Il treno che prendeva mio figlio per andare all'allenamento di atletica parte 12 minuti più tardi con il risultato che arriverà sempre tirato! Da Rivera per Locarno ogni ora bisogna passare da Lugano per metterci più tempo e pagare di più? Assurdo! Prima l'attesa a Giubiasco per la "coincidenza" era di 17 minuti ora ben di 20. Complimenti!
Krox 1 anno fa su tio
Uhh, che guaio...comunque le FFS hanno deciso di fare circolare giornalmente un treno appositamente per suo figlio per recarsi all’allenamento.
lollo68 1 anno fa su tio
Ci andrò in auto altrimenti sarà sempre in ritardo!🤣
Booble63 1 anno fa su tio
Noto che il “giornalista” non ha gradito il commento. Allora avevo ragione. W la stampa libera e obiettiva fatta da giornalisti VERI. Il copia e incolla è la rovina dell’informazione. Cancella anche questo già che ci sei..😃
Booble63 1 anno fa su tio
Ma questo articolo l’ha veramente scritto il giornalista? Sembra un comunicato stampa di funzionario FFS che parla nella sua lingua che solo altri funzionari FFS capiscono. Non si poteva tradurre in italiano e limitarsi al l’essenziale, ovvero: cosa cambierà per il pendolare che si reca tutti i giorni a lavorare e cosa ci guadagnerebbe l’automobile sta a lasciare l’auto in garage per recarsi da Lugano a Locarno?
Amir 1 anno fa su tio
Treni ogni 30 minuti..caspita..nemmeno un taxi lo trovi cosi disponibile..se fossero pieni almeno ma vedo che il Tilo viaggia sempre vuoto un po' come i pullman della linea che vanno in giro per il Mendrisiotto
NOTIZIE PIÙ LETTE