Arte e Comunicazione
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
LOCARNO
1 ora
Un Nicolao tutto blu è tornato in città
Dopo lo stop dello scorso anno, il Nicolao color blu ha potuto tornare in azione, portando regali ai più piccoli.
CANTONE / CONFINE
1 ora
Navigazione sul Lago Maggiore, una mozione per smuovere le acque
I consiglieri nazionali ticinesi chiedono al Consiglio federale di avviare i negoziati per una nuova convenzione.
CANTONE
2 ore
Quattro giorni consecutivi di nebbia: «Non capita tutti gli anni»
Facendo un bilancio del mese di novembre, MeteoSvizzera ha rilevato un'anomalia per quanto riguarda il sud delle Alpi.
FOTO
MELIDE
19 ore
Fiamme da una canna fumaria, pompieri in azione
Il fuoco è stato domato prima che si propagasse al tetto
CANTONE
21 ore
Un paio di cose da sapere quando si prenota la terza dose
Da «Ci si può prenotare anche se vaccinati da meno di 6 mesi?» a «Siamo sicuri che mi danno il farmaco giusto?».
FOTO
MELIDE
1 gior
I pompieri di Melide festeggiano Santa Barbara
La messa è stata officiata ieri sera da Don Ernesto Ratti presso la Caserma di Melide
CANTONE
1 gior
Qualche fiocco di neve in arrivo in serata?
Sarà in ogni caso una breve parentesi. Ma la neve, fino a basse quote, potrebbe tornare durante la settimana
Lugano
1 gior
Più Donne chiede delucidazioni sul caso dell'ex funzionario del Dss
Dopo che la loro interrogazione non ha avuto seguito dai vertici, tornano con un'interpellanza che contiene 15 domande
CANTONE
1 gior
I più scattanti con il "booster" agli over16
A questa cifra vanno aggiunte le persone che si sono rivolte alle farmacie e agli studi medici
FOTO
MENDRISIO
1 gior
I diciottenni di Mendrisio al cinema
Ha avuto luogo oggi il consueto incontro con le autorità cittadine
RIAZZINO
1 gior
Al Vanilla la musica resta spenta
Il Consiglio federale è andato incontro alle discoteche. Ma la struttura di Riazzino mantiene la propria decisione
MURALTO
09.12.2020 - 11:510
Aggiornamento : 13:39

Una scultura di Ivo Soldini per il lungolago di Muralto

L'imponente opera d'arte in bronzo è stata appositamente ideata per inserirsi nel panorama del Verbano.

Intitolata “Prendere la luce", il nome racchiude la vocazione dell'opera che si protende verso il lago come per assorbirne i riflessi di luce.

MURALTO - Il Comune di Muralto si arricchisce di una nuova importante opera d’arte. Nello spazio antistante l’Hotel Lago Maggiore - aperto pochi mesi fa su iniziativa della Fondazione Ubaldo e Maria Scazziga (costituita nel 2013 per volontà delle figlie Biancarosa e Cleofe per onorare i genitori) - è stata posata una scultura in bronzo di grandi dimensioni realizzata da Ivo Soldini. Larga 4 metri e mezzo per un'altezza di 3 metri e mezzo e un peso di circa 3 tonnellate, è stata ideata per questo preciso spazio ed è stata realizzata nell’ultimo anno.

Già nel nome, “Prendere la luce”, è racchiusa la vocazione di quest’opera, che strutturalmente s’indirizza, si protende verso il lago come per assorbire i riflessi di luce del Verbano da quella postazione particolarmente pregiata del lungolago muraltese. E verso la prospettiva del lago racchiuso tra colline e montagne la scultura proietta tanto il suo volume massiccio, però temperato dai movimenti e rapporti all’interno dei corpi strutturali dell’opera, quanto il significato riferito alla figura umana, a gruppi di figure tra loro riunite in un confronto ravvicinato, in uno sviluppo generazionale, in rapporti di stretta vicinanza e, alla fine, in dialoghi di solidarietà. In questo modo la scultura si ricollega alla lunga, importante storia della regione oltre che alla distintiva presenza a Muralto di uomini di cultura e di artisti tra i maggiori di Novecento, che hanno contribuito alla storia del Comune.

L’opera si sviluppa con una poderosa volumetria su una base inclinata, che si anima nella proiezione dei gruppi di figure umane solidalmente proiettati verso lo spazio. La scultura costituisce un importante elemento distintivo del lungolago, anche per via della patinatura lievemente dorata.

Ivo Soldini conferma con quest’opera di coltivare il rapporto con la tradizione della scultura, seppure in forma aggiornata e personale. «Il lavoro di Soldini – scrive Maddalena Disch nel Lexicon degli artisti svizzeri - si inscrive in quel filone della tradizione scultorea che pone al centro dell’attenzione la raffigurazione umana, in particolare l’indagine psicologica della moderna esistenza dell’uomo».

Realizzata alla fonderia Perseo di Mendrisio l’opera posa su una sopra elevazione muraria ed è sorretta da un’importante sottostruttura che ne garantisce la stabilità.

L'artista in breve - Ivo Soldini (Lugano 1951), dopo il liceo cantonale a Lugano segue studi all’Accademia di Brera e all’università Statale di Milano, facoltà di scienze politiche, lettere e storia dell’arte. Si dedica al disegno e alla pittura di ambito espressionista-simbolista, e dal 1976 si concentra sulla scultura in bronzo di piccolo e medio formato (statuette e rilievi, talora anche in alluminio e gesso), ben presto contraddistinta da realizzazioni monumentali per spazi sia pubblici che privati. Nel frattempo continua a svolgere una fertile produzione grafica (disegni a matita, carboncino, china, tecniche miste), d'incisione (acqueforti e puntesecche) e pittorica (tempere, acquerelli, oli).

Negli anni ’70 partecipa al Movimento 22. Dal 1973 espone in sedi espositive pubbliche o private in Svizzera con un’assidua presenza oltre San Gottardo e all’estero. È considerato uno dei più rappresentativi artisti del territorio a sud delle Alpi. Il suo percorso è scandito da rilevanti mostre personali. Basti citare quelle a Bellinzona, Palazzo civico (1981), a Milano, Centro svizzero (2001), al Château de Gruyères (2005), alla G di Vira Gambarogno (2015) e a Locarno, Pinacoteca comunale Casa Rusca (2017). Nel 2005 l’artista ha donato al Cardiocentro di Lugano una settantina di opere tra sculture, dipinti, disegni, acquerelli e incisioni. Nel 2017 ha esposto la sua Collezione d’arte alla Pinacoteca Züsta Rancate-Mendrisio; nel 2019 una serie di sue opere di grandi dimensioni è stata posata sul Monte Tamaro.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-05 12:47:10 | 91.208.130.85