TiPress - foto d'archivio
LUGANO
16.11.2020 - 14:570

«Ora il Municipio decida in fretta»

L'Associazione passeggeri aerei Svizzera italiana si rallegra dell'interessamento di sette privati all'aeroporto di Agno

LUGANO - Non uno ma ben sette gruppi interessati. È quanto emerso lunedì, quando la Città di Lugano ha aperto le buste con le offerte formulate in risposta al Call for expression of interest per il passaggio ai privati delle attività di gestione dell’aeroporto di Lugano-Agno. «Una conferma che l’attrattiva dell’infrastruttura aeroportuale resta interessante», commenta oggi l'Associazione passeggeri aerei Svizzera italiana (ASPASI).

Ora l'obiettivo è che «il Municipio proceda in maniera spedita per concretamente liberare lo scalo dai giochi della politica e lasciare spazio a visioni imprenditoriali proiettate nei prossimi decenni».

ASPASI auspica inoltre che nella sua scelta tra le varie offerte «sia ponderato in modo importante il ripristino di voli di linea, in primis verso Ginevra, a beneficio di passeggeri, turismo e dell’economia cantonale».

Le ditte con il relativo referente:

1. Amici dell’aeroporto: capofila Sir Lindsay Owen-Jones rappresentato da avv. Giovanna Masoni Brenni. Partecipanti: Ceresia Holding SA e Investindustrial Services SA facente capo alla famiglia Bonomi.
2. Cordata Marending-Artioli and Partner - Rolf Marending/Stefano Artioli
3. H24 SA - Fabio De Luca
4. Moov Airways AG - Alvaro Nogueira de Oliveira
5. Northern Lights AG - Damian Hefti/Andrea Burkhardt
6. SKN Haryana City Gas Distribution Pvt. Ltd. - Daniel von Rechitar
7. Team LUG - Raffaella Meledandri/Nicola Brivio

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-25 15:28:58 | 91.208.130.85