Immobili
Veicoli

CANTONE / SVIZZERA«Il Ticino (e la Svizzera) non finisce a Lugano»

23.06.20 - 10:40
Marco Romano interpella il Governo sui treni a lunga percorrenza che terminano la loro corsa nella città sul Ceresio.
Keystone
«Il Ticino (e la Svizzera) non finisce a Lugano»
Marco Romano interpella il Governo sui treni a lunga percorrenza che terminano la loro corsa nella città sul Ceresio.
«Il Mendrisiotto viene nuovamente escluso senza giustificazioni oggettive».

BERNA - Marco Romano torna prepotentemente alla carica in difesa del Mendrisiotto. Una regione che il consigliere nazionale momò ritiene «ignorata» dal trasporto ferroviario a lunga percorrenza. «Il Ticino e la Svizzera non finiscono a Lugano», sbotta Romano nell'interpellanza destinata al Consiglio federale. 

Il «cambiamento epocale» che avverrà con l'apertura della Galleria di base del Ceneri taglia ancora una volta fuori il Mendrisiotto. «Il “Progetto orario 2021” - ricorda Romano nella sua interpellanza - evidenzia come la rete e l’orario siano costruiti sui collegamenti tra i poli di Lugano, Bellinzona e Locarno. Questo sistema di fatto esclude a priori e senza giustificazioni oggettive, relegando Mendrisio e Chiasso a soli collegamenti regionali peraltro penalizzanti per l’utenza negli orari di forte pendolarismo».

Mendrisiotto che - ricorda il consigliere nazionale momò - conta 51'000 abitanti, tra cui ben 2'400 tra studenti e insegnanti presso l’USI (Accademia di Architettura) e la SUPSI. «Alla stazione di Mendrisio - precisa Romano - fanno capo 10 linee di bus regionali e quotidianamente circa 7'000 persone utilizzano le stazioni di Mendrisio e Chiasso».

Proprio per questi motivi Romano ritiene «politicamente inaccettabile e ingiustificata dai fatti» la scelta «d'ignorare totalmente» il Mendrisiotto e di bloccare i treni a lunga percorrenza nella stazione di Lugano. «Dal 2017 Mendrisio rappresenta lo snodo di due collegamenti ferroviari internazionali strategici verso sud: Stabio-Varese e Chiasso-Como». 

Di seguito le domande poste da Marco Romano al Consiglio federale:

1. Per il Consiglio federale e le FFS il Ticino termina a Lugano?

2. Per quali motivi non sono previste fermate di treni a lunga percorrenza (IC) nel Mendrisiotto?

3. Il Cantone Ticino ha avanzato questa richiesta? Se la risposta è affermativa, perché non è stato dato seguito?

4. Perchè con l'orario 2021 saranno tolte anche le fermate degli IC previste oggi la mattina presto e la sera tardi? La decisione è definitiva? Su quali argomenti poggia?

5. Perchè il Mendrisiotto non è parte della rete delle città svizzere collegate con treni a lunga percorrenza? Quali condizioni non sono date per una fermata degli IC?

6. Alla luce della valenza economica e geografica del Mendrisiotto non è opportuno aggiornare la guida TLD "Principi e criteri per il traffico a lunga distanza" che poggia sul Progetto territoriale Svizzera? Serve una proposta del Governo cantonale?

COMMENTI
 
roma 2 anni fa su tio
...il Ticino è BiancoNero
francox 2 anni fa su tio
Finisce al Gottardo, versante nord.
marco17 2 anni fa su tio
Caro Romano, secondo certi Bleniesi la Svizzera finisce alla Legiüna (tra Malvaglia e Biasca). Ora siamo già arrivati a Lugano: porta pazienza.
GI 2 anni fa su tio
Strano l'atteggiamento delle FFS poiché tra Lugano e Chiasso di certo non vi sarà l'alta velocità almeno per i prossimi 20 anni....per cui non vedo grossi problemi ad effettuare (ancora ?) una fermata a Mendrisio ed una a Chiasso.....
Fufabi 2 anni fa su tio
Mi pare che parlando di numeri di passeggeri siano 4 gatti a usare quelle fermate nei treni a lunga percorrenza
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO