CANTONELe biblioteche riaprono le porte

08.05.20 - 13:41
Le sedi garantiscono misure igieniche e sanitarie generali, zone di attesa e percorsi di accesso in sicurezza
TiPress - foto d'archivio
Le biblioteche riaprono le porte
Le sedi garantiscono misure igieniche e sanitarie generali, zone di attesa e percorsi di accesso in sicurezza

BELLINZONA - Le Biblioteche cantonali riaprono i loro servizi a partire da lunedì 11 maggio secondo fasce orarie di prestito leggermente adattate (Bellinzona: lunedì-venerdì 12-18, sabato 9-13; Locarno: martedì-venerdì 10-13 e 14.30-18.30, sabato 9-13; Lugano: lunedì 13-18.30, martedì-venerdì 9-12 e 13-18.30, sabato 9-16; Mendrisio: lunedì-venerdì 9-12 e 14-18).

Con la riapertura, sarà possibile ritirare e riconsegnare libri e altro materiale recandosi direttamente presso gli istituti o ricorrendo alla prenotazione attraverso il catalogo online. È pure reintrodotto il prestito interbibliotecario.  

Le sedi garantiscono misure igieniche e sanitarie generali, zone di attesa e percorsi di accesso in sicurezza, stabiliti da un piano di protezione a tutela dell’utenza e del personale. In questa prospettiva e in alternativa all’accesso al banco prestiti, gli utenti possono continuare a ricorrere a una serie di servizi online, tra cui il prestito su appuntamento concordato via e-mail o telefono attivo dall’inizio dell’emergenza coronavirus.

È attiva anche l’offerta digitale online e in download di e-book, audiolibri e edicola disponibile sul portale MediaLibrary, per l’occasione potenziata e accessibile dal sito del Sistema bibliotecario ticinese (www.sbt.ti.ch). È infine data possibilità di iscrizione al Sistema stesso nella modalità online.  

Le sale di lettura e di studio resteranno chiuse fino a nuovo avviso; le attività culturali e gli altri servizi di regola offerti dagli istituti sono sospesi.

NOTIZIE PIÙ LETTE