Tipress
La Clinica Moncucco, dove è stato ricoverato il primo caso ticinese (e svizzero) di Covid-19.
LUGANO
01.03.2020 - 09:130
Aggiornamento : 19:08

Coronavirus, il primo caso ticinese contagiato a Segrate

Il 70enne è stato dimesso venerdì scorso dalla Clinica Moncucco.

L'uomo, un medico del Luganese, si trovava nel comune lombardo per partecipare ad un convegno scientifico.

LUGANO - Il cosiddetto "paziente uno" ticinese, il primo contagiato dal nuovo coronavirus nel nostro cantone, è un medico di 70 anni del Luganese. L’uomo - come riferito oggi da "il Caffè" - è stato infettato lo scorso 15 febbraio, in occasione di un convegno scientifico di aggiornamento e di formazione professionale a Segrate.

I primi sintomi compaiono il 17 febbraio. Quel lunedì il 70enne telefona al suo medico curante, senza recarsi né nel suo studio né in ospedale. Rimane a casa con la moglie. Nei giorni successivi però le sue condizioni però peggiorano e decide così di recarsi dal medico.

Il ricovero - Quando arriva, trova ad attenderlo il personale sanitario, attrezzato ad hoc per evitare un eventuale contagio. Ed ecco la conferma: i sintomi potrebbero essere quelli del coronavirus. Siamo al 25 febbraio, dieci giorni dopo il contagio, e il medico viene portato alla Clinica Moncucco. La struttura - che da inizio febbraio ha cambiato le procedure per identificare i casi sospetti - è pronta: camere di isolamento, personale munito di mascherina e guanti, radiografie toraciche e maggiori misure precauzionali. Chiunque arriva nella clinica mostrando sintomi influenzali viene automaticamente isolato per precauzione.

L’uomo viene subito ricoverato nel reparto di cure intense. Ha la febbre a 38 gradi e poco ossigeno nel sangue. Ma soprattutto, è positivo al coronavirus. Quello stesso giorno, le autorità confermano il caso. «Il protocollo ha funzionato senza falle» aveva detto in conferenza stampa il Medico cantonale Giorgio Merlani.

Il ricovero del medico luganese presso la Clinica Moncucco si è concluso «nel migliore dei modi» venerdì scorso. Il paziente è guarito e, seguendo le disposizioni del Medico cantonale, è stato dimesso dall’ospedale.

Numeri e contatti utili

Chi desidera avere informazioni e indicazioni puntuali può contattare il numero 0800 144 144 (chiamata gratuita) tutti i giorni, dalle 7.00 alle 22.00. È inoltre disponibile anche la Hotline Coronavirus a livello federale allo 058 463 00 00 (dalle 8.00 alle 18.00). Sono inoltre disponibili aggiornamenti costanti, raccomandazioni puntuali e consigli di prevenzione agli indirizzi: www.ti.ch/coronavirus oppure www.bag.admin.ch/nuovo-coronavirus.  

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-27 06:39:41 | 91.208.130.87