Cerca e trova immobili

BERNALa consigliera Keller-Sutter rappresenterà il governo di fronte alla CPI

16.06.23 - 15:41
Lo ha stabilito oggi il Consiglio federale
Foto Keystone
Fonte ATS
La consigliera Keller-Sutter rappresenterà il governo di fronte alla CPI
Lo ha stabilito oggi il Consiglio federale

BERNA - Sarà la consigliera federale Karin Keller-Sutter, responsabile delle finanze, a rappresentare l'esecutivo di fronte alla Commissione parlamentare d'inchiesta (CPI) sul dissesto del Credit Suisse.

Lo ha stabilito oggi il Consiglio federale precisando che, come per le precedenti CPI, a rappresentare l'esecutivo "sarà dunque il capo del dipartimento responsabile del dossier su cui verte l’inchiesta".

Conformemente a quanto previsto dalla legge sul Parlamento, Keller-Sutter ha designato l’ex giudice federale Niklaus Oberholzer quale agente di collegamento incaricato di esercitare i diritti del Consiglio federale nell’ambito dell’inchiesta.

La decisione di istituire una CPI - la quinta nella storia della Confederazione moderna e lo strumento di controllo più incisivo a disposizione delle Camere - mediante un decreto ad hoc è stata adottata nel corso della sessione estiva del parlamento.

Secondo il decreto federale, l'obiettivo della CPI è un'indagine a tutto tondo sulla sfiorata débâcle di Credit Suisse. Verrà esaminata la gestione del governo, dell'Amministrazione federale e dei vari enti statali negli ultimi anni. Nel mirino in particolare la legislazione "too big to fail".

La consigliera agli Stati Isabelle Chassot (Centro/FR) è stata nominata presidente della CPI. La vicepresidenza sarà invece affidata alla consigliera nazionale Franziska Ryser (Verdi/SG). Altri membri della Camera del popolo sono Alfred Heer (UDC/ZH), Thomas Matter (UDC/ZH), Roger Nordmann (PS/VD), Leo Müller (Centro/LU), Daniela Schneeberger (PLR/BL) e Roland Fischer (Verdi liberali/LU).

Per la Camera dei Cantoni sono invece presenti Heidi Z'graggen (Centro/UR), Philippe Bauer (PLR/NE), Andrea Caroni (PLR/AR), Werner Salzmann (UDC/BE), Daniel Jositsch (PS/ZH) e Maya Graf (Verdi/BL).

Come indicato, la CPI è il più forte strumento di controllo parlamentare. Fino al tracollo del Credit Suisse, era stata istituita solo in quattro occasioni: sulla vicenda dei Mirages (1964), sulle dimissioni di Elisabeth Kopp (1989), sullo scandalo delle schedature (1990) e sulla cassa pensione federale (1995).
 
 

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

matterhorn 12 mesi fa su tio
Mah…

curiuus 12 mesi fa su tio
Tranquilli, la CPI troverà tutto in regola, scommettiamo ?
NOTIZIE PIÙ LETTE