Ti-Press
Il presidente del Gigante Giallo Bruno Cirillo in visita al centro di Cadenazzo.
SVIZZERA
10.03.2021 - 12:040
Aggiornamento : 14:07

Aumenti salariali alla Posta: «Nessun accordo»

I partner sociali non hanno trovato il bandolo della matassa, ora la palla passerà a una Commissione arbitrale.

I sindacati: «Dopo le parole di apprezzamento e gli applausi per il duro lavoro, ora ci vogliono i fatti».

BERNA - Alla Posta non ci saranno aumenti salariali. I partner sociali non sono riusciti a trovare un accordo. Ora sarà chiama a intervenire una Commissione arbitrale.

Gli impiegati del gigante giallo l'anno scorso hanno trattato volumi record di pacchi. «Non ci sono dubbi che chi lavora alla Posta è di rilevanza sistemica», scrivono oggi il sindacato Syndicom e l'associazione del personale Transfair in un comunicato.

Il lavoro della ex regia federale è stato accolto dalla popolazione con un applauso. Dopo questi apprezzamenti simbolici è ora dei fatti, sostengono le due organizzazioni.

La Posta al momento nella trattativa rimane ferma al minimo sindacale previsto dal Contratto collettivo di lavoro (CCL). Vista l'assenza di un accordo, interverrà quindi una Commissione arbitrale.

Posta: «Abbiamo proposto aumenti» - Diversa è la visione della Posta: in una presa di posizione l'azienda ci tiene a sottolineare che è stato proposto un aumento dello 0,4%, nonostante un'inflazione negativa dello 0,7%.

La società dichiara di riconoscere il grande lavoro svolto dai dipendenti, soprattutto in periodo di coronavirus. Per questo motivo ha preparato oltre 20 milioni di franchi per premi speciali. Al personale più sotto pressione sono stati versati 500 franchi in due occasioni, la scorsa primavera e in gennaio, per un premio totale di 1'000 franchi a testa in caso di impiego al 100%.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
roma 3 mesi fa su tio
...per i fatti ripassare nel quarto millennio
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-13 11:12:56 | 91.208.130.89