Depositphotos
SVIZZERA
29.06.2020 - 12:320

Famiglia e lavoro: le madri lavorano meno quando i figli sono piccoli

L'Ufficio federale di Statistica (UST) ha pubblicato oggi gli indicatori sulla conciliabilità tra famiglia e lavoro

Anche la differenza salariale tra donna e uomo è ancora piuttosto elevata

BERNA - L’attività professionale dei genitori di età da 25 a 54 anni dipende molto dalla loro situazione familiare e dall'età dei loro figli.

Lo conferma l'Ufficio federale di Statistica (UST), che ha pubblicato oggi gli indicatori dell'uguaglianza tra uomo e donna, a livello lavorativo, e della conciliabilità tra famiglia e lavoro.

Tasso di attività professionale - Nelle famiglie che hanno figli di età inferiore a 25 anni, il tasso di attività professionale dei padri resta quasi invariato a seconda dell'età del figlio o della figlia più giovane. 

D'altra parte, la stessa statistica per le madri, con la stessa situazione familiare, varia in modo più significativo a seconda dell'età del bambino o della bambina più giovane.

Passa dal 78% all'età di 0-3 anni, all'83% all'età di 4-12 anni e all'87% all'età di 13-24 anni. Insomma, più il bambino cresce, più aumenta il tasso di attività professionale.

In confronto, il tasso per le madri che vivono da sole con i loro figli è più elevato quando il bambino o la bambina più giovane ha da 4 a 12 anni (90%) o da 13 a 24 anni (89%).

Impiego a tempo parziale - Tra i padri, la quota di quelli occupati a tempo parziale diminuisce con l’avanzare dell’età dei figli: il 16% lavora a tempo parziale se il figlio o la figlia più giovane è in età prescolare, il 10% se ha da 4 a 12 anni e l'8% se ha da 13 a 24 anni.

Anche tra le madri in coppie con figli, la quota di quelle che lavorano a tempo parziale è più elevata quando il figlio o la figlia più giovane ha da 0 a 3 anni (83%) e scende al 76% quando ha da 13 a 24 anni. Il lavoro a tempo parziale è inoltre meno comune tra le madri che vivono da sole con i loro figli (67%).

Salari - Per l'economia nel suo complesso, la differenza salariale tra donna e uomo era dell'11,5% nel 2018, conferma l'UST.

Comunque, anche all'interno dei numerosi rami dell'economia elvetica ci sono diverse variazioni. A scopo illustrativo, per quanto riguarda i rami economici con i salari più bassi, le donne guadagnano ad esempio 4'314 franchi nel settore dell’alloggio e della ristorazione e 4'369 franchi nel settore tessile e dell'abbigliamento.

A confronto, i loro colleghi maschi guadagnano rispettivamente 4'537 e 5'824 franchi, vale a dire una differenza del 4,9% nel primo caso, e del 25,0% nel secondo.

Nei rami economici con gli stipendi più alti, invece, le donne percepiscono ad esempio 9'290 franchi nell'industria farmaceutica e 7'883 franchi nei servizi finanziari, mentre gli uomini sono pagati rispettivamente 10'052 e 11'350 franchi, cioè una differenza del 7,6% nel primo caso e del 30,5% nel secondo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-10 03:14:57 | 91.208.130.85