Cerca e trova immobili

THUN Uccise la sua partner sessuale e la gettò nel lago, al via oggi il processo

15.12.23 - 08:03
Verrà ricostruito oggi in aula processuale l'atroce delitto compiuto nel 2021. La ragazza fu legato a un peso e gettata nel lago di Thun.
Deposit
Fonte ATS/RED
Uccise la sua partner sessuale e la gettò nel lago, al via oggi il processo
Verrà ricostruito oggi in aula processuale l'atroce delitto compiuto nel 2021. La ragazza fu legato a un peso e gettata nel lago di Thun.

THUN - Si apre oggi a Thun il processo nei confronti di un uomo di 39 anni, accusato di aver ucciso in modo raccapricciante una partner sessuale a metà gennaio 2021 e di averne poi gettato il corpo nel lago di Thun, legandolo a un attrezzo da cantiere.

L'imputato e la donna avevano avuto in passato diversi contatti sessuali occasionali. Verso la fine del 2020, l'imputato decise di avere una maggiore attività sessuale e fu in quel periodo che intraprese una relazione sessuale con la donna, più giovane di lui di circa cinque anni. Riuscì a entrare in contatto con lei, che viveva nei dintorni di Basilea. La portò in una zona alquanto nascosta di Bruderholz, vicino a Münchenstein. Stando all'atto d'accusa, ebbero una discussione già in quell'occasione su quali atti sessuali la donna fosse disposta a compiere. A quanto pare l'imputato cercò con insistenza di convincere la ragazza a sottostare ai suoi desideri sessuali.

A un'ora imprecisata di quella notte, l'uomo colpì la testa della donna con un oggetto spigoloso e tagliente, ferendola anche alle costole e alla schiena. Poi le legò le mani e i piedi, nonostante la donna cercò in tutti i modi di opporre resistenza.

Dopo una ventina di minuti le mise attorno al collo una fascetta, stringendola il più possibile fino a farla soffocare. Poi la legò a un basamento recuperato su un cantiere edile, e la portò in auto fino a Thun, dove poi la gettò nel lago.

Il corpo della donna fu ritrovato il 17 gennaio. Dieci giorni dopo, la polizia arrestò l'uomo, fortemente sospettato del reato. Attualmente l'imputato sta scontando una condanna anticipata, ed è accusato di omicidio, disturbo della quiete pubblica, pornografia e rappresentazione di violenza. Tra le altre cose, l'uomo avrebbe scaricato su darknet registrazioni video che mostrano l'impiccagione di una giovane donna.

Il processo davanti al tribunale regionale di prima istanza di Thun durerà diversi giorni. Il verdetto sarà annunciato il 22 dicembre.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Krokich 3 mesi fa su tio
E per fortuna che l'articolo è pure stato aggiornato... quindi probabilmente riletto.
NOTIZIE PIÙ LETTE