Cerca e trova immobili

VALLESESei casi di febbre Q nell'Alto Vallese

30.03.23 - 18:41
La fonte del contagio secondo le autorità cantonali? Capre malate
Depositphotos (Subbotina)
Fonte Ats
Sei casi di febbre Q nell'Alto Vallese
La fonte del contagio secondo le autorità cantonali? Capre malate

SION - Sei casi di febbre Q sono stati diagnosticati su persone nell'Alto Vallese in seguito alla scoperta di un focolaio di infezione animale nell'area di Briga: fonte di contagio sarebbero delle capre malate.

«Il medico cantonale raccomanda alle persone vulnerabili della regione situata tra Visp e Briga di rivolgersi al proprio medico in caso di sintomi simil-influenzali», indicano oggi le autorità cantonali sul loro sito internet. Inoltre, si consiglia alle donne in gravidanza di sottoporsi a un esame del sangue anche in assenza di sintomi, come misura precauzionale.

Oltre alle consuete misure igieniche, sono stati ordinati ulteriori provvedimenti per ridurre al minimo il rischio di trasmissione all'uomo. Il focolaio nell'allevamento di Briga è ora sotto controllo, ma alcune persone potrebbero essere state esposte prima che le misure ordinate dal veterinario cantonale fossero messe in atto.

La febbre Q è causata dal batterio Coxiella burnetii che può essere trasportato per via aerea su distanze relativamente lunghe. Il batterio si trasmette all'uomo tramite inalazione e contatto con l'urina, il latte e le feci degli animali infetti.

Il morbo non si trasmette da uomo a uomo. La maggior parte delle persone non sviluppa sintomi diversi da quelli di una leggera influenza o rimane senza sintomi. Di norma, la malattia guarisce spontaneamente senza lasciare effetti collaterali.

COMMENTI
 

Elisa_S 11 mesi fa su tio
Si spera il contagio sia avvenuto tramite latte...perche le altre opzioni....🤢💩

gufo 11 mesi fa su tio
Perchè ai giornalisti piace scrivere e spaventare... tutto lì....

Dylan Dog 11 mesi fa su tio
Ma allora perché fare tutto questo allarmismo?
NOTIZIE PIÙ LETTE