Keystone
Dopo il caso di Hefenhofen, ecco quello di Bassnang.
TURGOVIA
16.08.2017 - 11:370
Aggiornamento : 18:47

Una nuova fattoria degli orrori in Turgovia

Nuovo caso di presunti maltrattamenti di animali nel cantone. Un agricoltore di Bussnang - non più autorizzato a detenere animali - ha 60 mucche che vivono in condizioni precarie

FRAUENFELD - Nuovo caso di presunti maltrattamenti di animali in Turgovia. Un agricoltore di Bussnang (TG) terrebbe mucche in condizioni inadeguate, anche se non può avere animali. Nel frattempo il governo turgoviese ha ammesso di aver commessi errori nel caso dei cavalli di Hefenhofen (TG).

Dal 2010 questo contadino di Bussnang non è più autorizzato a detenere animali, secondo quanto riporta il Blick di oggi. Malgrado ciò, ha una sessantina di mucche che vivono in condizioni precarie.

La casa di questo agricoltore è in cattivo stato, dei trattori non funzionano e i pascoli non sono curati, scrive il quotidiano zurighese. Invano l'uomo ha cercato due volte di opporsi al divieto di detenere animali, rivolgendosi sino al Tribunale federale. Dopo questa decisione è un nipote che gestisce l'azienda, ma l'agricoltore si occupa delle mucche.

Senza negare le affermazioni del Blick, le autorità turgoviesi hanno indicato oggi di aver effettuato un controllo una settimana fa nell'allevamento in questione. Gli animali vengono trattati nel rispetto della legge, ha detto all'ats Walter Hofstetter, capo del servizio d'informazione turgoviese. Se viene commessa un'infrazione alla legge, saranno prese delle misure, ha aggiunto.

Oggi, durante la seduta del Gran consiglio, il governo turgoviese ha nel frattempo riconosciuto di aver commesso degli errori nel caso di Hefenhofen. Il consigliere di stato Walter Schönholzer ha ringraziato la donna che ha denunciato il caso dell'allevamento turgoviese, chiuso la scorsa settimana per sospetti maltrattamenti.

«Un caso simile non deve più riprodursi», ha dichiarato il capo del dipartimento dell'economia. Adesso si tratta di esaminare sistematicamente questo caso estremo. «Lo dobbiamo ai cavalli morti e maltrattati», ha dichiarato Schönholzer. Saranno esaminati anche altri casi con divieto di avere animali.

Il governo turgoviese ha annunciato che affida ad una commissione esterna il mandato di esaminare sistematicamente come sia applicata nel cantone la legge sulla protezione degli animali.

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-06 20:29:03 | 91.208.130.89