Cerca e trova immobili

SVIZZERAIl laptop obbligatorio per chi va a scuola, la novità che divide

16.11.23 - 20:00
Introdotta nelle superiori del canton Berna è già prassi in altri cantoni. Per alcuni però così si discriminano i ceti meno abbienti.
Deposit
Il laptop obbligatorio per chi va a scuola, la novità che divide
Introdotta nelle superiori del canton Berna è già prassi in altri cantoni. Per alcuni però così si discriminano i ceti meno abbienti.

BERNA - A scuola non solo con astuccio, penne e fogli A4 ma anche con il portatile.

Secondo quanto riportato dalla BernerZeitung una novità non di poco conto sta preoccupando diverse famiglie che pensano di iscrivere le loro figlie e i loro figli alle scuole superiori del canton Berna: l'obbligo - introdotto da quest'anno - di portare con sé un computer portatile.

Al momento una regola analoga è in vigore anche nel cantone di Basilea Città mentre nel canton Zurigo, la richiesta è al vaglio dei singoli istituti.

Le richieste per il dispositivo da portare con sé in aula sono abbastanza specifiche: deve avere una tastiera integrata e deve essere possibile utilizzare una penna smart. Insomma, pensare di riciclare un vecchio tablet o un computer rimasto in un cassetto, è fuori discussione.

Un (altro) problema per chi ha già la cinghia stretta
Per alcune famiglie questo tipo di spesa può anche essere fuori budget, soprattutto se i figli sono più di uno, e non mancano le critiche di chi reputa questa novità un possibile "divider" che discrimini socialmente i nuclei familiari meno abbienti in un circolo vizioso: se non puoi permetterti un laptop non potrai frequentare le superiori e ambire a una formazione universitaria e a un salario più elevato.

Altra criticità che va evidenziata è che, per quanto riguarda la Svizzera interna (e il canton Berna), il primo anno di superiori rientra ancora nel ciclo della scuola dell'obbligo.

Richiedere quindi un investimento così grande, per una parte della formazione di ragazzi e ragazze che dovrebbe essere garantita dalla Confederazione, appare ancora di più un controsenso. Il Cantone, interpellato dalla Zeitung, spiega che sosterrà l'acquisto con 200 franchi di buono per allievo. Un apporto che però potrebbe essere insufficiente.

4'600 franchi per ragazzo/a per arrivare fino all'università
«Un percorso completo attraverso le superiori fino all'università costa alle famiglie circa 4'600 franchi », commenta Pino Mangiarratti dell'Associazione bernese degli insegnanti, «è vero che le famiglie bisognose possono chiedere prestiti di studio o approfittare di borse di studio, ma spesso non lo sanno».

Per l'economista esperto di formazione, Stefan Wolter l'investimento per il laptop non è l'unica nota problematica: «Un giovane che continua a studiare dopo le scuole medie non avrà un suo reddito e dovrà essere mantenuto dalla famiglia, chi fa un apprendistato invece ha comunque una paghetta. È una situazione che va monitorata, e in caso si riscontrasse davvero una problematicità, allora il Cantone potrebbe valutare misure di sostegno più incisive per le famiglie di reddito basso».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

ColonnelloKurz 4 mesi fa su tio
abito all'estero e qui lo si usa dalla prima media,ero scettico all'inizio invece adesso lo trovo un sitema fantastico,tutto e' sul sistema chiuso della scuola,compiti,test ecc...figlio malato?...non c'e' problema la lezione o parte della stessa e' "online",la scuola usa il sitema Chrome Book, piu' a buon mercato di Windows e piu' che abbastanza per lo studio,il pc e' controllato dallla scuola quindi molte app e siti non sono accessibili senza il permesso della scuola perche' l'account del figlio e' legato alla scuola,per l'acquisto si puo' scegliere o ne prendi uno tu privatamente (danno i riquisiti minimi ecc..) o tramite la scuola che comprandone diversi ogni anno ha dei prezzi di favore e sono assicurati,si rompe lo schermo?...lo cambiano sul posto e mandano a riparare quello rotto,e per le famiglie con problemi finanziari otre agli aiuti puoi prendere quelli di seconda mano di studenti che hanno finito la scuola o che l'hanno ridato per altri motivi....tra i requisiti pero' non richiedono la penna smart...se devi usare una penna lo fanno su carta,consigliano lo schermo Touch ma non e' obbligatorio

CJ 4 mesi fa su tio
Risposta a ColonnelloKurz
Onestante alle medie un ragazzo dovrebbe fare i compiti sulla carta non davanti ad un pc e in presenza …questa è propio la società che a me fa rabbrividire … dalle superiori ci può anche stare ma lo deve finanziare lo stato …

GruetliWSAAWF 4 mesi fa su tio
Altro strumento di distrazione superfluo durante i corsi. E poi ci si lamenta dell’aumento di casi di ADHD

Teferzio 4 mesi fa su tio
ma seriamente le famiglie si lamentano perché non possono spendere 300 fr a figlio per un tinkpad di 10 anni fa e una tavoletta grafica con penna da 40 fr? Ti danno pure 200 fr di buono ....

Simo76 4 mesi fa su tio
Risposta a Teferzio
Benvenuto nel mondo reale, dove tantissime famiglie non arrivano a fine mese.

Teferzio 4 mesi fa su tio
Risposta a Simo76
ma se abbiamo l'indice di povertà più basso d'europa ahaha. "non arrivano alla fine del mese" = lamentarsi col vicino dopo aver sperperato 150 fr tra wifi e telefono, 1500 di cassa malati, 200 di streaming, 800 di spesa alimentare, 300 vestiti della fidanzata e 500 per portare i figli un weekend a visitare il posto x o y. Abbiamo 1.2x smartphone per abitante dove il costo medio di uno smartphone é inferiore a quello di un pc. 4 dispositivi tattili in media a famiglia ma nel tuo "Mondo reale" non c'é spazio per un portatile con cui i figli possono interagire con il mondo accademico e tecnico.
NOTIZIE PIÙ LETTE