Cerca e trova immobili

SVIZZERALa grande fuga. La Svizzera non è più il paradiso degli evasori fiscali

26.10.23 - 06:30
Lo scambio di informazioni bancarie con gli altri Stati ha ridimensionato il fenomeno
Depositphotos
La grande fuga. La Svizzera non è più il paradiso degli evasori fiscali
Lo scambio di informazioni bancarie con gli altri Stati ha ridimensionato il fenomeno

BERNA - Un tempo la Svizzera era l’approdo sicuro per quanti volevano custodire all’estero i propri capitali, sottraendoli alle attenzioni fiscali degli Stati di appartenenza. 

Ormai da tempo però non è più così e anzi, grazie allo scambio automatico di informazioni bancarie tra i vari Governi, si è dato un duro colpo all’evasione fiscale.

Secondo uno studio dell'Osservatorio fiscale dell'UE, negli ultimi dieci anni, l’evasione fiscale tramite la creazione di conti all’estero è diminuita di due terzi. Secondo questa analisi le attività finanziarie detenute all'estero ammontavano a circa 12.000 miliardi di dollari.

«Prima della crisi finanziaria del 2008 e del 2009, la Svizzera gestiva quasi la metà di questi averi offshore», scrivono gli autori della ricerca. Ebbene, oggi questa percentuale «è scesa a circa il 20%», sottolineano.

Secondo un altro studio in materia, tra il 2007 e il 2008, circa l'85% di tutti i conti in Svizzera dei clienti statunitensi di Ubs e Credit Suisse non erano stati denunciati alle autorità fiscali. Ecco allora che dal 2010 intervenne il Foreign Account Tax Compliance Act (FATCA) che impone agli istituti finanziari stranieri di fornire informazioni sui conti americani alle autorità fiscali statunitensi (dal giugno 2014 vi partecipa anche la Svizzera).

Dunque, con l’incremento dei controlli e poi con lo scambio di informazioni bancarie - nel febbraio del 2023 la Svizzera aveva collaborato con 104 Stati in tale contesto, fornendo dati su 3,6 milioni di conti - si è imposta l’inversione di tendenza. 

Ad oggi, parte del denaro offshore è migrato in Asia, in particolare a Singapore e Hong Kong.

COMMENTI
 

Voilà 3 mesi fa su tio
Le banche si sono fatte male da sole andando a fare casini negli USA, a partire da UBS. Gli USA non aspettavano altro che attaccarele banche svizzere, e lo stanno facendo ancora.

Zampadicapra 3 mesi fa su tio
Ricordo solo che stavamo meglio.. prima. Succubi di altri paesi che fanno peggio e agli occhi di tutti. Noi gestiti da ormai una sfilza di rappresentanti presenti e passati al consiglio federali sembra attributi, incapaci di trattare e amanti del 90o. grado. Abbiamo perso tanto e stiamo solo peggio di prima per non aver ottenuto un accidenti in cambio. Proprio bravi!

Nmemo 3 mesi fa su tio
Vi ricordate di che partito era quel consigliere federale che affermava con orgoglio che il segreto bancario svizzero era inviolabile?

pag 3 mesi fa su tio
No ma adesso bisogna rammaricarsi di nn essere piu il rifugium peccatorum di tutta la feccia di evasori del mondo? Dobbiamo basare la nostra ricchezza sulle delinquenze altrui? no vabbe'...

Y2KBug 3 mesi fa su tio
Vedi cantieri in Ticino, nonostante aumenti costi dei materiali, aumento costi ipotecari….da dove arriveranno gli investitori? Buona giornata a tutti.

Granzio 3 mesi fa su tio
si è dato un duro colpo alla Svizzera. Consiglio Federale di femminucce

Lukystrike 3 mesi fa su tio
La Svizzera è stata costretta dagli americani, pena embargo. Ma c’è ancora molto lavoro da fare, vogliamo parlare della vendita di armi?

Porzarama 3 mesi fa su tio
I Progressisti Rossi e Verdi con le loro manovre anti Piazza Finanziaria hanno causato il degrado della fiorente Economia che dava lavoro a migliaia di Specialisti e procurava entrate allo Stato per sostenere anche la Socialità e mantenere un certo benessere.

ilfastidio 3 mesi fa su tio
Risposta a Porzarama
Viene da domandarsi come sia possibile, per partiti mai sopra il 33%, avere tutto questo potere. Non sarà che vi siete fatti prendere per il naso dai loro avversari politici, molto più abili a sfruttare le imposizioni estere?

Porzarama 3 mesi fa su tio
Risposta a ilfastidio
ilfastidio: in risposta, i Progressisti sono sempre stati dei Mestatori che usano mezzi subdoli, come le sirene, per abbindolare il popolo credulone!

Meck1970 3 mesi fa su tio
adesso arrivano direttamente con le valigie pieno di soldi e poi li investono nel mattone.....e altro

Gufo1 3 mesi fa su tio
Chi ha puntato il dito contro la Svizzera è sempre stato ipocrita ed ha voluto solo eliminare un proprio concorrente: Gli USA (che hanno dato il colpo di grazia al segreto bancario) fanno lo stesso nel Maine (l peggiore paradiso fiscale da sempre a livello planetario), rispettivamente nelle svariate isole dei Caraibi (Bahamas, Cayman, ecc.). La Gran Bretagna allo stesso modo sulle sue isole nei Caraibi + quelle del Canale. L'Europa in Lussemburgo ed a Cipro. La Cina ad Hong Kong, Shenzhen, Shanghai. Gli stati Arabi a Dubai. La lista non ha fine. I soldi sono come l'acqua: trovano sempre una nuova strada.

W.Bernasconi 3 mesi fa su tio
Geni!! Così abbiamo fatto sorridere e sfregare le mani ad altre piazze finanziarie che non si sono piegate a 90..

OrsoTI 3 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
Be certo. Bello essere la Piazza finanziaria del riciclaggio di denaro sporco😆😆. Un paese dove la mafia e il riciclaggio fanno da padroni. Complimenti

diessegi 3 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
OrsoTI e Deluso: i capitali di cui voi parlate rappresentavano una minima percentuale degli averi esteri gestiti in Svizzera, non fate di ogni erba un fascio. E la cronaca giudiziaria è piena di notizie di inchieste, confische e arresti a loro legati. Chi pensava di ridurre l'evasione fiscale in molti Stati bacchettando e imbavagliando la nostra piazza finanziaria ha fatto un buco nell'acqua, il problema si è solo spostato su altre piazze (casualmente su molte di quelle di Stati che davano addosso alla nostra)....

Zapalott 3 mesi fa su tio
Risposta a diessegi
diessegi: chiedere a Credite Suisse per maggiori dettagli.

ilfastidio 3 mesi fa su tio
Risposta a diessegi
Appunto diessegi: le cronache degli ultimi anni sono piene di inchieste e voi ancora credete alla "minima parte"? Le organizzazioni mafiose bulgare o i "pescherecci" in Mozambico ve li siete già scordati?

Swissabroad 3 mesi fa su tio
Risposta a diessegi
Una minima parte....magari in CH ma in Ticino....

Deluso 3 mesi fa su tio
Risposta a OrsoTI
Il punto è che fin dalla secondo guerra mondiale la Svizzera ha gestito e detenuto patrimoni sporchi di sangue e chissà quali altri scempi, costruendo la sua solidità economica, ora basta guardarsi in giro per percepire senza leggere notizie che si sta navigando a vista con l’acqua che sfiora il naso…

Fulisca 3 mesi fa su tio
Risposta a Deluso
Esattamente, noi siamo da anni abituati a vivere nel limbo e nella ricchezza (anche) grazie al denaro sporco o di dubbia provenienza. Fa comodo vantarsi di vivere in un Paese benestante, ma ci si vergogna e si cerca di nasconderlo quando emergono le verità.. puzza di marcio, di crimine, ma spesso ci laviamo scaricando le colpe ad altri Paesi, facendo finta che tutto ciò non ci abbia sempre fatto comodo.

Luchì92 3 mesi fa su tio
tutto ha un inizio e una fine!!

Zapalott 3 mesi fa su tio
Dai, riproviamoci con le cripto!

Raptus 3 mesi fa su tio
..ecco...ora siamo contenti...
NOTIZIE PIÙ LETTE