Cerca e trova immobili

SVIZZERACala il numero di abitazioni vuote, ma non in Ticino

11.09.23 - 08:59
Il dato più alto nel Cantone del Giura (3,17%). Il Ticino è a 2,17%
Ti-Press
Fonte UST
Cala il numero di abitazioni vuote, ma non in Ticino
Il dato più alto nel Cantone del Giura (3,17%). Il Ticino è a 2,17%

SVIZZERA - Cala il numero di abitazioni vuote in Svizzera. Le cifre, elaborate dall’Ufficio federale di statistica (UST) evidenziano infatti una discesa dello 0,16%. Tradotto, ciò significa che, alla data del 1° giugno 2023 in Svizzera, si contano 54 765 abitazioni vuote, ossia l’1,15% del patrimonio abitativo (case unifamiliari incluse).

Su base annua il tasso di abitazioni vuote è quindi calato di 0,16 punti percentuali. Si tratta del terzo calo consecutivo. Nel complesso, rispetto all’anno precedente si registrano 6731 abitazioni vuote in meno, pari a un calo del 10,9%. È quanto emerge dal censimento delle abitazioni vuote realizzato dall’Ufficio federale di statistica (UST).
 
Su base annua, il tasso di abitazioni vuote ha registrato un decremento di 0,16 punti percentuali, scendendo dall’1,31 all’1,15%. In tutte e sette le Grandi Regioni della Svizzera, al giorno di riferimento (1° giugno 2023) le abitazioni vuote erano meno numerose di un anno prima. Le diminuzioni più marcate della percentuale di abitazioni vuote rispetto all’anno precedente sono state osservate nelle Grandi Regioni del Ticino (dal 2,49 al 2,17%), della Svizzera orientale (dall’1,42 all’1,17%) e dell’Espace Mittelland (dall’1,82 all’1,61%).
 
Confronto tra Cantoni,

I tassi di abitazioni vuote più contenuti sono stati registrati nei Cantoni di Zugo e Ginevra, entrambi con lo 0,42%. Un tasso inferiore al mezzo punto percentuale il 1° giugno 2023 è stato registrato anche nel Cantone di Obvaldo (0,43%). Rispetto all’anno precedente i tassi di abitazioni vuote sono diminuiti in 21 Cantoni e sono aumentati solo in cinque. Il Cantone del Giura (+0,21 punti percentuali attestandosi al 3,17%) ha registrato l’aumento maggiore e con ciò anche il tasso di abitazioni vuote più alto della Svizzera. Tassi di abitazioni vuote superiori alla soglia del 2% sono stati registrati anche nei Cantoni di Soletta (2,39%) e Ticino (2,17%).
 
Meno abitazioni vuote sul mercato
 
In cifre assolute, rispetto al giorno di riferimento dell’anno precedente erano disponibili 6731 abitazioni vuote in meno. I Cantoni che hanno registrato i cali maggiori sono stati quelli di Argovia (–918 unità), Berna (–816 unità) e Ticino (–773 unità). Al pari dell’anno precedente, alla data di riferimento del 1° giugno 2023 il maggior numero di abitazioni vuote è stato registrato nel Cantone di Berna, con 7817 unità. Sono stati invece notificati numeri superiori di abitazioni vuote rispetto all’anno precedente dai Cantoni di Ginevra (+130 unità), Lucerna (+124 unità), Giura (+100 unità), Zugo (+58 unità), Nidvaldo (+16 unità) e Basilea Campagna (+6 unità).
 
Molto meno sfitto tra le abitazioni in affitto e quelle nuove
 
Il giorno di riferimento, 1° giugno 2023, l’offerta di abitazioni in affitto era costituita da 44 213 unità, cioè 8343 in meno (–15,9%) rispetto all’anno precedente. È diminuita dello stesso ordine di percentuale anche l’offerta di abitazioni nuove vuote (non più vecchie di due anni), che al giorno di riferimento comprendeva solo 4131 unità, ovvero 732 in meno dell’anno precedente, segnando un calo del 15,1%.
 
Numero superiore di abitazioni di proprietà e case unifamiliari non occupate sul mercato
 
Il numero di abitazioni di proprietà in vendita è aumentato del 18% (+1612 unità) su base annua. Ciò significa che è stato messo in vendita un totale di 10 552 abitazioni vuote. Al 1° giugno 2023, sul mercato immobiliare in Svizzera sono state inoltre messe in vendita 6124 case unifamiliari non occupate. Rispetto all’anno precedente, ciò corrisponde a un aumento di 795 unità (+14,9%).
 
Aumento delle abitazioni vuote di grandi dimensioni
 
Rispetto al 1° giugno 2022, il numero di abitazioni vuote è diminuito soprattutto per le abitazioni da uno a tre locali (tra il –15,3 e il –15,6%). Si è contratta anche l’offerta di quadrilocali vuoti (–9,8%). Al contrario, alla data di riferimento erano offerte più abitazioni di grandi dimensioni (5 locali e oltre): il 2,9% in più per le abitazioni di cinque locali e un sorprendente 18% in più per quelle con sei o più locali.
 

NOTIZIE PIÙ LETTE