Cerca e trova immobili

SVIZZERA«In tutto il ristorante solo i miei figli non erano al cellulare»

03.08.23 - 21:08
Bimbi e bimbe chini su tablet e telefonini, è questo il ritratto diffuso di un'estate ormai digitale. Quali i problemi, e come comportarsi.
Foto lettrice 20 Minuten
«In tutto il ristorante solo i miei figli non erano al cellulare»
Bimbi e bimbe chini su tablet e telefonini, è questo il ritratto diffuso di un'estate ormai digitale. Quali i problemi, e come comportarsi.

ZURIGO - Sotto l'ombrellone, al parchetto e al ristorante con il viso sepolto nello smartphone. È questa l'estate di molti bambini in età anche relativamente tenera che a castelli di sabbia, chiacchiere, pasticci (e bisticci) finiscono per preferire clip YouTube e giochini su dispositivi digitali mobile.

Una tendenza diffusa che è stata osservata, e riportata, da 20 Minuten. Se da una parte è vero che per i genitori è l'occasione per tirare una boccata d'aria, è anche vero che il consumo di media digitali non è affatto inoffensivo per i più giovani. Stando a uno studio dell'azienda di telecomunicazioni NordVPN in Svizzera un bambino di sei anni ogni quattro ha già un suo telefonino.

«È normale mangiare una pizza in stato catatonico?»

«Ero in vacanza in Liguria e in tutto il ristorante gli unici bambini che non avevano un tablet o un telefonino erano i miei», racconta Letizia*, «anche quando andavamo in spiaggia, tantissimi restavano incollati ai dispositivi, anche per ore. Mi chiedo se sia normale per dei bambini mangiare una pizza in stato catatonico e non parlare, o anche litigare, con fratelli e genitori...».

«Per quanto mi riguarda avere dei bambini che fanno rumore al ristorante è pura normalità», commenta invece Monica*, «va detto però che, soprattutto in Svizzera, gli schiamazzi di questo tipo vengono guardati con molta sufficienza... Io però, francamente, me ne infischio e non voglio "sedare" i miei figli con una clip».

«Un video non è la fine del mondo, ma...»

«Va detto che una clip o un film per una manciata di minuti non sono un problema, non casca il mondo», commenta sempre a 20 Minuten la giornalista e psicologa Anna Miller, «è tutta una questione di misura, il tutto ovviamente dev'essere coltivato in sintonia. Non si può far finta che telefonini e tablet non esistano ma è anche vero che un abuso può portare a problemi gravi, come difficoltà di acquisizione del linguaggio e incapacità a socializzare».

Per quanto riguarda l'uso a tavola, però, sarebbe meglio evitare: «Ci sono ristoranti e hotel che li vietano, inoltre è importante che si instauri un buon rapporto con il mangiare in famiglia e anche con il cibo. Se si associa lo smartphone al cibo, il rischio è che con quest'ultimo si instauri un rapporto poco consapevole e negativo».

Come comportarsi? «Stabilendo chiaramente delle regole, sin da subito, con dei limiti ben chiari di fasce orarie e di quanto tempo passare davanti al telefono. A seconda della loro età i bambini stessi possono essere coinvolti nello sviluppo delle regole, facendoli ragionare sulle controindicazioni di un uso eccessivo. La cosa importante è ricordarsi che si tratta innanzitutto di uno strumento e che può essere usato assieme, in famiglia, in maniera costruttiva e bella: filmando il primo castello di sabbia del nostro bimbo, oppure giocando con la propria figlia a un videogioco per una mezz'oretta la sera, prima di cena». 

*nomi noti alla redazione

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Thomseb 11 mesi fa su tio
Troppo rinco….gli onisce

Scorpion1065 11 mesi fa su tio
penso che chi ha scritto questo articolo dovrebbe farsi gli affari propri.. ognuno è libero di fare ed educare i figli come vuole..

Sergio 11 mesi fa su tio
Vivere e lascia vivere questo è il mio punto di riferimento nella vita si ha già poso tempo per pensare a se stessi e oltre tutto si guarda gli altri ma per rimanere nel milanese vada via ai ciapp 😂😂😂

sdanilo 11 mesi fa su tio
Si può sapere che cosa si può scrivere qua sotto se ho scritto un commento senza offese e parolacce e invece non mi veniva pubblicato ??!! Sembra di essere in una chiesa a messa !!!

Capra 11 mesi fa su tio
Risposta a sdanilo
Sdanilo! Pure a me succede , eppure mai insulto, solo parole toste

Capra 11 mesi fa su tio
Se per litigare, meglio il tablet!

Lukystrike 11 mesi fa su tio
esempio cinese????????, ma vai a vivere in cina se ti piacciono i divieti

TW 11 mesi fa su tio
Risposta a Lukystrike
Commento da persona che vive con un paraocchi. È vero che in Cina ci sono situazioni abominevoli ma sono capaci anche di buone cose. Come essere riusciti a togliere dalla povertà estrema centinaia di milioni di persone per esempio. Per quanto riguarda internet si sono accorti del problema che gli adolescenti e le loro famiglie hanno: a modo loro lo affrontano. Noi invece, secondo me, non stiamo facendo abbastanza. Il mio commento era quinsi uno stimolo per chiederci se a modo nostro, possiamo evitare che tanti ragazzi passino le notti insonni.

TW 11 mesi fa su tio
L'esempio cinese, che limita a 1 ora al giorno l'accesso a internet per i ragazzi sotto i 16 anni, sarebbe da seguire. 😲

Barbi 11 mesi fa su tio
E` veramente triste vedere tutti questi giovanissimi sempre con il telefonino, specialmente al ristorante dove dovrebbe regnare la felicità e allegria per stare in compagnia. Però non sono loro l'esempio arriva da certi adulti che il telefonino non lo mollano mai, nemmeno quando debbono attraversare la strada. Quando poi si vedono bimbi nel passeggino con il telefonino, almeno così la mamma può fare la spesa tranquilla! E`tutto dire!

Cipo72 11 mesi fa su tio
APR-DRONE sei un grande grazie per quanto hai scritto ed aggiungo che sempre di più la rovina di tanti troppi bambini sono purtroppo proprio i loro genitori.

Biancaneve75 11 mesi fa su tio
Sono appena rientrata da una settimana di ferie e ho vissuto le stesse scene: bimbi di tutte le età incollati a Tablet o Smartphone. Qualche volta va bene, ci mancherebbe, qualche anno fa i miei figli sono stati gli ultimi a ricevere il natel in quarta media (gli altri ci bollavano come marziani), ma non bisognerebbe nemmeno esagerare nel darlo sempre più presto. Noi genitori lo utilizziamo molto per lavoro e quindi da sempre è valsa la regola: a tavola niente dispositivi elettronici... i nostri figli sono cresciuti con questa semplice regoletta e a loro volta non hanno mai potuto/non possono portare i loro natel a tavola. In questo modo almeno durante i pasti si comunica :-) perché non c'è come l'avere in mano quell'oggetto e fissare imbambolati TikTok per ore per ammazzare il dialogo.

gigipippa 11 mesi fa su tio
Beh, bisogna anche ricordare che in alcune famiglie non hanno niente da dirsi, in altre la moglie tiene il muso perché cornuta, in altre ancora il muso lo tiene perché è lunatica o scassa i marroni a causa del ciclo. Insomma, il telefonino non è sempre da demonizzare.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a gigipippa
gigipippa: il tuo nick dice molto ma sorvolando... da quello che scrivi, come lo scrivi e la ragione per la quale lo scrivi .... SCUSAMI … ma dovresti chiedere scusa alle donne. Io mia moglie in tutti i casi da te citati la sostengo e la comprendo e l'assecondo con amore, pazienza, lodando tutto quello che fà per la famiglia e per la nostra e mia felicità. Ringraziando che esiste. Non mi nascondo dentro un dispositivo. Io direi che hai scritto una cosa BR|UT|TA molto BR|UT|TA. Chiedere scusa alle DONNE é il minimo .... Poi rileggi 100 volte quello che hai scritto e prenditi 30 minuti per riflettere e cerca, nella tua ve|rgo|gna, di trovare l'energia giusta per costruire un TUO NUOVO FUTURO migliore.

Elisa_S 11 mesi fa su tio
Risposta a gigipippa
Perche con una persona così saggia come te il telefonino non basta. Meglio chiudere direttamente gli occhi e inserire i proteggi timpani da cantiere

gigipippa 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Si, effettivamente chiedo scusa e non intendevo minimamente offendere o sminuire nessuna donna, In particolare, mia moglie ha sempre saputo tenere vivo l’interesse e l’attenzione dei nostri figli, senza neanche dover mai demonizzare le nuove tecnologie. D` altro lato, non penso di dovermi costruire un futuro migliore, sono consapevole di non avere avuto certi problemi, e sono contento di averne superati certi altri. Lo so, anche il mio nickname andrebbe cambiato, ma non è possibile senza rifare un nuovo account

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a gigipippa
Per me perdonato, sicuramente anche per gli altri utenti. Ti stimo per la capacità di autocritica. Andiamo avanti dai che la vita é bella. Saluti...

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Non entriamo nell'ambito ecologico – energetico, ci sarebbe da scrivere una tesi di dottorato, dove non solo i dispositivi consumano energia per funzionare. Ma tutta la filiera da chi produce contenuti, chi li trattiene sui suoi server, chi li distribuisce, chi li scarica milioni di volte. Un giro che per poter mantenersi consuma Terawatt e Terawatt di energia. Purtroppo la gente vede solo quello che tocca e non si rende conto che un semplice video di un gattino pubblicato su Yutube e rimandato 1'000'000 di volte comporta uno spreco di energia globale sul pianeta pari se no superiore al consumo annuo di un veicolo a combustione interna classico. Centinaia di milioni di video = miliardi di metri cubi di C02 e gass serra.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Poi però hanno spesso l’automobilina, la bici, lo scooter elettrico o usano solo mezzi pubblici per pulirsi la coscienza e SICURAMENTE in vacanza ci vanno in Nave e/o Aereo azzerando tutti i loro sforzi energetici compiuti in 12 mesi e aggravando la situazione generale mondiale di altri 3 – 5 anni per ogni vacanzina anti ecologica.

Nikooo777 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
quello che scrivi e' sbagliato. un telefonino normalmente ha una batteria da circa 15Wh, moltiplicato per 8 milioni di abitanti abbiamo una capacita' massima totale di 0.12TWh. Al confronto, con la potenza di un forno da 3kW potresti caricare un telefonino in 18 secondi. questo per dire che in ambito "ecologico" i telefonini non contano niente. Se vuoi aggiungere i server alla filiera, un server che consuma 100-200Wh/h puo' benissimo fornire migliaia se non milioni di utenti, quindi altresi' irrilevante.

Voilà 11 mesi fa su tio
Risposta a Nikooo777
Tenendo conto della fabbricazione e dello smaltimento i telefonini valgono tantissimo, anche perché nessun altro elettrodomestico ha una vita così breve. In ambito ecologico i telefonini valgono moltissimo

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a Nikooo777
Nikooo777: Non hai idea di quanto mi piacerebbe portarti a vedere una Server Room di quelle serie, un data center hyperscale. I dati che citi tu sono inferiori a un PC medio casalingo. Google attualmente consuma 3.374 Kw ora per ogni utente connesso. Dati ufficiali dicono che esistono 1.8 - 2 miliardi di accounts al mondo Google. Sempre dati alla mano vengono eseguite 88.6 miliardi di transazioni annualmente il che corrisponde a +/- 243 milioni di transazioni al giorno. Facendo le dovute proporzioni Google DIVORA NEL MONDO 819 MW. L’energia necessaria a 610'000 abitazioni. Oltre all'energia elettrica, questi stabilimenti consumano anche grandi quantità di acqua, necessaria a raffreddare i server che si scaldano mentre elaborano i dati. I server di Google sono distribuiti su numerosi data center, di cui 6 negli Stati Uniti, Gran Bretagna (Londra), Svizzera (Zurigo), Germania (Francoforte), Belgio, Paesi Bassi, Finlandia e Polonia (Varsavia)e in Asia. Secondo recenti studi, la quantità di energia richiesta da tutti i data center del mondo oscilla tra i 200 e i 500 miliardi di chilowattora all'anno… come vedi il tuoi 100 – 200W non bastano neppure per cominciare a ridere del tuo commento…..

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a Voilà
Voilà: come puoi ben capire leggendo il posto si Nikooo777 l’utente comune ignora una montagna di informazioni. Sono spesso superficiali e vedono solo una spanna davanti al naso. Ci si ferma alla vita di un dispositivo ( tablet , Cellulare, Laptop, computer ecc.. ) alla sua potenza batteria.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
DIMENTICANTO totalmente TUTTA la filiera affinché uno video – messaggio – testo ecc.. postato ( ad esempio video di gattini) scaricato 1 milione di volte da 1 milione di utenti nel mondo comporta.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
A) La corrente per filmarlo

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
B) La corrente per editarlo

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
C) La corrente per postarlo la prima volta, ( Swatch – Firewall, PC, rete privato )

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
D) La corrente per ricevere il file ( Swatch – Firewall, Server, provider di riferimento )

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
* Switch

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
D) La corrente per ricevere il file ( Switch – Firewall, Server, provider di riferimento )

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
E) La corrente per passarlo da un firewall all’altro in giro per il paese (gestione reti nazionali)

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
F) La corrente per recapitarlo al/ai server Youtube sparsi per il pianeta

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
G) La corrente per il suo Backup presso i server Youtube sparsi per il pianeta

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
H) La corrente per redistribuirlo nei vari Cloud nei vari continenti a chi ne fa richiesta

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
I) La corrente per le dorsali internazionali e/o atlantiche

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
J) La corrente per gestire le dorsali nazionali

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
K) La corrente necessaria ai provider nazionali

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
L) La corrente per l’invio dei dati alle antenne GSM – 4G – 5G

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
M) La corrente per trasmettere in etere con le antenne GSM – 4G – 5G

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
N) La corrente per riceverlo passando dai propri ( Swatch – Firewall, PC, rete privato )

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
O) La corrente per riceverlo fisicamente sul proprio dispositivo dispositivo

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
P) La corrente per salvarlo e/o Backup privato

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Q) La corrente per vederlo N° volte sul proprio dispositivo

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
R) La corrente per ri-postarlo agli amici ( tutto il giro dal punto A al N )

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
S) La corrente per ……

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
mi fermo ma potrei benissimo analizzare il tema ancora più nel dettaglio.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
L’utente medio per non dire l’utente (punto) non ha nessuna idea di quanta corrente si consuma per ogni video – testo – messaggio ecc…inviato su Youtube / tiktok / FaceBook, Dissocial ecc. ecc…. e di quanta corrente ci vuole per gestirlo e ripostarlo…. UNA PIAGA che va fermata.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Pensa se affrontassimo i miliardi di post giornalieri che vi sono sul globo inviati passando attraverso i DISSOCIAL MEDIA di ogni sorta... Il popolo della TERRA che usa queste “tecnologie” nel 99% dei casi non comprende che é proprio questa attività ad aver accelerato i problemi climatici.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Il solo fatto di voler essere a tutti i costi SMART usando un'infinità di APP tutte volte a farci fare meno sforzi mentali, fisici ecc.. ma che per poter esistere, seguendo tutta la catena affinché l’APP o il DISSOCIAL funzionano, DIVORANO ENERGIA. Non ci si rende conto che 1 transazione - operazione con il "dispositivo" moltiplicata per centinaia , migliaia, milioni di volte la sua gestione coinvolge una filiera che sommata produce un consumo elettrico SPROPOSITATO di ENERGIA.

Nikooo777 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Sono ingegnere informatico, gestisco server e programmo backend. Le cose che dici sono sbagliate, l'energia impiegata è praticamente nulla a confronto al costo energetico di tutte le altre cose che fai nella vita quotidiana. Per esempio lavare e stirare, cucinare, fate la doccia, accendere l'aria condizionata, guidare... E se vuoi parlare di google, nel 2020 ha consumato 15TWh, di cui la maggior parte compensata dai loro campi di pannelli solari in California e altri progetti simili, certamente non 3.3kWh (e poi per che unità di tempo?) per utente. E cmq se un blade ha un psu da 1kW non significa che il server tiri 1kW.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Consideriamo anche la sostenibilità economica del sistema paese. Milioni di ore produttive perse per star dietro a post, contributi ecc. tutti INUTILI. Un sacco di disinformazione, pasticci e minestroni che portano ragazzini a credere che sia più corretto quello che c'é postato in un determinato DISSOCIAL alle enciclopedie e/o fonti autorevoli. Una perdita di Prodotto interno lordo importante per ore produttive perse a smanettare dei dispositivi dimenticandosi che i datori di lavoro hanno la bruta abitudine di fare gli stipendi a fine mese.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Nostro malgrado gli stessi politici che dovrebbero guidare il paese sono assuefatti dal sistema. Come puoi chiedere di debellare una piaga quando il medico è la piaga è lui stesso l’origine del problema ?

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
I politici che oggi puntano tutto sui DISSOCIAL .. questo è uno dei MASSIMI indicatori di quanto tutto il sistema é DISCONNESSO dalla reale vita quotidiana del pianeta. Tutti incastrati in un sistema che serve ESCLUSIVAMENTE a rilasciare dopamina nel cervello e far credere di aver raggiunto un limbo di serenità, appagatezza, ed a elaborare ogni sorta di strategia mentale per GIUSTIFICARE l’uso sfrenato per ogni ambito realizzando ogni sorta di APP e DISSOCIAL al fine di tenere il maggior numero di esseri (NON PIÙ SENZIENTI) iper connessi. Questo perché se perdi i “seguaci” non si hanno argomenti REALI per attirare l’attenzione. La piattezza fatta persona incapace di riconquistare la fiducia dell’elettorato, del cliente, del vicino, del chi che sia. Di fare la VERA differenza rispetto al prossimo, vicino, concorrente, competitors.

Privato Pinco 11 mesi fa su tio
Mangiare in pace senza distrazioni divrebbe essere la regola, questo per il bene del nostro corpo. Mangiare usando tt i sensi aiuta al benessere psico/fisico sia negli adulti che nei bambini. Sarebbe auspicabile un divieto di utilizzo dei telefonini nei ristoranti, affinché tutti possano ritrovare il senso conviviale di questo momento importante della giornata. Hai ristoratori poi l'invito di consegnare ai bambini colori e una tovaglietta bianca sulla quale possano disegnare, magari con un incentivo/omaggio di una pallina di elato a chi fa un disegno Basterebbe poco

Lukystrike 11 mesi fa su tio
Risposta a Privato Pinco
Sì certo poi vietiamo di ruttare, vietiamo di parlare a voce alta, vietiamo di ridere perchè disturba, ma siete capaci di guardare all’interno della vostra famiglia?, senza guardare gli altri?, stareste molto meglio sai?

AddavenìBaffone 11 mesi fa su tio
Risposta a Privato Pinco
Divieti, divieti, divieti. Divieto di usare il cellulare, divieto di guardare la televisione dopo un certo orario, divieto di utilizzare la propria automobile a motore termico, divieto di abitare nella propria casa se non dotata di cappotto per migliorare l'efficientamento energetico, divieto di possedere una caldaia. Ma quanto è bello il nuovo proibizionismo sostenuto dai progressisti, quello non fatto nel nome della morale ma della “scienza”, o meglio, della loro visione della scienza intesa come neo-religione laica e, proprio per questo motivo, chiusa al dibattito con eventuali scienziati dissenzienti.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a Lukystrike
Lukystrike: capisco sia per difficile vedere oltre. coloro che hanno un problema comportamentale sono i i genitori e i loro ragazzi dispositivo dipendenti e non il contrario. Se per te é naturale RUTTARE al ristorante GRIDARE e RIDERE SGUAIATEMENTE spero di non incontrarti mai potremmo avere delle DIVERGENZE da risolvere oltre la porta del ristorante.

Lukystrike 11 mesi fa su tio
Ma che brave queste mamme😂 gli unici senza tablet i loro figli, mi piacciono le persone che tolgono ogni occasione per lodare i propri figli, criticano i bambini al cellulare e danno molto bene il buon esempio affrettandosi a scrivere su tio ma per favore, godetevi le vacanze e cercate di guardare quello che fate voi e non quello che fanno gli altri

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a Lukystrike
E a giusta ragione se questa fosse la ragione. Ma bravi pure i papà caro Lukystrike ... ma davvero bravi perché é una lotta continua grazie alla piattezza delle istituzioni e dei concittadini che ci stanno attorno. Ci costa molta energia ma saremo ben ripagati in futuro dove la nostra prole ci ripagherà mille e mille volte ogni nostro più grande sforzo rendendoci genitori IPER ORGOGLIOSI. E non ci servirà guardare a destra e sinistra per cercare nel prossimo una lacuna al fine di glorificare e glorificarci per il lavoro svolto. Lo spessore raggiunto sarà de facto irraggiungibile..... e lo vediamo già oggi alle secondarie e al liceo i nostri figli hanno una marcia in più, una consapevolezza della vita diversa, uno spessore caratteriale, una dedizione al lavoro e agli obiettivi, empatia, creatività, capacità cognitive, una naturale capacità al problem-solving, al safemade ….. ma pensa Lukystrike una cerchia di coetanei vasta ben oltre il municipio, città d’appartenenza., oltre confine, oltre cantone con plurilinguismo… senza mai eccedere e/o vivere dentro a un dispositivo…. Immagino per te impossibile da comprendere… Auguri ti auguro ogni bene

La verità 11 mesi fa su tio
#idiocracy

vulpus 11 mesi fa su tio
Si critica una situazione, quando i primi sono gli adulti a tenere questo atteggiamento. Sembrerebbe che se non si è attivi sempre caschi il mondo. Ma anche per le continue notizzie che drammatizzano la quotidianità: fatte le vacanze senza connessione in questo senso: una tranquillità assoluta , e il mondo ha continuato a girare per conto suo.

La verità 11 mesi fa su tio
Risposta a vulpus
Gli adulti bevono alcolici, ma non per questo facciamo bere i bambini...

F/A-19 11 mesi fa su tio
Risposta a La verità
Però diamo il cattivo esempio, pessima cosa dare il cattivo esempio, difficile poi far capire ad un bambino di non fare una cosa se il primo a farla è chi deve insegnare.

Tirasass 11 mesi fa su tio
Come in tante altre cose è una questione di misura. Di certo i bambini per il loro sviluppo hanno bisogno di fare esperienze differenziate: corporee, cognitive, sensoriali e sociali. Il digitale dovrebbe essere al minimo proprio per consentire curiosità verso il mondo "vero"

Don Quijote 11 mesi fa su tio
Ogni epoca ha i suoi vantaggi e svantaggi, la miglior cosa da fare è adattarsi e guardare avanti senza voltarsi e perdere tempo con utopie appartenenti al passato. I Michelangelo di oggi preferiscono il PC al posto della matita.

Elisa_S 11 mesi fa su tio
Spero almeno che i dati siano disattivati. Non si ha la minima idea di quante radiazioni emanano (campi elettromagnetici) quegli aggeggi. Oltre a rovinare la vista . D altronde anche noi adulti non diamo il buon esempio. Basta guardare in giro e immaginare come un bambino possa in seguito concludere che e normale essere disconnessi dal mondo reale per connettersi a quello virtuale

Milite Ignoto 11 mesi fa su tio
Risposta a Elisa_S
Si sì io metto anche su una cover piombata…. Pesa 27 kg il telefono ma giuro che non arriva neanche un onda elettromagnetica

MuccaMilka 11 mesi fa su tio
Risposta a Milite Ignoto
🤣

MuccaMilka 11 mesi fa su tio
Risposta a Milite Ignoto
hahah

Lukystrike 11 mesi fa su tio
Risposta a Milite Ignoto
Ahahahahahaha

Elisa_S 11 mesi fa su tio
Risposta a Milite Ignoto
C e poco da ridere. Cerca luce blu (led) e vista bambini. Inoltre le radiazioni elettromagnetiche su un bambino non hanno lo stesso effetto per un adulto. Si misura in volt per metro o watt al centimetro quadrato. Tanto per chiarirsi le idee. Non dico di spegnere tutto ma essere coscienti di quello che c e ma non si vede. Poi ognuno pensa per sé.

Boh! 11 mesi fa su tio
Mia nonna diceva a mia mamma che a tavola non si ascolta la radio… mia mamma diceva a noi figli che a tavola non si guarda la televisione…. e ora noi genitori diciamo ai nostri figli che a tavola non si guarda il telefonino…. Trattasi unicamente di adattare una semplice regola che vale da sempre…☺️

Jeyschweiz 11 mesi fa su tio
Risposta a Boh!
Assolutamente d'accordo con te. Ci si dimentica che a volte anche noi adulti siamo stati bambini e che le stesse "ramanzine" che ora facciamo ai nostri figli, le abbiamo ricevute a nostra volta. Come tutto bisogna usare la testa e il buon senso.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a Boh!
Tua nonna e tua madre avevano ragione. Qunado si mangia a tavola TUTTI ASSIEME la Tv e la Radio DEVONO ESSERE SPENTE !! Ascoltate i vostri figli, mogli, mariti e padri. Ma che di|avo|lo di famiglie siete ??

S.S.88 11 mesi fa su tio
Miei figli niente cose elettroniche, quando si esce di casa faccio preparare lo zainetto con dentro lego, cose da colorare e giochi di logica da risolvere! Mi do una pacca da sola sulla spalla perché mi fanno tutti i complimenti per come sto educando i miei figli. Raccapricciante quanto egoismo da parte dei genitori perché siamo noi genitori a dare le regole, ma evidentemente e’ più facile non avere discussioni, avere figli ebeti e Rin con glion iti

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a S.S.88
S.S.88: Quoto tutto in toto. Noi abbiamo 2 figli 14 - 17 anni e da sempre CON I NOSTRI GESTI abbiamo insegnato loro a vivere nella VITA REALE. Dispositivi ??? ZERO. Noi genitori FATICHIAMO a usare un tablet / cellulare più di 1 , 5 ore LA SETTIMANA !! Parliamo di 15 - 20 min. al giorno. NESSUNO di noi é iscritto in piattaforme di nessuna tipologia dette DISSOCIAL. È una piaga sociale, il 90 - 98 % della popolazione ci vive dentro credono sia una cosa normale e si auto giustificano come fanno i tossici o gli alcolizzati ma è tutto ANORMALE, fortemente disturbato Gravemente Malato. I governi DEVONO INTERVENIRE perché c’è in gioco non solo la salute mentale della popolazione da 0 - 100 anni.

Jeyschweiz 11 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Che commenti estremi... Non so con chi avete a che fare di solito, la mia cerchia di amicizie e i famigliari (tra cui molti bambini) usano il cellulare con testa e cognizione. Come in tutto, bisognerebbe trovare la via di mezzo, è impensabile crescere un bambino completamente estraneo alla tecnologia, anche perché per alcune cose è utile. Ribadisco, bisogna solo trovare un equilibrio tra il troppo e il nulla.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a Jeyschweiz
Jeyschweiz: Cito: È impensabile crescere un bambino completamente estraneo alla tecnologia. Questo é emblematico di come una grande fetta di popolazione vive incastrata in un sistema costruito tutto attorno con pochissime possibilità di vedere oltre. Io la definisco una malattia. Eppure acnhe se i ostri figli non hanno il morbo della iperconnessione la tecnologia non é cosa astratta .... Caro/a Jeyschweiz viviamo vite opposte....

Lukas82 11 mesi fa su tio
Ogni genitore decide per i propri figli. Io sono quello con zainetto e al interno giochini Kinder fogli e pennarelli. Ho fatto figli per interagire con loro, litigare, ridere!! Se non volevo noie mi compravo un cane.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a Lukas82
Lukas82: in profumo di beatitudine.... ma mi sa che viviamo cosi in pochi leggendo cosa postano... Terrificante !!! siamo circondati da una pletora di disadattati convinti di vivere TOP, IN, COOL, FASCHION, di fare gli INFLUENCER, la grana con il fakanzzismo all'ennesima potenza... E questi ci manterranno quando siamo in pensione ??? ANCHE NO grazie quando sarà il momento mi arrangio da solo ritirerò tutto e emigro ....

Aeriolo 11 mesi fa su tio
Brava signora avrà dei figli che diverranno adulti eccelsi a differenza di tutti gli altri che saranno gregge. Ascoltate Umberto Galimberti cosa dice in merito, è devastante il numero di minus senza sentimenti che in un paio di decenni avremo davanti a noi.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a Aeriolo
Aeriolo: esattamente la nostra esperienza porta dei ragazzi di 14 - 17 anni ad essere particolarmente avanti rispetto ai coetanei. tanto da mandarli a studiare secondarie e liceo in altro cantone .... con obiettivi eccelsi. Distinguersi dal gregge, mollare le cattive abitudini. Qualcuno ha postato commenti riferiti al passato e all'uso della TV o della Radio a suo tempo. Bene la TV é un elettrodomestico e tale deve essere. Non é la babysitter . Le ore davanti a una TV sono tolte allo studio, alla lettura, all'interazione tra individui. Ore che devono permettere di crescere e fare proprie cultura e attenzioni ai dettagli. Questo permette di crescere uomini e donne del futuro. Rimanere inebetiti, rim|bam|iti davanti a uno schermo ore e ore a guardare infinite series e/o filmini di terz’ordine inutili e fini a se stessi scialacquando tempo é di una piattezza tale da accapponare la pelle.

Brissago 11 mesi fa su tio
Qui da noi un pet una scorreggia e già uno schiamazzi! detto questo detto tutto!

IaM 11 mesi fa su tio
Mettiamola così... E se non servisse più comunicare faccia a faccia? Meglio tramite chat, si formerebbero meno rughe di espressione....

mali 11 mesi fa su tio
...e di certo non imbesuendoli con mezzi elettronici "almeno non rompono le OO"!!

mali 11 mesi fa su tio
cara signora monica: a tavola, anche al ristorante, si mangia, si beve , si chiacchiera senza schiamazzi e ci si comporta educatamente. anche, e soprattutto, i bambini, senza bisogno di sedarli, ma semplicemente educandoli e dando loro certe regole di comportamento!!!!

Mirketto 11 mesi fa su tio
Risposta a mali
🔝

LoveYourCountry 11 mesi fa su tio
Risposta a mali
Ottimo commento! Ma quale normalità che i bambini al ristorante si comportano come animali, ci sono dei limiti! Vi è anche altra gente che è venuta a godersi la cena. Inoltre, se non si riesce a farli stare tranquilli, che non escano a cena al ristorante…

Scherpa61 11 mesi fa su tio
Risposta a mali
mali Mi hai tolto le parole di bocca, concordo pienamente.

Dex 11 mesi fa su tio
Con tutti gli investimenti a nostre spese,su ricerche inutili….uno studio sugli effetti che provocano questi strumenti. Mai??? Aggiungo che la ricerca troverebbe un vasto appoggio pubblico.

FaNaGhiGarii 11 mesi fa su tio
Aah, non vedo l'ora di mangiarmi un bel tablet con l'immagine di un'orata al cartoccio!

S.S.88 11 mesi fa su tio
Risposta a FaNaGhiGarii
🤣

Johnnybravo 11 mesi fa su tio
L'interazione faccia a faccia è basilare anzi oserei dire fondamentale per lo sviluppo sociale ed emotivo dei bambini. L'uso eccessivo dei dispositivi tecnologici può ridurre l'opportunità di interagire con gli altri, limitando la capacità di sviluppare competenze sociali importanti come l'empatia, la comunicazione verbale e non verbale e la gestione delle emozioni. I bambini potrebbero anche mostrare una maggiore tendenza all'isolamento e alla dipendenza dalla tecnologia. Seppur vero che molti dispositivi tecnologici offrono giochi e app educative, è importante trovare un equilibrio tra l'apprendimento digitale e quello tradizionale. L'uso eccessivo dei dispositivi può portare a una minore attenzione e concentrazione durante le attività scolastiche e può influire negativamente sulle capacità cognitive e di problem-solving ( la capacità di risolvere problemi) dei bambini, sarebbe inoltre importante Impostare limiti di tempo per l'uso dei dispositivi (non dico come l'articolo sulla Cina, per chi sa di che parlo, ma quasi😁🙈) e assicurarsi che i bambini trascorrano anche del tempo in attività all'aperto, interagendo con gli altri e impegnandosi in attività creative. Buona cosa sarebbe anche incentivare i bambini a partecipare a giochi tradizionali, leggere libri, fare attività artistiche o praticare uno sport. Questo favorirà lo sviluppo di abilità sociali, creative e motorie. Logicamente ci vuole impegno… sopratutto da parte dei genitori 😉. Rafforzare i legami familiari e promuovere un uso più sano e bilanciato della tecnologia proponendo pasti senza dispositivi e attività ricreative da fare insieme. Questo aiuterà a rafforzare i legami familiari, almeno si spera 🤞😁. Non da ultimo, noi adulti, dovremmo esere d'esempio, I bambini tendono a imitare il comportamento degli adulti, quindi è importante che gli adulti stessi dimostrino un uso equilibrato e responsabile dei dispositivi tecnologici, sennò tanto vale… si predica bene e si razzola male… ho fatto pure rima 😂🤣

S.S.88 11 mesi fa su tio
Risposta a Johnnybravo
Tutto perfetto!

Tirasass 11 mesi fa su tio
Risposta a Johnnybravo
Giustissimo

Dan1962 11 mesi fa su tio
Infatti è puramente inaudito la nuova generazione e più attirata dai social che dalla vera vita

bradipo 11 mesi fa su tio
Risposta a Dan1962
La generazione precedente era invece parcheggiata sul divano con la televisione accesa. La differenza è che oggi l'allora tata Coelco è stata sostituita con una trasportabile....

Blobloblo 11 mesi fa su tio
Risposta a bradipo
Almeno quando si usciva di casa non c’era la tata coelco!!! Credo ci sia una bella differenza

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a bradipo
Coelco ?? forse Normende - Philips - Sony - Panasonic - Radio Tv Steiner ecc. ma allenostre latitudini Coelco ????? Detto questo Bradipo: se i tuoi genitori ti parcheggiavano sul divano mi spiace tanto per te... I Miei NO !!! e la TV era chiusa in un armadio. Cosa che per altro facciamo anche oggi dove possibile. Un oggetto ORRENDO in casa... La si usa con moderazione. Neli anni 70 - 80 - 90 cartoni animati, forse e scrivo forse un filmino il venerdi sera o il sabato e a letto presto perché la domenica mattina si va a messa e ci si arriva ripostati. Tutti gli orari dopo le 21:30 - 22:00 non sono orari per ragazzi. In salotto restano gli adulti / genitori che devono poter avere i loro spazzi per interagire da adulti senza dover nascondersi in casa oppure emigrare fuori casa per affrontare tematiche da a dulti anche fosse solo la scleta del colore di un amaglietta. Ma che di|av|olo di famiglie siete ?

bradipo 11 mesi fa su tio
Risposta a Blobloblo
Su questo concordo, ma il merito più che umano era da attribuire ai limiti tecnologici.

APR-DRONE 11 mesi fa su tio
Risposta a bradipo
Bradipo: Quindi per te erano e sono stati i limiti tecnologici ?? Spero lo scrivi tanto per scrivere.. sono sicuro che durante la tua infanzia i tuoi genitori SICURAMENTE ti hanno dato MOLTO ma MOLTO di PIÙ. Posso solo pensare che nel malaugurato caso fossi stato tuo fratello ( in una situazione da parcheggio davanti la TV ) scappavo di casa e chiedevo asilo ad un'altra famiglia..... Mamma mia che livello. Per noi IMPOSSIBILE anche solo sognare una situazione cosi orrenda. Un INCUBO ma di quelli che ti fanno male dentro per anni e anni.

Noldino 11 mesi fa su tio
Purtroppo è così, ma queste famiglie quando entrano in un locale almeno salutano? Oppure dopo aver posteggiato il suv cominciano ad assumere la posizione prona avvicinandosi al ristorante pronti a pippolare sulla tastiera in attesa della sbobba da censire su Tripadvisor di turno ?

Dapat 11 mesi fa su tio
Risposta a Noldino
Non capisco la relazione con il SUV, chiedo

Noldino 11 mesi fa su tio
Risposta a Dapat
Vero, poteva essere anche un utilitaria, mi é venuta così, una fotografia della famigliola moderna nella mia testa, mi sono immaginato i display a colori attaccati ai poggia testa per fare guardare i film ai piccini e farli stare buoni… dentro ad un suv da 2600 kg ( da più spessore al pensiero )

Emi79 11 mesi fa su tio
Una risposta alla signora Monica*: dice che se ne infischia se al ristorante i figli fanno schiamazzi! non li vuole sedare ... non dico di sedarli ma di educarli che si devono rispettare le altre persone che sono anche loro in vacanza e desiderano una serata, non di co tranquilla, ma di schiamazzi anche no ... grazie. Più educazione.

Van H 11 mesi fa su tio
Risposta a Emi79
educazione non vuol dire snaturare la natura di un bambino e farlo diventare nei modi un adulto.. anche se purtroppo molto spesso capita.. proprio per pudore verso quello che penseranno gli altri.

cle72 11 mesi fa su tio
Risposta a Van H
Ma cosa scrive? siamo stati tutti bambini e nessuno è stato snaturato, nel rispettare le altre persone. A tavola si stava composti e si mangiava in modo educato, parlando e ridendo senza dare fastidio ai vicini di tavolo. Questa è educazione che bisogna tramandare ai figli. Ma penso che nella maggior parte dei casi, oramai è tardi. Basta leggere simili cose per capire dove siamo oggi.

Van H 11 mesi fa su tio
Risposta a cle72
cle72 penso che la signora dell articolo si riferisse proprio a questo. oggi vogliono i bambini muti e chini sul telefono e se ridono e scherzano son gia schiamazzi per qualcuno...

cle72 11 mesi fa su tio
Risposta a Van H
Oggi è più semplice dare a un bambino un tablet o un telefonino, invece di parlare con loro e spiegare le regole del buon vivere. Prendi il telefono e non "rompere" poi se capita che gli si dice di no, il telefono è scarico apriti cielo, iniziano le crisi di nervi. Quanti no servirebbero oggi...

S.S.88 11 mesi fa su tio
Risposta a cle72
Quante volte sento dire: prendi il telefono e non rompere! E’ all ordine del giorno, colpa dei genitori che non sanno più educare! Ma perché sono i primi malati di telefono!!
NOTIZIE PIÙ LETTE