SVIZZERAFiglie di una “mamma mandorla”: «Se fossi più magra saresti più carina»

24.01.23 - 21:31
Madri che sorvegliano in maniera ferrea la linea delle figlie, le storie sbarcano su TikTok: «Mangiavamo 500 calorie al giorno»
20 Minuten/Getty
Figlie di una “mamma mandorla”: «Se fossi più magra saresti più carina»
Madri che sorvegliano in maniera ferrea la linea delle figlie, le storie sbarcano su TikTok: «Mangiavamo 500 calorie al giorno»

ZURIGO - Mamme fit e con un imperativo categorico: il look che viene imposto ai figli e, soprattutto, alle figlie. Sono le “mamme mandorla”, nome dato dal web e che prende spunto da Yolanda Hadid, mamma delle celebri top Gigi e Bella e che spesso e volentieri concedeva loro come pasto «solo due mandorle, ben masticate».

Il fenomeno è tornato in auge grazie ai social e a TikTok che hanno rilanciato il tema con storie di vita vissuta. 20 Minuten ha raccolto quelle delle sue lettrici.

«Mia mamma è super magra e atletica, ha un'attenzione maniacale riguardo a quello che mangia, beve molta acqua e non esagera mai», racconta Francesca*, 29enne. «Fino ai 15 anni ero magra e andava tutto bene», ricorda la giovane, «poi sono intervenuti gli ormoni e la mia forma è cambiata. Da quel momento in poi non ho mai avuto una pancia piatta», e da lì - racconta la zurighese - il rapporto con la madre è cambiato: «non si risparmiava nemmeno un commento, mi diceva “E adesso cosa mangi?”, “Ma cosa stai mangiando ancora?”». 

Per evitare che Francesca mangiasse aveva anche incatenato e lucchettato la dispensa: «C'è una sua frase che mi risuona ancora in testa: “Se fossi più magra saresti più carina”». Una stilettata che si è poi tradotta in trauma e che l'ha portata a soffrire di disturbi alimentari, un tunnel oscuro partito nell'adolescenza e che continua ancora oggi. «Alla fine me ne sono andata di casa, e da allora sono seguita da uno psicologo».

Se per lei alcune cose sono cambiate, non è lo stesso per sua mamma: «Ancora adesso, a distanza di anni, fa commenti sul mio aspetto e sulla mia linea», conferma la 29enne.

*nome noto alla redazione

Le origini del trauma? Quello che dicono i genitori pesa sui figli

«Facevo gara con mia mamma», arrivavamo a 500 calorie a testa al giorno afferma un'utente TikTok; «Non mi è mai stato permesso di mangiare cioccolata», racconta un'altra, «addirittura ha chiamato a scuola per chiedere che non me ne dessero». Ma basta questo per portare a una patologia alimentare? La risposta della psicologa nutrizionista Gigia Saladin: «È una cosa complessa, di solito intervengono più fattori. Oltre allo sviluppo e alle influenze socioculturali intervengono anche esperienze traumatichw all'interno della sfera famigliare: abusi fisici, psicologici o sessuali o anche iperprotezione». Quello che dicono i genitori ha però sempre un peso non trascurabile: «Quasi tutti i miei clienti avevano madri che dicevano loro di mangiare di meno», commenta la psicologa nutrizionista Brigitte Jenni.

COMMENTI
 
volabas56 1 sett fa su tio
Mamma è una parola importante , diciamo che per questa e per quelle come lei bisogna cambiare aggettivo.
APR-DRONE 1 sett fa su tio
Non é una questione di mamma li, mamma la, ma di cultura. Il caso in oggetto deve ricevere supporto psicologico per superare meccanismi della mente ingrippati per bene. Ma domandiamoci TUTTI quale mondo ci stiamo cucendo addosso. Un sacco di gabbie mentali che NOI STESSI, la nostra società, CONSAPEVOLMENTE ci stiamo costruendo tutto attorno. Un Mondo che in seguito regaliamo o regaleremo alle nuove generazioni. Tutto oggi è concentrato ad essere connesso a oltranza, tutto in APP, solo Dissocial dove postare tutto e più degli altri con il fine ultimo di avere + followers del tuo vicino. Vivere dentro i dispositivi ma TOTALEMTNE SCONNESSI dalla realtà. Dove solo l’apparenza è importante, vivere sopra le righe sommersi dai debiti con una immagine di se stessi labile. Sono 20 anni e + che tale modo di vivere è la NORMA. Dove è più importante una bella auto (leasing) dove l’ultimo modello del cellulare è TOP sempre in (Leasing), dove se non ti ricopri di marchi stilosi sei OUT, se non sei magretto/a come vogliono GLI ALTRI se fuori dal giro. Anche se non hai i soldi per mangiare l’importante è fare le vacanze nei luoghi IN – TOP, mangiare nel ristorante X e via di seguito. Un continuo rincorrere il NULLA. Belle donne e ragazze che non contente si “RITOCCANO” di tutto diventando MOSTRI. Ma loro si che sono STILOSE. Non parliamo poi del sesso maschile peggio delle prime. Dite grazie a TUTTI i DISSOCIAL MEDIA ora che hanno trapanato il cervello per bene alla generazione 80’ – 90’ si concepiscono figli ai quali gli si propina quello che si crede sia giusto avendolo vissuto per 20 anni rovinando le nuove generazioni. Sconnettetevi e concentratevi sulla vostra vita TERRENA REALE.
Adegheiz 1 sett fa su tio
È solo l’ennesima forma di abuso nei confronti dei figli, di che meravigliarsi?
gufo 1 sett fa su tio
sono d'accordo con Fulisca... che vergogna una madre che tratta così una ragazza... se la mamma non vuol mangiare sono affari suoi, ma la figlia la deve crescere come Dio comanda... Queste mamme si devono solo vergognare...
JenaPlisckin 1 sett fa su tio
...che poru mund
Hellwetic 1 sett fa su tio
Che madre stronz@, figuriamoci domani come suocera.
dan007 1 sett fa su tio
Basta tik tok sono tutte in competizione voi donne siete terribili
Fulisca 1 sett fa su tio
Inconfutabile risultato di una società basata sul pregiudizio e su blandi valori esistenziali. Una vergogna
Brissago 1 sett fa su tio
Pienamente d'accordo con il tuo pensiero
NOTIZIE PIÙ LETTE