Immobili
Veicoli

SVIZZERACausa maltempo, mancano 20mila tonnellate di cereali

10.06.22 - 10:54
Il raccolto negativo del 2021 ha costretto il Consiglio Federale ad aumentare le importazioni di frumento.
Deposit
Fonte ATS
Causa maltempo, mancano 20mila tonnellate di cereali
Il raccolto negativo del 2021 ha costretto il Consiglio Federale ad aumentare le importazioni di frumento.

BERNA - A causa del raccolto scarso del 2021 dovuto a condizioni climatiche sfavorevoli, il Consiglio federale ha deciso oggi di aumentare il contingente d'importazione per cereali quali frumento, segale e spelta di ulteriori 20 mila tonnellate. La nuova regolamentazione entra in vigore a inizio luglio.

Grandine, basse temperature e frequenti precipitazioni hanno influenzato negativamente dal profilo quantitativo e qualitativo il raccolto cerealicolo del 2021 in Svizzera e in ampie zone dell'emisfero settentrionale, spiega una nota governativa odierna.

In Svizzera, il raccolto di cereali panificabili si è attestato a 304 mila tonnellate, in flessione del 25% circa rispetto a quello degli anni precedenti. Su richiesta del settore, a inizio maggio il governo aveva già incrementato di 40 mila tonnellate il contingente doganale dei cereali panificabili che ammonta a 70 mila tonnellate. Secondo la categoria, per coprire il fabbisogno indigeno di cereali panificabili sono però necessarie ulteriori importazioni.

Alla luce di questa situazione, l'esecutivo ha quindi deciso d'incrementare nuovamente il contingente doganale per il 2022; 10 mila tonnellate andranno importate a partire da inizio settembre e il resto da novembre.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA