Immobili
Veicoli

SVIZZERALa nuova dimensione della cybercriminalità: le dichiarazioni fiscali sul darknet

09.11.21 - 22:03
Nel weekend informazioni sensibili di cittadini e imprese sono stati sottratti a una fiduciaria e pubblicate online
Imago (immagine illustrativa)
La nuova dimensione della cybercriminalità: le dichiarazioni fiscali sul darknet
Nel weekend informazioni sensibili di cittadini e imprese sono stati sottratti a una fiduciaria e pubblicate online

ZURIGO - Le dichiarazioni fiscali di cittadini e imprese elvetiche sono state rese pubbliche sul darknet. Ne ha dato notizia Le Temps, che parla di una nuova dimensione della cybercriminalità.

I documenti sarebbero stati sottratti a una fiduciaria attiva nei cantoni Svitto e Zurigo, che tuttavia non ha risposto alle sollecitazioni del quotidiano romando. Fatto sta che le informazioni sono state caricate sul darknet tra venerdì e sabato scorsi, come scoperto da uno specialista.

L'ipotesi è che dopo il furto elettronico dei documenti, i cybercriminali abbiano chiesto alla fiduciaria di pagare un riscatto. A seguito del mancato pagamento, le informazioni sono dunque state rese pubbliche.

Si tratta delle dichiarazioni fiscali per il 2020. Ma per alcuni clienti sono state rese accessibili le informazioni relative all'intero periodo compreso tra il 2004 e il 2020, con tanto di dati personali, bollettini di versamento, informazioni bancarie e ipoteche.

Tobias Ellenberger, esperto di sicurezza informatica, dalle colonne della testata romanda spiega che attacchi di questo genere sono sempre più frequenti. E vengono prese di mira in particolare le piccole imprese, che non hanno le risorse umane e tanto meno il know-how necessario per proteggersi a sufficienza.

NOTIZIE PIÙ LETTE