Deposit
ZURIGO
01.08.2021 - 14:110
Aggiornamento : 15:08

Meno mascherine in ufficio, e salgono i contagi a Zurigo

Aumentano anche le persone che contraggono il virus sui mezzi pubblici.

Ma estrapolare i dati a livello svizzero è più difficile, afferma l'UFSP.

ZURIGO - Nonostante un numero di contagi relativamente alto, le persone hanno ripreso a muoversi come prima della pandemia. La conferma arriva da uno studio sulla mobilità dell'ETH. Non c'è dunque da stupirsi se il tracciamento dei contatti mostra un aumento di contagi sui mezzi pubblici nel Canton Zurigo. 

Nella settimana che va dal 19 al 25 luglio, 33 persone sospettano di essersi infettate sui bus o treni (il luogo dell'infezione è stato confermato per tre persone). Un aumento decisamente significativo rispetto alle scorse settimane. 

Stesso discorso per quanto riguarda i contagi sul posto di lavoro: 70 persone sospettano di essersi ammalati in ufficio (38 i casi in cui il contact tracing ha confermato il luogo dell'infezione). 

Tuttavia l'ambito familiare è il luogo dove avvengono maggiormente le infezioni (e anche dove è più facile il tracciamento). 

Indossare la mascherina - «Sappiamo che la variante Delta ormai rappresenta circa il 90% delle infezioni» ha dichiarato a 20 Minuten Beat Lauper, capo del gruppo direttivo del contact tracing. Ricordando il fatto che la maggior parte delle infezioni avvenute sui mezzi pubblici rimane solo sospetta, aggiunge: «È importante che la mascherina venga indossata correttamente quando si utilizzano i mezzi pubblici». 

E per quel che riguarda l'ufficio, Lauper commenta: «Potrebbe essere dovuto al fatto che dalle ultime disposizioni è il datore di lavoro a scegliere se far indossare o meno le mascherine sul posto di lavoro. Nei sondaggi si vede chiaramente che le misure di protezione vengono meno osservate». 

Nel resto della Svizzera - I dati si riferiscono al Canton Zurigo. Ma com'è la situazione in Svizzera? Non si sa. «I Cantoni ci informano regolarmente sui vari focolai. Ma sulla base di queste informazioni non è possibile determinare i luoghi esatti dei contagi a livello svizzero» ha dichiarato a 20 Minuten il portavoce Daniel Dauwalder. L'UFSP però conferma che i luoghi di contagio sono quelli in cui le norme igieniche e di distanza, nonché l'uso della mascherina, sono meno rispettati, soprattutto in ambienti chiusi e poco ventilati. 

FFS e Autopostale invece non hanno voluto commentare i dati del Canton Zurigo. Sul sito delle FFS si può però leggere: «Secondo lo stato attuale delle conoscenze, non vi sono prove di un aumento del rischio di contagio a bordo dei veicoli FFS con impianti di climatizzazione/ventilazione accesi».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 08:16:59 | 91.208.130.87