Immobili
Veicoli
Tipress (archivio)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
3 ore
È salito sulla gru perché «pensava che qualcuno lo volesse uccidere»
La sorella: «Sapevo che a un certo punto la situazione sarebbe degenerata, da tempo chiedevamo un ricovero forzato»
FOTO
ZURIGO
3 ore
Manifestazione non autorizzata, chiusi i ponti della città
Secondo quanto indicato dalla polizia, il corteo si è formato in relazione al Wef di Davos. Una donna in ospedale
FOTO
GINEVRA
7 ore
Grande incendio vicino all’aeroporto di Ginevra
Il traffico aereo è rimasto perturbato con conseguenti ritardi e disagi per i passeggeri.
SVIZZERA
9 ore
Verso un "calmiere" per i premi
Il Ps chiede un tetto del 10% del reddito familiare. La Commissione sanità del Nazionale propone un controprogetto
SVIZZERA
9 ore
Violenza domestica: più tutela alle vittime
Il Parlamento ha approvato oggi due mozioni che prevedono l'allontanamento dall'abitazione degli autori della violenza.
ZURIGO
10 ore
Una ciclista si scontra con un tram
La donna è stata trasportata in ospedale in condizioni critiche
VALLESE
11 ore
Abbattuto un lupo in Vallese, proteste degli ambientalisti
Le autorità vallesane comunicano di voler "regolare il sovrappopolamento dei lupi entro sei mesi".
GRIGIONI
11 ore
Perde il controllo e va a sbattere in galleria
Disavventura per un centauro italiano, che è stato trasportato in ospedale da un elicottero della Rega
VALLESE
11 ore
Escursionista morto in Vallese
Nella serata di ieri era stato dato per disperso. Si trattava di un novantunenne della regione
SVIZZERA
11 ore
In arrivo il farmaco Paxlovid
La Confederazione ha trovato un accordo con Pfizer per 12'000 confezioni
BASILEA CAMPAGNA
12 ore
Entra e minaccia le impiegate con una barra di metallo
Un rapinatore si è fatto consegnare diverse migliaia di franchi questa mattina a Frenkendorf
BERNA
14 ore
Cinesi schiavizzate sessualmente, cinque arresti nel canton Berna
La polizia bernese ha arrestato tre uomini e due donne per tratta di esseri umani e istigazione alla prostituzione.
GRIGIONI
14 ore
«La Svizzera non è un'isola di sicurezza»
Droni dell’esercito per monitorare l'intera zona del WEF. L’edizione di quest'anno costerà quattro milioni in più.
SVIZZERA
15 ore
Elettricità sempre più cara: aumenti fino al 20%
La guerra in Ucraina ha accentuato una tendenza già presente in Svizzera.
GRIGIONI
15 ore
Scontro fra treni: colpa di una disattenzione
L'incidente nel 2019 nel tunnel del Vereina. Dagli accertamenti è emerso che il macchinista non aveva visto l'halt
SVIZZERA
17 ore
Un futuro alternativo per la Patrouille Suisse
Con l'acquisto degli F-35A, non saranno mantenuti gli F-5 Tiger della pattuglia acrobatica. Amherd cerca una soluzione
SVIZZERA
17 ore
Rischio di scossa elettrica, Media Markt richiama il caricabatteria
Il prodotto deve essere riconsegnato. Chi lo ha acquistato verrà rimborsato
SVIZZERA / STATI UNITI
18 ore
Il latte in polvere prende il volo per gli States
Oltre oceano il prodotto è attualmente estremamente scarso. Un carico di 22 tonnellate partirà da Zurigo
SCIAFFUSA
18 ore
Si fa dare un passaggio, poi deruba l'automobilista
L'episodio si è verificato negli scorsi giorni nel Canton Sciaffusa. Identificato il ladro sedicenne
FOTO
TURGOVIA
1 gior
Incidente in e-bike, muore un 88enne
A bordo della sua bicicletta elettrica, si è scontrato frontalmente con una Ford Mustang
SVIZZERA
1 gior
Oggi ha fatto caldissimo
Domani pomeriggio sono attese temperature ancora più elevate, si toccheranno i 33 gradi: una novità per essere in maggio
FOTOGALLERY
SVIZZERA
1 gior
Ecco i prodotti per i quali si dovrà sborsare di più
Ad aprile l'inflazione ha raggiunto l'apice della crisi finanziaria facendo lievitare il costo di molti beni di consumo.
SOLETTA
1 gior
Gösgen si spegne per cinque settimane
L'impianto di Däniken verrà disattivato sabato per la consueta revisione annuale.
SVIZZERA
01.07.2021 - 07:120

Mercato del lavoro in ripresa: +28% di annunci

Boom di offerte per i professionisti nel campo dell'informatica, della gestione e dell'organizzazione.

I valori del Job Index si avvicinano ora ai livelli pre-pandemici.

ZURIGO - Nel secondo trimestre 2021, il mercato del lavoro svizzero mostra chiari segni di ripresa: rispetto all'anno precedente, il Job Index è aumentato del 28%. Questo è il risultato della rilevazione scientifica dello Swiss Job Market Index del Gruppo Adecco condotta dallo Stellenmarkt-Monitor Schweiz, l’Osservatorio del mercato del lavoro dell’Università di Zurigo. Nella Svizzera tedesca, il numero di annunci di lavoro ha registrato un aumento superiore rispetto alla Svizzera romanda e al Ticino, dove la ripresa è iniziata un po' prima. In tutta la Svizzera, le occupazioni nel settore della tecnologia dell'informazione e in quello della gestione e dell'organizzazione hanno segnato una crescita particolarmente forte. 

Balzo in avanti - Gli ultimi sviluppi dello Swiss Job Market Index del Gruppo Adecco Svizzera sono chiaramente positivi, in Svizzera le imprese stanno tornando a pubblicare un maggior numero di posti di lavoro. Di conseguenza, rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso, il Job Index ha segnato un enorme balzo avanti del 28%, e tornerà presto ai livelli pre-pandemia. «È probabile che l'economia si riprenderà rapidamente, come dimostrano gli ultimi dati economici della SECO e del KOF. Per esempio, l'industria, che all'inizio dell'anno è stata poco colpita dalle misure di contenimento, sta mostrando interessanti cifre di creazione di valore. Nel secondo trimestre del 2021, i valori del Job Index sono quasi tornati ai livelli pre-pandemia e sono paragonabili ai valori della seconda metà del 2019», spiega Anna von Ow dello Stellenmarkt-Monitor Schweiz, l'Osservatorio del mercato del lavoro svizzero.

Richiestissimi i professionisti dell'IT - Al momento, tutte le categorie occupazionali presentano un andamento positivo rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, anche se la portata di questo sviluppo varia significativamente: «Durante la pandemia di Covid-19, molte aziende sono state costrette a ripensare il loro modello di business. In poco tempo, si è investito molto in automazione e digitalizzazione per accelerare i processi di trasformazione. La rilevanza della digitalizzazione è diventata ancora più chiara, per questo c'è una forte richiesta di specialisti/e IT e di esperti/e in gestione e organizzazione per pianificare e implementare questi processi», spiega Monica Dell'Anna, responsabile del Gruppo Adecco Svizzera. 

Occupazioni informatiche - Nella primavera del 2020 tutte le professioni sono state colpite dal primo lockdown. Da allora, la domanda di lavoro qualificato per le occupazioni nel settore IT è aumentata costantemente e il Job Index mostra valori ancora più alti rispetto al 2018. Di conseguenza, nel secondo trimestre del 2021 gli specialisti delle professioni informatiche saranno particolarmente ricercati. Tra questi figurano ad esempio programmatori/programmatrici, webmaster, ingegneri di sistema e manager di progetti IT. Nel 2° trimestre 2021, anche la domanda di lavoro per le professioni nel settore della gestione e dell'organizzazione è in forte aumento rispetto all'anno precedente (+40%). La crescita include professioni come specialisti delle risorse umane o specialisti dell'organizzazione, così come dirigenti di livello medio e superiore.

Commercio al dettaglio - Un aumento altrettanto significativo rispetto all'anno precedente è stato registrato nel Job Index per le professioni del commercio e delle vendite, che hanno segnato una crescita del 38%. «Queste occupazioni hanno sofferto molto durante il 1° lockdown, ma all'inizio del 2021 anche le chiusure parziali hanno causato un calo del numero di offerte di lavoro per le occupazioni nei settori del commercio e delle vendite. Attualmente, si osservano segni di ripresa dopo il crollo dell'ultimo trimestre, accompagnati da un aumento significativo delle vendite al dettaglio nell'aprile di quest'anno. Tuttavia, per questo indice occupazionale il livello pre-pandemia non è ancora stato recuperato», spiega Anna von Ow dello Stellenmarkt-Monitor Schweiz. 

Amministrazione in ripresa ma a passo lento - Anche le professioni nel campo degli uffici e dell'amministrazione mostrano una crescita incoraggiante nel 2° trimestre 2021, con un aumento del 35% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso. Queste professioni hanno recuperato costantemente dopo il brusco calo in seguito al primo lockdown. Il livello pre-pandemia è però ancora molto lontano. 

Nel secondario più richiesta che nel pre-pandemia - Nel 2° trimestre 2021, gli annunci di lavoro per le occupazioni nei settori dell'industria e dei trasporti sono aumentate del 33% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso e sono pertanto ancora più richieste rispetto a poco prima del 1° lockdown. «Secondo la SECO, nel corso dello scorso trimestre le industrie manifatturiere e di trasformazione hanno visto un aumento significativo, soprattutto nei settori chimico e farmaceutico», aggiunge Monica Dell'Anna.

Terziario in rimonta - L'indice occupazionale per l'insegnamento e i servizi pubblici è aumentato del 25% rispetto al 2° trimestre 2020, ed è pertanto solo leggermente al di sotto dei livelli pre-pandemici. Le professioni sanitarie non sono ancora tornate completamente ai livelli pre-pandemia, ma si attestano a un livello molto alto. Rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso, hanno registrato un aumento del 22%. Anche l'indice delle occupazioni finanziarie e fiduciarie è di nuovo in aumento (21%), così come l'indice delle occupazioni nei settori delle costruzioni e delle ristrutturazioni (20%). È incoraggiante che in ambito edile sia stato riconquistato il livello pre-pandemia. Anche gli annunci di lavoro per le occupazioni nelle professioni dell'ingegneria e della scienza sono aumentati del 17% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso e sono tornati grosso modo ai livelli pre-coronavirus. 

La strada è ancora lunga - Per la prima volta, le professioni dell'ospitalità e dei servizi alla persona possono tirare un sospiro di sollievo. Rispetto al crollo del trimestre precedente, l'indice occupazionale nei settori dell'ospitalità e dei servizi alla persona è aumentato di oltre il 50%. A causa del 1° lockdown, il trimestre dell'anno scorso aveva registrato un vero e proprio crollo del numero di annunci di lavoro. In confronto, nel 2° trimestre del 2021 le occupazioni nei settori dell'ospitalità e dei servizi alla persona hanno registrato un leggero aumento, con un plus dell'8%. Tuttavia, queste professioni sono ancora molto lontane dal raggiungere i livelli pre-pandemici. Le aziende e i consumatori sperano tuttavia nella stagione estiva e delle vacanze.

Effetto coronavirus -  Nel confronto pre-coronavirus, vale a dire rispetto al 1° trimestre 2020, appena prima del primo lockdown, l'indice generale chiude il 2° trimestre 2021 con un -6%. «Il mercato del lavoro svizzero si è quindi quasi ripreso dalle restrizioni imposte della pandemia», spiega Anna von Ow dello Stellenmarkt-Monitor Schweiz, l’Osservatorio del mercato svizzero. Le occupazioni nei settori dell'ospitalità e dei servizi alla persona hanno subito il calo maggiore (-34%) rispetto a poco prima della prima chiusura, seguite da quelle nei settori degli uffici e dell'amministrazione (-12%), del commercio e delle vendite (-10%) e della gestione e dell'organizzazione (-9%).

Ancora indietro - La maggior parte delle altre occupazioni non sono ancora tornate ai livelli pre-pandemici per numero di offerte di lavoro: le professioni sanitarie segnano un -5%, l'ingegneria e le scienze naturali un -3% e l'edilizia e le ristrutturazioni, il settore finanziario e fiduciario così come l'insegnamento e i servizi pubblici tutti un -2%. «La crisi imposta dal coronavirus ha fatto sì che in queste professioni alcuni servizi siano stati sostituiti da processi di digitalizzazione. Questo è anche suggerito dall'aumento delle occupazioni IT, che hanno registrato un incremento del 14% rispetto a poco prima del primo lockdown», continua Anna von Ow dello Stellenmarkt-Monitor Schweiz, l’Osservatorio del mercato svizzero. Anche le occupazioni del settore manifatturiero e dei trasporti hanno segnato un leggero aumento rispetto a poco prima del primo lockdown (+5%). 

Confronto interregionale - Mentre negli ultimi trimestri in Svizzera francese e in Ticino si aveva già segnato una leggera ripresa dalla pandemia di Covid-19, la Svizzera tedesca ha registrato un forte aumento nell'ultimo trimestre, con un incremento nel numero di annunci di posti di lavoro.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-21 02:18:30 | 91.208.130.85