Tipress
Il numero di veicoli pesanti che attraversano il San Gottardo è diminuito.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Il telelavoro rende obsoleto l'abbonamento per i mezzi pubblici
Per molti impiegati il rientro in ufficio sarà parziale. Varrà ancora la pena acquistare un titolo mensile o annuale?
SVIZZERA
3 ore
I giovani non si vaccinano: «È colpa dell'Ufficio federale della sanità»
Critiche piovono all'indirizzo dell'UFSP da parte di alcuni esperti: «La comunicazione versi i giovani va migliorata»
SAN GALLO
7 ore
58enne muore investita da un rimorchio agricolo
Un drammatico e sfortunato incidente ha avuto luogo a Rorschach
SVIZZERA
7 ore
Quasi 3000 casi di effetti indesiderati a causa del vaccino
Si tratta essenzialmente di casi definiti "non seri". Le persone colpite superavano i 60 anni.
FRIBURGO
9 ore
Protesta contro il Black Friday, attivisti condannati
I fatti risalgono al 29 novembre 2020. Gli avvocati intendono fare ricorso
SVIZZERA
9 ore
La Svizzera punta ancora di più sull'energia rinnovabile
Il Consiglio federale adotta il messaggio sulla legge federale per un approvvigionamento elettrico sicuro
SVIZZERA
9 ore
In Svizzera sempre meno contagi: 173 nelle ultime ventiquattro ore
Sono stati effettuati 26'573 test Covid, con un tasso di positività dello 0,7%
SVIZZERA
11 ore
Indennità per altri sei mesi
Il Consiglio federale ha deciso di prorogare fino al 31 dicembre il diritto all'Ipg
SVIZZERA
11 ore
«La Svizzera è il paese più ipocrita del mondo»
L'artista Ai Weiwei è il più noto tra gli oppositori di Pechino. Lo abbiamo intervistato
BERNA
12 ore
Circa 4000 firme contro la privatizzazione dei servizi di pulizia delle FFS
La petizione è stata sostenuta in modo particolare in Ticino
SVIZZERA
12 ore
Meno incidenti a causa del coronavirus: la Suva abbassa i premi 2022
Lo scorso anno sono stati notificati 431'827 infortuni e malattie professionali, in calo del 10% rispetto al 2019
SVIZZERA
12.05.2020 - 09:570
Aggiornamento : 14:37

Meno di 900'000 camion hanno attraversato le Alpi nel 2019

Le merci trasportate su strada e rotaia sono diminuite del 4.6% rispetto all'anno precedente.

L'introduzione della tassa sul traffico pesante ha provocato mezzo milione di passaggi in meno in vent'anni.

BERNA - Il numero di veicoli pesanti transitati attraverso le Alpi svizzere è sceso sotto i 900'000 l'anno scorso, ma è ancora lungi dal raggiungere l'obiettivo dei 650'000 passaggi. Anche la ferrovia ha trasportato meno merci, mantenendo la sua quota di mercato sull'intero traffico transalpino invariata al 70,5%.

È quanto emerge dal rapporto sul trasferimento del traffico 2019 pubblicato oggi dall'Ufficio federale dei trasporti (UFT). Rispetto al 2018, le merci trasportate su strada e rotaia sono diminuite del 4,6%. La causa principale di questo calo è l'indebolimento della congiuntura, in particolare in Italia, precisa l'UFT.

L'anno scorso hanno attraversato le Alpi elvetiche 898'000 veicoli pesanti e autotreni, ovvero 43'000 in meno rispetto all'anno precedente e circa 500'000 in meno rispetto al 2000, anno in cui è stata introdotta la tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP).

Più al Sempione e al Gran San Bernardo - Il numero di veicoli merci pesanti è diminuito ai due valichi stradali svizzeri più importanti, il San Gottardo (-5,1%) e il San Bernardino (-8,7%). È per contro leggermente aumentato al Sempione (+3,7%) e al Gran San Bernardo (+1,8%).

Il traffico pesante transalpino è in calo da anni. Tuttavia l'obiettivo di 650'000 transiti di veicoli pesanti attraverso le Alpi è lungi dall'essere realizzato. Secondo la legge, tale obiettivo avrebbe dovuto essere raggiunto al più tardi due anni dopo l'avvio dell'esercizio della galleria di base del San Gottardo (ossia nel dicembre 2018), precisa ancora la nota.

A questo scopo, il Consiglio federale e il Parlamento intendono adottare diverse misure volte a potenziare ulteriormente il trasferimento del traffico merci transalpino dalla strada alla rotaia. Tra queste si annoverano lo stanziamento di mezzi supplementari per contributi d'esercizio a favore del traffico merci ferroviario transalpino e adeguamenti della TTPCP. Inoltre saranno ridotti i prezzi delle tracce per i treni e concesso uno sconto speciale per i treni merci lunghi.

«Obiettivo chiaramente mancato» - La reazione dell'Iniziativa delle Alpi non si è fatta attendere: in una nota odierna l'organizzazione ambientalista deplora il fatto che «l'obiettivo sia stato chiaramente mancato anche nel 2019. (...) Ora si devono cogliere le opportunità offerte a partire dal 2020 dalla Nuova ferrovia transalpina (NTFA), con il completamento della galleria del Ceneri e il corridoio continuo di 4 metri sull'asse del S. Gottardo».

Secondo l'Iniziativa delle Alpi, «non basterà tuttavia la sola infrastruttura. Per trasferire effettivamente il traffico delle merci dalla strada alla ferrovia, servono anche misure concrete per contenere il traffico pesante».

Stando all'associazione, anche se si dovesse registrare un calo più forte del traffico dei camion transalpini dovuto alla crisi del coronavirus, «è necessario un maggiore impegno da parte dei politici se si vuole raggiungere al più presto l'obiettivo di trasferimento compatibile con le Alpi».

Calo del trasporto merci su rotaia - Stando al rapporto, l'anno scorso si è assistito pure a un calo del trasporto merci su rotaia transalpino (-1,3 milioni di tonnellate rispetto al 2018). Nel 2019, sono transitate attraverso le due gallerie di base elvetiche complessivamente 26,6 milioni di tonnellate (27,9 nel 2018).

La tendenza al ribasso del trasporto ferroviario di merci è in primis legata a ragioni economiche. Ma i numerosi cantieri di costruzione e altri avvenimenti, quali lo sciopero in Francia nel mese di dicembre, hanno ostacolato lo sviluppo del traffico su rotaia.

Nel 2019, le quote di mercato delle imprese di trasporto ferroviario sono rimaste relativamente stabili. FFS Cargo International resta il numero 1 con una quota del 39,5% (-1,0 punti percentuali rispetto al 2018). BLS Cargo raggiunge il 28,1% (+0,5 punti), seguita da FFS Cargo con il 23,6%. Le rimanenti aziende, quali DB Cargo, si situano all'8,8% (+2,0 punti).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-18 23:27:34 | 91.208.130.86