Immobili
Veicoli

BERNA«I nonni possono riabbracciare i nipoti»

27.04.20 - 09:39
Daniel Koch rassicura sul rischio di contagio tra bambini e anziani. «Il problema è la generazione di mezzo»
Deposit
Fonte ATS
«I nonni possono riabbracciare i nipoti»
Daniel Koch rassicura sul rischio di contagio tra bambini e anziani. «Il problema è la generazione di mezzo»

BERNA - I nonni possono tornare ad abbracciare i nipoti: a dirlo è Daniel Koch, l'alto funzionario della Confederazione in prima linea sul fronte coronavirus. Il problema è la generazione di mezzo, afferma.

«Ho buone notizie, cioè relativamente buone», afferma Koch in un'intervista rilasciata a Grosseltern, un mensile svizzero tedesco dedicato appunto ai nonni, che ha anticipato i contenuti online. «Oggi si può dire con abbastanza sicurezza che i bambini non sono grandi portatori del virus. E che di rado si ammalano. Naturalmente i nonni sono contenti di non doversi preoccupare per i nipoti. Ma questo significa anche che potete di nuovo prendere in braccio i vostri nipoti».

Davvero?, chiede l'intervistatore. «Sì, ma per piacere non bisogna subito di nuovo accudire i bambini», risponde il delegato dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) per il Covid-19. «Vedete, il problema sono i genitori. Di solito sono loro a trasmettere il virus, non i bambini. Ma sono i nonni ad essere a rischio. Perciò si possono abbracciare di nuovo i bambini piccoli, purché ci si mantenga a distanza dalla generazione di mezzo».

Koch sconsiglia di andare tutti nel bosco per poi fermarsi a grigliare: il pericolo è infatti che non si riesca a mantenere le distanze e che si cada molto rapidamente in vecchi schemi di comportamento. «Per questo diciamo che le generazioni dovrebbero continuare a tenersi separate. I nonni dovrebbero andare a passeggiare da soli, ma hanno il permesso di tenere in braccio i loro nipoti. Non rischiano nulla».

Secondo il 65enne gli anziani devono continuare a seguire queste raccomandazioni e a fare attenzione a non infettarsi. «Naturalmente devono poter uscire ogni tanto e godersi il sole. Ma tutto il resto va evitato, anche se i negozi cominciano ora a riaprire. Quindi forse non andrei necessariamente dal parrucchiere».

«Vale la pena aspettare un po'», prosegue Koch, figura diventata conosciutissima in tutta la Svizzera con la crisi del coronavirus e con un passato di medico in regioni di crisi per il Comitato internazionale della Croce Rossa. «Perché se le cose continueranno a evolvere come sono andate nelle ultime settimane, il rischio sarà sempre minore. E quando il rischio sarà davvero limitato, tutto tornerà ad essere molto più normale. Già in un paio di settimane potremo valutare molto meglio la situazione».

Per la custodia dei nipoti da parte dei nonni non si dovrà comunque aspettare il vaccino. «Quando in estate si vedrà che il rischio è abbastanza ridotto per gli anziani e che si hanno sotto controllo i vari focolai di infezione, allora alcune cose saranno di nuovo possibili per la popolazione anziana», spiega lo specialista con studi all'università di Berna.

«Quello che continueremo a dire sarà: per un po' dimentichiamo le strette di mano, come pure lo stare in stretto contatto con molte persone diverse. Perché continueremo a cercare di evitare di essere infettati. Ma le cose che sono molto importanti per la vita, come la cura dei nostri nipoti, dovrebbero allora essere possibili», conclude il funzionario che per 12 anni ha guidato la sezione malattie infettive presso l'UFSP.

COMMENTI
 
sedelin 2 anni fa su tio
perché é stata scelta una foto con i colori classici del personale sanitario? quell'antipatico color "veterinario" vuole assuefarci anche ai colori?
Corri 2 anni fa su tio
Tutto questo è una presa in giro. Terrorismo mediatico con i governi per sempre creare paure ed abbassare le difese immunitarie. Perché non dicono che a Pechino non è successo niente, nessuno è morto e niente chiusure di commerci.
freevoice 2 anni fa su tio
A prescindere dalla veriticità delle cose, che nessuno in realtà conosce ed ognuno è libero di pensarla a proprio modo, il buon Koch forse è meglio che si goda la pensione e si dimetta dall'incarico immeditamente, senza la fine della pandemia. Un alto funzionario che sostiene una linea e poi l'esatto contrario non è credibile e mina il concetto di fiducia. Per utilizzare una frase che è in voga ultimamente, " Koch, resta a casa, subito!
Brega84 2 anni fa su tio
Perché il caro Koch non pubblica la foto di lui che se li spupazza tutti!!!!!! Pora Svizzera
Clo 62 2 anni fa su tio
È arrivato il momento del silenzio, il Covid ha sfornato un numero impressionante d’esperti che dicono il tutto è il contrario di tutto È arrivato il momento di tornare alla normalità o la crisi economica farà molti più morti che il Covid
Don Quijote 2 anni fa su tio
Machisenefrega!
Tristano 2 anni fa su tio
Concordo !
MIM 2 anni fa su tio
E' così! I bambini (specialmente i piccoli) hanno il sistema immunitario che lavora al 200%, per questo questo virus non li tocca minimamente: riescono ad aggredirlo e a distruggerlo immediatamente e non lo trasmettono (o se lo fanno è molto debole). Quindi il contagio con i bambini avviene con il contatto delle loro manine o dei loro vestiti. Da qui l'invito a lavarsi frequentemente le mani.
sedelin 2 anni fa su tio
conosco nonni che hanno abbracciato e accudito i loro nipotini già 3 settimane fa, sono stati vicini ai loro figli ,sempre, e stanno benone! adesso basta con queste baggianate indegne: ieri no, oggi sì , ieri nessuno, oggi solo i piccoli fino a 10 anni. é una madornale insensatezza!
pillola rossa 2 anni fa su tio
Ieri il tasso massimo di colesterolo nel sangue era normale, oggi ci sono milioni di ammalati in più perché il tasso non è più considerato normale. Funziona così...
lollo68 2 anni fa su tio
Una nuova contraddizione! Per tutto il periodo della quarantena ho visto un nipote che andava tutti i giorni dal nonno e solo una volta ha indossato una mascherina. Risultato: nessuno ammalato!
sedelin 2 anni fa su tio
eh sì, hélas!
skorpio 2 anni fa su tio
da quando ho visto il film "contagion" non mi fido più di nessumo....
sedelin 2 anni fa su tio
guarda matrix
bledsoe 2 anni fa su tio
guardati il film "La Svezia ai tempi del covid-19" e ne riparliamo
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
Meglio che guardi "La liceale nella classe dei ripetenti"... :-)))
skorpio 2 anni fa su tio
se per questo sallora io ti consiglio " Nuova Zelanda ai tempo del covid 19"
mamao 2 anni fa su tio
Ma...fanno apposta? Vedremo tra 2 settimane i gran bei risultati
comp61 2 anni fa su tio
Certo i bambini sono a casa da oltre 1 mese e dovrebbero essere sani. A dipendenza pero da quello che in questo tempo hanno fatto i loro genitori.. Quanti bambini asintomatici ci saranno? Koch e company lo avranno tenuto in considerazione?
gabola 2 anni fa su tio
Vogliono riaprire le scuole e tac,tutto d'un colpo salta fuori anche dove mettere i bimbi,e se poi i nonni si ammalano probabilmente sara stato facendo la spesa,ridicoli
gigipippa 2 anni fa su tio
I nonni possono abbracciare ma non custodire i propri nipoti. E un po come quello che non mangia la lingua perché è già stata in bocca a qualcuno, e poi si fa preparare un uovo alla koch.
Gimmi 2 anni fa su tio
Certo che ,un giorno dicono una cosa ,il giorno dopo un'altra!!Creando molta confusione tra la popolazione!!!
elvicity 2 anni fa su tio
quelle poche volte che ho visto mia nipotina, l'ho sempre presa in braccio... tanto è piccolina ed era casa con la mamma.
magimi63 2 anni fa su tio
Si può ma è meglio di no, però se volete potete ma tenetevi lontani, potete farlo ma è meglio evitare ancora per un po'. Non mi sembra una linea tanto chiara. Poi lui non andrebbe subito dal parrucchiere... ga credi... al ga mia da cavii...
Mag 2 anni fa su tio
Come volevasi dimostrare: è solo manipolazione mediatica, altro che pandemia.
seo56 2 anni fa su tio
Fuori di testa
Diablo 2 anni fa su tio
io non so quale sia la veritá ...ma non penso la sappia nemmeno lei seo......il tempo forse ci dirá quale é ...ma ho i miei dubbi....per ora atteniamoci alle disposizioni poi si vedrá
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA