IG Bauern-Unternehmen
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
10 min
Quattrocento milioni alla ricerca
Il Governo federale finanzia i ricercatori svizzeri per permettere loro di partecipare al programma “Orizzonte Europa”
SVIZZERA
1 ora
Alimentari online? Mancano informazioni su allergeni e ingredienti
L'allarme dei chimici cantonali: trecento controlli e nel 78% dei casi è stata riscontrata una carenza d'informazioni
SVIZZERA
1 ora
Mozione abate appesa a un filo
Anche il Nazionale potrebbe non entrare in materia nel merito sul salario minimo per i lavoratori distaccati
SVIZZERA
2 ore
La multa per chi dissimula il proprio volto
Scatta la procedura per l'attuazione nel Codice penale della misura approvata in votazione lo scorso 7 marzo
SVIZZERA
2 ore
Occhio a questo climatizzatore: c'è il rischio di rimanere folgorati
MediaMarkt e l'Ufficio federale del consumo avvertono di «pericolo d'incendio e folgorazione»
SVIZZERA
2 ore
Legge Covid-19, c'è chi sospetta che il voto verrà truccato
Alcuni sostenitori del no raccomandano di controllare da vicino i conteggi effettuati nei Comuni.
ZURIGO
2 ore
Gli cade addosso un albero, morto un 64enne
L'incidente è accaduto nel primo pomeriggio di ieri.
SVIZZERA
14 ore
Berset vuole fare un "regalo" ai non vaccinati
Certificato di un anno per i guariti. E test sierologici parificati ai molecolari. La proposta è sul tavolo, ma...
SVIZZERA
15 ore
Caso Mozambico, Credit Suisse alla cassa
L'Istituto elvetico pagherà circa 475 milioni alle autorità americane e britanniche.
SVIZZERA
18 ore
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
04.03.2020 - 06:120

«Noi, minacciati dal divieto ai pesticidi»

Ecco la controffensiva dei contadini all’iniziativa che ne vuole vietare l’impiego

I promotori dell'iniziativa: «Questa è la dimostrazione che molti contadini non hanno una visione per un futuro con un'agricoltura sostenibile»

ZURIGO - Sull’attività dei contadini elvetici incombe un’iniziativa che vuole vietare l’impiego dei pesticidi nell’agricoltura. Ma i contadini non ci stanno e propongono una controffensiva: fino alla prossima estate in tutta la Svizzera mettono in guardia sui rischi con cinquanta campi “morti”. Si parla di piantagioni di granoturco ricoperte di erbacce, campi di patate danneggiati e vigneti appassiti. E dei cartelli descrivono le perdite: quasi il 90% del raccolto per i vigneti, e oltre il 50% per patate e colza.

Si tratta di una campagna promossa dalla comunità d’interesse delle aziende agricole (IG Bauern-Unternehmen) volta a sensibilizzare la popolazione sulle conseguenze che potrebbe avere l’applicazione dell’iniziativa “Acqua potabile pulita e cibo sano”. Un’iniziativa su cui saremo probabilmente chiamati a esprimerci il prossimo autunno.

L'incertezza - «Tra i contadini c’è molta incertezza» afferma Samuel Guggisberg, presidente dell’associazione, interpellato da 20 Minuten. Molti temono infatti che l’iniziativa possa minacciare la loro esistenza. Ed è per questo motivo che è stata lanciata una campagna che mostra le «conseguenze drammatiche» per la produzione agricola elvetica. «I pesticidi non vengono impiegati per spasso, bensì per garantire i guadagni» sottolinea. Il loro divieto non farebbe altro, secondo Guggisberg, che avvantaggiare le importazioni.

La reazione - Lo scorso febbraio l’Unione svizzera dei contadini (USP) aveva bloccato una campagna simile a seguito delle critiche sollevate dagli agricoltori “bio”, che sono già soliti a non impiegare pesticidi sintetici. Franziska Herren, promotrice dell’iniziativa “Acqua potabile pulita e cibo sano” parla di azione «imbarazzante», affermando: «Questo dimostra che alcuni contadini non hanno una visione per un futuro con un’agricoltura sostenibile». Ma non crede che la campagna possa intimorire la popolazione. E ricorda che se l’iniziativa sarà approvata, sarà comunque possibile l’impiego di pesticidi biologici.

IG Bauern-Unternehmen
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Giovanii 1 anno fa su tio
Monsanto per tutti.
bobà 1 anno fa su tio
sono sicuro che la maggior parte di coloro che sono contrari all'uso di pesticidi vogliono la frutta e verdura bella e a buon prezzo. Sicuramente la verità sta nel mezzo: ridurre l'uso dei pesticidi ed usare metodi ecosostenibili ove possibile.
Mattiatr 1 anno fa su tio
@bobà Mavva, bisogna far votare gente che non ha mai messo piede in un campo per vietare tutto. Io sono il primo a non aver mai coltivato nulla, ma ho la decenza di stare zitto e non ostacolare nessuno.
Bacaude 1 anno fa su tio
Nella trasmissione patti chiari di qualche tempo fa nei vini italiani e francesi si rilevavano livelli di "agenti chimici di ogni natura" rispettivamente 4 e 10 volte più bassi di quelli ticinesi (e secondo me in dentro è anche peggio). Non mi pare proprio che Francia e Italia non riescano a coltivare e/o vendere i loro prodotti. Senza terrorismo ma cambiare testa. Spesso i contadini non vogliono cambiare perchè la novità li spaventa.
LAMIA 1 anno fa su tio
Il troppo in ogni senso storia. Prepariamoci a morire di proibizionismo e paura
kenobi 1 anno fa su tio
i contadini non ne vogliono sapere, anche se certi cominciano a capire e darsi da fare per migliorare la situazione con altri metodi. in India una intera regione si è dedicata a eliminare i pesticidi con risultati sorprendenti, ma ci vuole volontà, impegnarsi un po di piu per la salute di tutti fauna e flora compresi
Corri 1 anno fa su tio
La salute della popolazione prevale, ci saranno di sicuro altri metodi per togliere l’erbacce. Basta pesticidi sui campi e va finire nelle acque. Questa è pubblicità industriale che dovrebbe essere abolito.
Mattiatr 1 anno fa su tio
@Corri Vai su un campo, lavoraci e poi alla fine avrai diritto di dire come devono operare gli agricoltori. Le leggi ci sono già, non siamo in Argentina dove sussiste un problema reale.
kenobi 1 anno fa su tio
altri sistemi esistono da tempo e ci sono esempi perfino in India una regione intera, ma chiaramente i contadini svizzeri non ne vogliono sapere . almeno quelli che contestano, fortuna che anche qui si comincia a capire la devastazione che fanno con questi prodotti.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-20 13:32:06 | 91.208.130.85