Cerca e trova immobili

BASILEAPer il giudice Embolo (assente e supponente) è colpevole

22.06.23 - 11:17
Per l'attaccante rossocrociato prevista una multa di 135'000 franchi con la condizionale
Imago
Per il giudice Embolo (assente e supponente) è colpevole
Per l'attaccante rossocrociato prevista una multa di 135'000 franchi con la condizionale
Il 26enne è stato protagonista di una zuffa notturna nel 2018.
CALCIO: Risultati e classifiche

BASILEA - Giovedì Breel Embolo è stato giudicato colpevole dal Tribunale penale di Basilea per molteplici minacce. Il giudice ha accolto quasi totalmente la tesi accusatoria e, per questo, il calciatore è stato condannato a versare 45 aliquote giornaliere da 3'000 franchi l'una (pena sospesa con la condizionale, più le spese processuali e il risarcimento per gli accusatori). Il giocatore non era presente al momento del verdetto. Secondo il suo avvocato tornare in Tribunale dopo la deposizione resa mercoledì non era infatti necessario.

Prima di arrivare alla sentenza odierna, il nazionale rossocrociato ha affrontato con serenità, quasi supponenza (più volte "contestatagli" dal giudice), il processo. Maglietta chiara, cappellino, grande sorriso, tanta voglia di scherzare, ieri (mercoledì) il 26enne ha cominciato la sua avventura al Tribunale penale convinto di avere buone carte da calare sul tavolo. Questo nonostante la serietà delle accuse che pendevano sulla sua testa per l’alterco (condito da minacce e… da un naso rotto), verificatosi nel maggio 2018 a Basilea. Almeno inizialmente, davanti al Presidente Katharina Giovannone non ha infatti mostrato segni di nervosismo. 

Accompagnato dal suo legale, Breel ha cominciato scampando a nuove accuse di istigazione alla violenza e, in seguito, ha allestito un teatrino, negando di avere uno stipendio da capogiro. «Ho letto su internet che guadagna milioni, è vero?», gli è stato chiesto, anche pensando alle aliquote giornaliere per la multa poi inflittagli. «Non creda a tutto quello che c'è su internet», ha risposto il calciatore, che ha in ogni caso evitato di specificare il suo effettivo reddito. Non si è sottratto alla domanda, invece, il coimputato, il miglior amico di Embolo, che ha raccontato di lavorare part-time, di guadagnare 1’200 franchi al mese e di essere per il resto aiutato dalla sua famiglia.

In seguito si è provato a ricostruire i fatti. Il calciatore ha spiegato che, in compagnia del cugino e di un amico, si è recato al Velvet Club. Al momento di raggiungere il parcheggio del locale è stato avvicinato da un gruppo di giovani piuttosto ubriachi. Tra questi uno soprattutto si è mostrato violento e ha proferito diversi insulti. «Poi l’ho affrontato». Complice il tempo passato, a quel punto il racconto si è tuttavia fatto confuso. «Forse gli ho detto figlio di pu***na, è una parola che dico quando sono arrabbiato». «C’è stata una spinta». Confermato l’alterco e l’atmosfera surriscaldata, la punta del Monaco non ha in ogni caso saputo giustificare come uno degli accusatori si sia procurato la frattura al naso. Forse frapponendosi tra i litiganti? «Non ho visto».

«Non ho visto», «Non ricordo», sono state anche le dichiarazioni rilasciate dal cugino del giocatore, ascoltato solo velocemente dal giudice. E dello stesso tenore sono state le parole di una testimone, che ha spiegato di aver riconosciuto l'attaccante, di aver chiesto una foto, dell’intervento di un amico - quello uscito dalla serata con il naso sanguinante - e della tensione dopo una risposta piccata del 26enne. Insulti, minacce, sangue? Niente. 

Più chiara è (ovviamente) stata la dichiarazione resa dall’accusatore, che ha spiegato di «Non aver mai rappresentato alcun pericolo», di voler solo mediare quando la tensione è cresciuta e… di aver ricevuto un pugno, per il quale ancora soffre delle conseguenze: di avere difficoltà respiratorie. Ha poi, insieme ad altri testimoni, spiegato che le minacce sono invece arrivate dal calciatore e dai suoi compagni.

La recita davanti al giudice si è conclusa con le parole del procuratore Roman Barth e da quelle di Gabriel Geiss. Il primo ha accusato Embolo di non mostrare alcun rispetto nei confronti del presidente del Tribunale e ha spinto per una multa di 60 tariffe giornaliere di 3’000 franchi per un totale di 180’000 franchi e tre anni di condizionale. Il secondo, il legale difensore, ha invece chiesto sull’assoluzione, puntando sull’assenza di prove reali, su dichiarazioni contrastanti e sottolineando che «Il caso è rimasto in sospeso per troppo tempo e il suo assistito fino al 2021 non era al corrente delle accuse che pendevano sulla sua testa».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Evry 9 mesi fa su tio
Banditelo subito dalla Nazionale !

blitz65 10 mesi fa su tio
ok ora fuorobdalle ⚽️⚽️da questa pseudo 🇨🇭

MarioX 10 mesi fa su tio
Troppi soldi a ragazzi troppo giovani...questo è il risultato..si sentono onnipotenti..

Nmemo 10 mesi fa su tio
La stampa confederata riferisce che abbia proferito: “solo Dio può sentenziare su di me”. È ancora ammissibile fargli indossare la maglia rossocrociata? Per me no!

Tirasass 10 mesi fa su tio
Non si presenta perchè non è capace di assumersi le sue responsabilità. Non molto maturo secondo me, forse si è montato la testa col calcio e si è gonfiato l ego come un... pallone

cle72 10 mesi fa su tio
Quanta ipocrisia e falsità in tanti di voi. Quanto la nazionale vince e va agli europei o mondiali, grazie anche a lui, come agli altri giocatori, i commenti sono altri. Bravi svizzeri, grandi ecc ecc. Il mondo cambia, le squadre cambiano. Sono poche le nazionali che hanno tutti i giocatori autoctoni. La nazionale Svizzera, deve molto a questi innesti, di ragazzi con origini diverse, ma ad oggi con passaporto svizzero, quindi Svizzeri.

Blobloblo 10 mesi fa su tio
Non ci stanno mangiando su, noooooooo 😂😂😂

Granzio 10 mesi fa su tio
Embolotelli

gregorio 10 mesi fa su tio
sfortuna volle che chi ha "difficoltà respiratorie" non è figlio di un muratore.....

Svizzera-italiana 10 mesi fa su tio
Ma perché voi alle “difficoltà respiratorie” della vittima ci credete? Solo questo squalifica le sue dichiarazioni. Ne hanno voluto approfittare.

H2o 10 mesi fa su tio
Carlooooo

H2o 10 mesi fa su tio
Ciao Carlo:::::

Evry 10 mesi fa su tio
Un essere siminloe non è assolutamente degno di vestire la maglia CH !

cle72 10 mesi fa su tio
Risposta a Evry
"un essere"!!! Che schi. Fo di persona sei per definire un ragazzo in questo modo. Non parlare di rispetto o essere degno... sei il primo che non lo meriti. Mai sbagliato nulla nella vita? Sicuramente si! Come tutti d'altronde, ma visto c he non sei famoso, nessuno ha scritto di te. Cresci forse è ora e impara a stare al mondo.

Swissabroad 10 mesi fa su tio
Risposta a cle72
Ma non dare retta a questo/a è colpito da d e menza senile

Evry 10 mesi fa su tio
Fuori subito dalla squadra !!!!

Evry 10 mesi fa su tio
No è Svizzero è solo un mercenario al quale è stato regalato la cittadinanza Svizzera Vergogna

Axio 10 mesi fa su tio
Risposta a Evry
Per voi lo “svizzero” è tale solo quando vi fa comodo?!? Bisogna capire che quando qlc nasce cresce e lavora in svizzera mi dispiace per te ma sono svizzeri

Kelt 10 mesi fa su tio
Risposta a Evry
Giusto! Teniamo soli gli svizzeri biologici che sputano alle spalle senza motivo come Frey... Ma conta fino a dieci che è meglio va!

mali 10 mesi fa su tio
Risposta a Axio
e chi lo dice? tu? jus soli in ch per fortuna non esiste ancora. e poi: lavora???

vulpus 10 mesi fa su tio
Risposta a Axio
Ti sembra che un personaggio che si comporta così, anche se fosse il migliore atleta su questa terra,possa continuare a vestire la maglia di una squadra che rappresenta sportivamente il calcio di una nazione? Che tipo di esempio per i giovani che si immedesimano negli atleti di punta?

blitz65 10 mesi fa su tio
Risposta a Axio
Io questa Legione straniera non la seguo più

Swissabroad 10 mesi fa su tio
Risposta a Axio
Axio: lo dico da sempre. Se l'immigrato è identificato come persona corretta, che fa vincere la tua squadra (nel caso di sport), che ha senso civico e si guadagna la pagnotta lavorando onestamente, allora è Svizzero. Se lo stesso è scorretto (caso Embolo), non fa vincere la tua squadra, non ha senso civico e si fa mantenere allora non è Svizzero ma Kosovaro piuttosto che senegalese o turco... troppo comodo.

Kelt 10 mesi fa su tio
Risposta a vulpus
Per Vulpus. Io non ero presente e quindi non giudico, tutto qui. Premesso questo...fa il calciatore! L'opinione che ho del calcio , dei calciatori e dei suoi tifosi è pessima. Già solo pensare che un calciatore possa anche solo essere preso in considerazione come esempio mi fa raggelare il sangue. Sinceramente non mi aspetto mai granché dai calciatori: mi vengono in mente migliaia di esempi di: scorrettezza, violenza, avidità, abuso di stupefacenti, abuso di alcool, vite rovinate, gioco d'azzardo, ostentazione, vanità ecc ecc devo continuare? Quindi, se fossi davvero uno che ama il calcio, valorizzerei quei pochi (ma ci sono) che dimostrano di essere uomini di valore fuori dal campo piuttosto che mettere alla berlina uno che fa quello che solitamente fanno.

Evry 10 mesi fa su tio
Avanti, rega - late il Passa - porto nostro a tutti i - di - oti e poi fateli giocare nella Nazionale, VERGOGNA

UnoQualunque1 10 mesi fa su tio
Risposta a Evry
Un messaggio non ti bastava eh ahahahaha frustrato
NOTIZIE PIÙ LETTE