Cerca e trova immobili

CALCIOSinisa Mihajlovic è morto, la famiglia: «Uomo unico»

16.12.22 - 15:09
L'ex allenatore del Bologna si è spento a 53 anni.
Imago
Sinisa Mihajlovic è morto, la famiglia: «Uomo unico»
L'ex allenatore del Bologna si è spento a 53 anni.
Da tre anni era impegnato nella lotta contro la leucemia.
CALCIO: Risultati e classifiche

BOLOGNA - Grave lutto nel mondo del calcio: Sinisa Mihajlovic si è spento oggi all'età di 53 anni. Da tre anni era impegnato nella lotta contro la leucemia, che purtroppo - dopo averla sconfitta in un primo momento - non gli ha dato scampo. Nelle ultime ora aveva destato parecchia preoccupazione un tweet del giornalista Clemente Mimun nel quale c'era scritto “Forza Sinisa!”.

L'uomo aveva annunciato la scoperta della malattia nel corso di una conferenza stampa il 13 luglio 2019. Il 29 ottobre dello stesso anno Sinisa si era sottoposto al trapianto di midollo osseo al Sant'Orsola di Bologna. Poi la lenta ripresa, l'emozionante ritorno in panchina, prima purtroppo della tristissima notizia arrivata oggi. 

Questo il comunicato emesso dalla famiglia: «La moglie Arianna, con i figli Viktorija, Virginia, Miroslav, Dusan e Nikolas, la nipotina Violante, la mamma Vikyorija e il fratello Drazen, nel dolore comunicano la morte ingiusta e prematura del marito, padre, figlio e fratello esemplare, Sinisa Mihajlovic. Uomo unico, professionista straordinario, disponibile e buono con tutti. Coraggiosamente ha lottato contro una orribile malattia. Ringraziamo i medici e le infermiere che lo hanno seguito in questi anni, con amore e rispetto, in particolare la dottoressa Francesca Bonifazi, il dottor Antonio Curti, il Prof. Alessandro Rambaldi, e il Dott. Luca Marchetti. Sinisa resterà sempre con noi. Vivo con tutto l’amore che ci ha regalato».

Nella sua carriera da calciatore ha conquistato, fra gli altri, due Scudetti con Lazio (2000) e Inter (2006) e una Coppa dei campioni con la Stella Rossa nel 1991. Ex giocatore di Roma, Lazio, Sampdoria e Inter era reduce da un esonero in qualità di allenatore del Bologna. 

L’ultima sua apparizione pubblica era avvenuta qualche giorno fa a Roma, quando aveva voluto presenziare al lancio della biografia dell'ex allenatore del Lugano Zdenek Zeman.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

RobediK71 1 anno fa su tio
Ma mamma si chiamerà ben Viktorija e non come scritto

Brissago 1 anno fa su tio
Ciao cuore grande !

Bleniese 1 anno fa su tio
Tristezza enorme per la perdita di uno sportivo eccelso e una persona onesta e amata da tutti. Addio grande campione!

Febuss86 1 anno fa su tio
Riposa in pace….

Swissabroad 1 anno fa su tio
Come tifoso del vecchio Bologna, non posso che essere triste. Grazie per quello che hai fatto a squadra e città. Bologna non dimentica.

Luganese 1 anno fa su tio
RIP Condoglianze alla famiglia. Hai sempre detto quello che pensavi e hai sempre lottato in campo e fuori. Ci mancherà.

klich69 1 anno fa su tio
UN GRANDE SE VA. RIP.

Mamy 1 anno fa su tio
Riposa in Pace guerriero ! 😞

Atene 1 anno fa su tio
Riposa in pace 🙏🙏🙏

italo luigi 1 anno fa su tio
Mancherai molto al calcio , soprattutto per la tua serietà e sincerità!!! R.I.P..

Luisssss 1 anno fa su tio
R.I.P

4PS 1 anno fa su tio
Riposa in pace guerriero!
NOTIZIE PIÙ LETTE