Immobili
Veicoli

CHAMPIONS LEAGUELe fiammate del Real Madrid inceneriscono il Manchester City

04.05.22 - 23:37
Il City era pronto alla festa, poi Rodrygo (due gol nel recupero) e Benzema lo hanno cancellato
keystone-sda.ch / STF (Manu Fernandez)
Le fiammate del Real Madrid inceneriscono il Manchester City
Il City era pronto alla festa, poi Rodrygo (due gol nel recupero) e Benzema lo hanno cancellato
In finale il Real Madrid sfiderà il Liverpool.

MADRID - La coppa dalle grandi orecchie? Quest’anno non la solleverà per forza un club inglese. Dopo il Liverpool, qualificatosi superando in semifinale il Villarreal, all’ultimo atto dello scintillante torneo è infatti planato il Real Madrid, “sopravvissuto” a un doppio durissimo confronto con il Manchester City. Sconfitti 3-4 in trasferta all’andata, i Blancos si sono imposti 3-1 (dopo i supplementari) nel tesissimo match di ritorno al Santiago Bernabeu.

Combattuta, molto tattica e a lungo non giocata a grandi ritmi, la partita è vissuta di fiammate. Il primo tempo ha fatto registrare - sopra a tutte - le occasioni (sprecate) da Benzema e Bernardo Silva. La ripresa si è invece aperta con un gol divorato da Vinicius. Con il passare dei minuti le merengues hanno provato con maggior insistenza a controllare la palla e colpire, il City ha invece pensato a occupare spazi e linee di passaggio e a ripartire. La mossa giusta, sullo scacchiere, l’hanno fatta gli ospiti che, al 74’, hanno siglato il gol del pesantissimo 0-1. Servizio di Gündogan per Bernardo Silva, assist per Mahrez e palla in fondo alla rete. Gli ultimi 20' sono stati quelli del forcing degli spagnoli. Una squadra resa offensivissima dai cambi di Ancelotti ha però soprattutto rischiato, salvata dagli interventi di Courtois e Mendy a disinnescare le folate di Grealish e Cancelo. Quando tutto sembrava deciso ecco però che è accaduto l’incredibile. In 2’, innescato prima da Benzema e poi da Carvajal, Rodrygo ha infatti bucato due volte Ederson, completando il pazzesco ribaltone che ha portato il match ai supplementari. Lì l’equilibrio è durato molto poco: già al 93’ Ruben Dias ha infatti steso Benzema in area. Rigore netto, che il francese non ha sbagliato per l’assurdo 3-1. 

Scossa, insicura, traballante, la truppa di Pep Guardiola ha comunque cercato di imbastire una reazione degna di questo nome, con la quale provare a risalire la china e rimettere in discussione la qualificazione alla finale. Ha mantenuto il possesso palla (con percentuali imbarazzanti), ha tentato di accelerare ed è anche occasionalmente riuscita a superare l’attento controllo dei Blancos. Courtois si è però sempre fatto trovare pronto (ottimo su Foden) decidendo, con le sue manone, un incontro che - insieme con quello della passata settimana - gli appassionati non scorderanno facilmente.

COMMENTI
 
sergejville 5 mesi fa su tio
due grandi squadre.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT