MM
L'OSPITE
19.09.2021 - 11:110

Guardando la luna in una sera di fine estate

Matteo Muschietti

È notte. La luna piena sorge sopra il Bisbino. È immensa, d’un colore giallo scuro. La osservo attentamente. Il mio pensiero è libero e spazia tra mille riflessioni. La luna piena accompagna la povera gente sola e tormentata del popolo afgano.

Tutti la vedono e pensano al loro futuro incerto, dettato dal nuovo regime talebano che smorza le libertà raggiunte in questo ultimo ventennio. Presto dovranno cedere ad un regime privo di senso e ritornare al buio, alle sevizie, agli stupri e alla privazione della libertà.

Senza libertà non c’è vita. Le donne saranno le più colpite, relegate a comparse, private dei più semplici diritti, stipate in un’esistenza indegna per degli esseri umani. Poi si passerà alla repressione e alla guerra.

Quanti lutti e quante sofferenze! Un pensiero mi assale: tappezzare la luna con i colori della bandiera della pace, affinché laddove esistono guerre e ingiustizie, tutti i popoli oppressi li vedano e possano aspirare al sapore della libertà, tornando a sperare in una vita migliore dove l’umanità e la fratellanza sconfiggano per sempre chi con la violenza sopprime le libertà.

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-27 09:50:23 | 91.208.130.85