STREAMINGA processo per violenze, licenziato uno dei papà (e la voce) di “Rick & Morty”

25.01.23 - 22:30
Justin Roiland è stato citato in giudizio da una ex-compagna, la serie continuerà senza di lui
Imago/ZumaWire/EverettCollection
A processo per violenze, licenziato uno dei papà (e la voce) di “Rick & Morty”
Justin Roiland è stato citato in giudizio da una ex-compagna, la serie continuerà senza di lui

È stato sollevato dall'incarico in seguito a una denuncia per violenze domestiche nei suoi confronti, Justin Roiland co-creatore (nonché voce di entrambi i protagonisti e non solo) della serie animata di culto “Rick & Morty”. A confermarlo è l'azienda che produce lo show, da noi trasmesso su Netflix, Adult Swim in un comunicato ripreso dall'Hollywood Reporter.

L'accusatrice, anonima, sarebbe una 27enne verosimilmente ex-compagna di Roiland. Questa lo ha formalmente accusato di percosse e di averle poi impedito di andare in ospedale per farsi medicare. La notizia era stata data questo 12 gennaio inizialmente dalla NBC dopo la prima apparizione dell'imputato davanti alla corte.

Dopo che la notizia era diventata di pubblico dominio altre donne si erano fatte avanti con storie di molestie (anche a ragazze minorenni) e soprusi nell'ambito lavorativo.

Stando ad Adult Swim, “Rick & Morty” continuerà (da contratto per almeno altre 3 stagioni) anche senza il coinvolgimento di Roiland. Al lavoro sulla serie resterà, si presume, l'altro creatore, Dan Harmon. Le voci dei protagonisti verranno riassegnate ad altri doppiatori.

In tribunale Roiland si è dichiarato innocente, sostenendo che la versione della vittima «è inesatta».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE