Come rivestire di next-gen il gioco più maledetto di sempre
Sony
+5
ULTIME NOTIZIE Games
CANTONE
1 sett
«Vi raccontiamo la nostra vita da influencer»
Alex ed Eros, fratelli gemelli e videogiocatori per lavoro a 27 anni: «Tutti ci dicevano di smettere ma...»
GAMES
1 mese
È infine giunto il momento di recensire “Cyberpunk 2077”
Perché con l'ultima patch (la 1.3) dopo un anno dal lancio è finalmente giocabile su console. Ed è un viaggio che merita
FOTO
GAMES
1 mese
Scappare dall'inferno non è mai stato così divertente
“Hades”, l'osannato titolo indie di Supergiant Games, è finalmente disponibile anche per Playstation e Xbox
FOTO E VIDEO
GAMES
2 mesi
“Scarlet Nexus” è un manga da leggere tutto con il joypad
Il nuovo gioco di ruolo d'azione di Namco Bandai ci chiede di salvare l'umanità. Ma ne varrà davvero la pena?
FOTO E VIDEO
GAMES
3 mesi
“Guilty Gear: Strive”: le botte uno-contro-uno più belle di sempre
L'ultimo episodio della saga di Arc System è una fresca sorpresa dall'online (quasi) impeccabile
FOTO E VIDEO
PLAYSTATION 5
3 mesi
C'è un motivo se “Ratchet & Clank: Rift Apart” è un'esclusiva Playstation 5
E basta guardare la grafica per capire perché, nel nuovo titolo Insomniac, c'era davvero bisogno della next-gen
FOTO
GAMES
3 mesi
10 anni dopo Shepard e “Mass Effect” sono ancora gagliardi
Una collection rimasterizza una delle trilogie più di amate di Xbox360 e Play 3, ma saprà ancora divertire?
GAMES
4 mesi
“Resident Evil: Village” è un incubo tutto da esplorare
Il nuovo titolo della saga di Capcom fa forse un po' meno paura ma convince e sa divertire
PLAYSTATION 5
4 mesi
L'infinito loop mortale di “Returnal” non è per i deboli di joypad
Splendida, ma senza alcuna pietà, la nuova esclusiva PS5 ha un concept coraggioso che non piacerà a tutti
FOTO E VIDEO
GAMES
5 mesi
“It takes Two”, e la terapia di coppia si fa con il joypad
La nuova avventura cooperativa di Hazelight Studios, tenta di ricucire un divorzio annunciato. Ma sarà anche divertente?
PLAYSTATION 5
26.11.2020 - 08:000

Come rivestire di next-gen il gioco più maledetto di sempre

“Demon's Souls” riveduto (e corretto) per la Playstation 5 è un tostissimo capolavoro che vi farà soffrire

AUSTIN - Non si sa come, forse perché di quei tempi "Oblivion" di Bethesda aveva fatto il botto, la semisconosciuta azienda giapponese From Software era riuscita a staccare un contratto nientemeno che a Sony per realizzare un gioco di ruolo in stile occidentale per la sua Playstation 3.

I lavori però erano andati male, anzi malissimo, e alla fine - per tentare di non cestinare il tutto - un giovane dipendente al suo primo incarico come responsabile si era accollato il progetto. Quando una rappresentanza di Sony era venuta in visita, prendendo il pad in mano e provando il gioco, i commenti erano stati unanimi: «Ma cos'è questa schifezza, come diamine si gioca?».

Un fallimento annunciato che però si è tramutato in un trionfo in grado di cambiare la storia del videogioco, "Demon's Souls" uscito nel 2009 inizialmente solo per il mercato Giapponese è stato un successo inaspettato e un fenomeno di nicchia che ha poi conquistato il mondo. Il giovane rampante, Hidetaka Miyazaki, è poi diventato una delle figure di spicco del videogame vendendo milioni di copie con la sua serie “Dark Souls” e con gli osannatissimi “Bloodborne” e “Sekiro”.

È quindi abbastanza ironico (ma anche iconico) pensare che, più di 10 anni dopo, "Demon's Souls" sia uno dei titoli di lancio dell'ambiziosissima Playstation 5. A occuparsi del lifting totale (perché non poteva essere altrimenti con un titolo così anziano) sono stati scelti i texani di BluePoint Games, esperti dei restauri fatti con grande sensibilità e già al lavoro sul remake di un altro pilastro del videogioco giapponese "Shadow of the Colossus".

Ambientato nell'ormai (con)dannato regno fantastico di Boletaria, invaso dal male e dai demoni, vestiamo i panni di un anonimo eroe chiamato a debellarli, o almeno a provarci, a suon di spadate e incantesimi. Già perché "Demon's Souls", come faranno poi tutti i suoi discendenti, metteva in gioco una sfida ardua al limite dell'inverosimile.

In un panorama di titoli docili come pecorelle, lui non nascondeva la sua natura di lupo: ammazzando il giocatore già... nel tutorial. Fra mostri enormi, trappole e minacce di ogni sorta, al giocatore veniva richiesto uno sforzo nuovo, anzi dimenticato, simile ai primi difficilissimi titoli della storia dei videogiochi.

La versione per Playstation 5, è fedele in tutto e per tutto all'originale eccezion fatta per l'impianto grafico e sonoro completamente rivisto sfruttando tutta la potenza a disposizione della nuova console. Il risultato è strabiliante, per fluidità e cura, anche se - a tratti - decisamente diverso dall'originale.

A stupire sono soprattutto i modelli (dettagliatissimi) di mostri ed eroi, così come gli effetti speciali degni dei film di cassetta hollywoodiani. Un esempio su tutti, gli incantesimi, che sembrano presi di peso da un qualsiasi "Harry Potter" con una resa davvero pazzesca. Se questo è quello che ci aspetta dalla "next-gen", nei prossimi mesi ci sarà da divertirsi. Ottima, bisogna dirlo, anche l'implementazione del DualSense fra vibrazioni, rumorini e quant'altro.

Per il resto, "Demon's Souls" è sempre lui: brutale, decisamente ottuso e per certi versi complicato ma pieno di fascino. In definitiva, se da una parte mi sento di consigliarlo a tutti, anche solo per l'effetto meraviglia. Dall'altra vero è che resta una sfida ancora decisamente fuori canone e che per molti risulterà davvero ostica. 

 

VOTO: 9

"Demon's Souls" è un'esclusiva Playstation 5, l'abbiamo recensito con un codice gentilmente fornito da Sony.

AUTORE: ZAF

Sony
Guarda tutte le 9 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-26 06:52:33 | 91.208.130.86