ULTIME NOTIZIE Finanza
PAESI BASSI
1 anno
Panasonic sposta il quartier generale ad Amsterdam
La decisione è stata presa per evitare potenziali noie fiscali dovute all'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea, decisa con il voto sulla Brexit
SVIZZERA
1 anno
Nel 2019 il prezzo dell'elettricità resterà stabile
Lo rivela un sondaggio dell'Aes su 31 fra i principali erogatori
ZURIGO
1 anno
Emmi, utile netto raddoppiato nel primo semestre
ll fatturato è rimasto praticamente stabile a 1,68 miliardi di franchi
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
SVIZZERA
1 anno
I farmaci per la pressione con il Valtarsan non sono contaminati
Lo conferma in una nota Swissmedic, dopo un allarme emesso a luglio
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
SVIZZERA
1 anno
Gli svizzeri amano gli articoli elettronici
La tendenza è ad acquistare prodotti sempre più costosi
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
ITALIA/STATI UNITI
1 anno
Le sfide di Manley nel dopo Marchionne
Il nuovo ceo di Fca è chiamato a risolvere il nodo delle attività europee
SVIZZERA
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
STATI UNITI
1 anno
Netflix fa prove di pubblicità, gli utenti sul piede di guerra
Il colosso dello streaming sta esplorando la possibilità, con spot fra una puntata e l'altra, su alcuni account-campione. E non mancano le lamentele
GERMANIA
1 anno
Daimler, confermato il richiamo per 690'000 veicoli diesel
I veicoli dovranno essere richiamati per un dispositivo di controllo dei gas di scarico non conforme alla legge
GIAPPONE
1 anno
Tutti pazzi per il Sol Levante: 20 milioni di turisti nel 2018
È la crescita più rapida di sempre sull'arco annuale, il ministro: «Si punta ai 30 milioni entro la fine dell'anno e ai 40 nel 2020»
VENEZUELA
1 anno
Tutto il Venezuela si ferma per il lancio del "bolívar sovrano"
Strade deserte e stop alle attività commerciali per il primo giorno della nuova valuta "pesante" che sostituirà la vecchia
SVIZZERA
1 anno
Pendolari sì, ma in car-pooling
Lanciata una piattaforma transfrontaliera per organizzare trasporti condivisi verso il lavoro
STAI UNITI
1 anno
Pepsi si compra SodaStream
Il valore complessivo è di 3,2 miliardi di dollari. L'operazione sarà chiusa a gennaio
STAI UNITI/SVIZZERA
1 anno
Allarme Juul, l'e-cig dei ragazzi: «Potrebbe spingerli al fumo»
Popolarissima fra gli adolescenti Usa, in arrivo in Svizzera, dovrebbe aiutare a smettere di fumare ma rischia di avere un effetto boomerang
EUROPA
1 anno
Milioni di tonnellate di frutta e verdura buttati
Troppo brutta per essere comprata: anche l'occhio vuole la sua parte
GRACIA
1 anno
I guai della Grecia sono finiti... forse
Domani esce dai piani di aiuto economico, ma resta «molta strada da fare»
TURCHIA
1 anno
Panini, fiori e alberghi gratis
I commercianti turchi li offrono a chi aiuta l'economia locale convertendo dollari in lire
GERMANIA
1 anno
Daimler, a rischio il richiamo per 700'000 auto diesel 'manomesse'
Il rapporto elenca 24 modelli coinvolti, tra cui la Mercedes classe C, la vettura di fascia alta classe S, alcuni suv e il furgone Vito
VENEZUELA
1 anno
Maduro aumenta il salario minimo di 35 volte
Il presidente venezuelano ha inoltre annunciato che l'Iva aumenterà dal 12% al 16%
STATI UNITI
1 anno
Dipendenti Google contro il motore di ricerca per la Cina
Il progetto è considerato una resa di fatto alle pratiche di censura volute da Pechino
SVIZZERA
1 anno
Globus, attenzione ai pistacchi
È stata rilevata la presenza di aflatossine superiore ai valori massimi consentiti dalla legge in due differenti prodotti
TURCHIA
1 anno
Crolla di nuovo la lira
La minaccia di nuove sanzioni commerciali da parte degli Usa ha fatto perdere oltre il 6% sul dollaro alla valuta turca
SVIZZERA
1 anno
Marker richiama gli attacchi da sci KingPin 10 e KingPin 13
Chi fosse in possesso di tali prodotti è pregato di non usarli più e di rivolgersi al proprio rivenditore di fiducia o di contattare direttamente l'azienda
SVIZZERA
1 anno
Benzina sempre più cara: a quando i 2 franchi al litro?
Secondo gli esperti, non è improbabile un ritorno ai livelli della crisi 2008, complici le sanzioni all'Iran
SVIZZERA
1 anno
Germi patogeni nelle bolle di sapone, giocattolo ritirato
L'ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria raccomanda di non utilizzarlo: «Le infezioni potrebbero causare polmoniti, otiti e infezioni soprattutto ai soggetti immunodepressi»
USA/CINA
1 anno
Guerra dei dazi, prove di distensione (forse)
A fine agosto è previsto un incontro a Washington, ma a partecipare saranno solo figure secondarie
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, Pechino riavvia i negoziati
Una delegazione cinese è diretta verso gli Stati Uniti. Donald Trump ha minacciato ulteriori misure per almeno 200 miliardi
TURCHIA
1 anno
Erdogan raddoppia i dazi agli USA e la lira vola
Tra i beni sottoposti alla misura troviamo automobili (+120%), alcol (+140%), tabacco (+60%) e anche riso e creme solari. E la reazione della borsa è arrivata immediatamente
SVIZZERA
1 anno
La scure della siccità sui cereali
Previsto un netto calo dei raccolti di grano e orzo in Svizzera
SVIZZERA
1 anno
Migros richiama il succo d'arancia M-Budget, contiene pezzi di metallo
La clientela è pregata di non consumare più il prodotto e di riportarlo in negozio
SVIZZERA
1 anno
Mai più latte di "serie B"
Coop adegua gli standard di alta qualità anche al prodotto Qualité&Prix
TURCHIA
1 anno
Misure per calmare i mercati dopo il tonfo della lira
Euro sempre più giù nei confronti del franco: la moneta europea è scesa stamani sotto 1,13 franchi
SVIZZERA/TURCHIA
1 anno
Euro a 1,134: e adesso che si fa?
La lira turca rafforza il franco, ai massimi da maggio 2017. Oggi riaprono le Borse: e se continuasse ad apprezzarsi?
SONDAGGIO
STATI UNITI/MONDO
1 anno
Le azioni mi fanno paura. I miei risparmi? Solo cash
La crisi del 2008 lascia strascichi: la sfiducia nelle finanzia convince i millennial a "investire" sulla liquidità
STATI UNITI
1 anno
I jeans non ci piacciono più come una volta
In America continuano a perdere e i colossi iniziano a scaricare i brand più problematici
BOLIVIA
1 anno
Via libera al consorzio per giacimenti di gas e petrolio
Il gruppo sarà guidato dalla boliviana YPFB
ITALIA
1 anno
Codacons pignorato, rischia di sparire
L'associazione italiana per la tutela dei consumatori e dell'ambiante chiede aiuto ai rappresentanti di governo italiani
SVIZZERA
1 anno
Proviande rinuncia a nuove importazioni di carne
La scelta ha fatto arrabbiare diversi contadini, poiché provoca una pressione sui prezzi.
SVIZZERA
1 anno
Il settore del fitness corre sempre più veloce
La Svizzera conta attualmente quasi 1'200 centri. E la concorrenza è sempre più agguerrita, complice anche l'ingresso sul mercato delle grandi catene
STATI UNITI
1 anno
Facebook: stop a siti che danno istruzioni per stampare armi  
Questi link non possono essere condivisi nemmeno via Messenger e Instagram
ZURIGO
1 anno
Conzzeta, semestre in forte crescita
La divisione articoli sportivi è rimasta invece nelle cifre rosse. Mammut ha visto aumentare le vendite del 17% a 111 milioni, con il risultato d'esercizio sì migliorato, ma negativo
ITALIA
03.01.2018 - 09:000

Sacchetti per la frutta a pagamento: «Pesiamo le mele a una a una»

In Italia comincia la protesta contro «un inutile balzello», in vigore da gennaio 2018: sui social spopolano già immagini di etichette incollate sulla buccia

ROMA - Fatta la legge, trovato l'inganno. Addio plastica per confezionare la frutta e la verdura nei supermercati: dal 1° gennaio, in Italia, i sacchetti sono biodegradabili e soprattutto a pagamento. Prezzo a discrezione del negoziante, anche se la tendenza, su una forbice consigliata fra i 2 e i 10 centesimi, è ad applicare l'importo più basso. Per un giro d'affari che, comunque, stimano i quotidiani locali, potrebbe valere fino a «400 milioni di euro l'anno» per la MaterBi, azienda che ha inventato le buste a base di mais. Non fosse che la gente non ha perso tempo e ha subito cominciato a boicottarle. 

Considerate «un inutile balzello» che «non ha nulla a che vedere con l’ambiente e con la lotta al consumo di plastica», dichiara il Codacons, hanno visto i consumatori ingegnarsi pur di lasciarle lì inutilizzate. Come? Lo svelano i social, dove spopolano, postate e/o condivise, immagini di mele, banane e arance pesate a una a una, con relativa etichetta incollata sulla buccia. Scattate ad arte, ma testimoni di una battaglia che forse finirà nel niente, ma intanto è diventata un segnale forte.

Perché alternative più serie esistono, dice il popolo di Facebook. C'è chi, per questo, plaude alla Svizzera, che ha introdotto già da qualche mese le "multi-bag": «Sacchetti a retina, riutilizzabili e lavabili in lavatrice a 30°C, su cui si possono attaccare e staccare le etichette con il prezzo dei prodotti acquistati». Chi, invece, sottolinea la contraddizione: che senso ha utilizzare buste riciclabili quando non v'è obbligo poi di applicare etichette compostabili? Non sarà, si insinua, che la lotta all'inquinamento è solo un pretesto? 

Ingrandisci l'immagine
Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
Aida Osmanoska Kjazimoski 2 anni fa su fb
Peccato che in quel modo, si paghi un sacchetto per ogni frutto. Il sacchetto è già calcolato nel prezzo finale alla pesata
Arnaldo Alberti 2 anni fa su fb
Poi magari fanno pagare le pesate una ad una
Simone Ponzetta 2 anni fa su fb
Imbarazzante
Dani Pons 2 anni fa su fb
Una vera e propria rivoluzione ???
Carlo Carlo 2 anni fa su fb
Secondo me il problema non è il prezzo del saccheto, ma il fatto che non puoi fare la persona sensibile all'ambiente perchè te lo fanno pagare anche se non lo prendi. Questa è la vera disonnestà.
Alex Palombi 2 anni fa su fb
E aggiungerei Alessandro Palombi ..... Aspetta che arrivano le ciliege..... Voglio vede come cazzo fanno sti fenomeni ?
Olmo Invernizzi 2 anni fa su fb
Non so il caso specifico ma posso dire che da quando alla Coop fanno pagare il sacchetto di plastica (anche se poco) vedo molta gente che si porta il sacco da casa , e lo ricicla per molte spese. Trovo che sia una scelta perfetta per ridurre i consumi di plastica . In anni e anni di capitalismo la gente si é fottuta il cervello e l’unica ragione che sente ê quella dei soldi , quindi si ben venga pagare i sacchetti se questo aiuta a ridurre i consumi . Ps , qui in Thailandia sono gratuiti ed inutile dirti quanta merda c’è in giro , fa male al cuore vedere certe cose .
Monica Fregonese 2 anni fa su fb
Non è x un paio di euro all'anno che si va in fallimento, si spendono già soldi in cavolate.
Constantino Andrea 2 anni fa su fb
Ma quanto pesa un saccheto dai su...
Sabrina Balest Tamburini 2 anni fa su fb
Non credo che la soluzione giusta sia pesare la frutta una ad una, pare infatti che ad ogni etichetta emessa, sia automaticamente conteggiato il costo del sacchetto... così ho letto.
Roberto Bianchi 2 anni fa su fb
Ma state a casa a fare l orto .... che cagate di rivoluzione .?????
La Ivi 2 anni fa su fb
Simona Carrino Busarello
Simona Carrino Busarello 2 anni fa su fb
? ho letto ieri da una tipa... io oggi ho fatto la spesa e nn ho pagato nessun sacchetto per la frutta e la verdura ?
La Ivi 2 anni fa su fb
mi sa x ora in Italia....no????
Simona Carrino Busarello 2 anni fa su fb
Nn so io ero al bennet di ponte Tresa e nn c’era nulla
La Ivi 2 anni fa su fb
aaaaah già?????
Lorenzo Bumbum Bonfiglio 2 anni fa su fb
Maria Grazia Fazzino ecco
Lore62 2 anni fa su tio
Hihihi....e voi pensate che ho stessi sacchetti prima "gratuiti" non li pagavate? in realtà li pagate (come il posteggio "gratuito") quando fate la vostra spesa!...ora ve li fanno pagare 2 volte! XD
Hamza Ghamri 2 anni fa su fb
Claudio Laura
Maurizio Lamberto Rapisardi 2 anni fa su fb
ehehehh e le ciliegie come le pesate!!!
Valeria Tenderini 2 anni fa su fb
sacchetto portato da casa.......
Valeria Tenderini 2 anni fa su fb
portarsi da casa un sacchetto.........
Ruben Pacchin 2 anni fa su fb
Kloxhen Xhihani non lo sanno che il sacchetto lo paghi quando stampi l’etichetta e quindi stanno pagando solo sacchetti in più haha
Stefano Casalinuovo 2 anni fa su fb
https://www.davidpuente.it/blog/2018/01/03/il-bufaloso-boicottaggio-dei-sacchetti-la-frutta-la-verdura/
Quattropassi Roger 2 anni fa su fb
bella trovata del governo italiano che puó solo ringraziare Renzi! Chissà come andrá il voto di marzo? https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/03/sacchetti-ortofrutta-a-pagamento-il-divieto-di-quelli-in-plastica-non-lha-imposto-la-ue-la-decisione-e-del-governo/4070201/
Stefano Casalinuovo 2 anni fa su fb
Idiozie, costo per famiglia all'anno 10 euro
Adami Massimo 2 anni fa su fb
costeranno un occhio tutte quelle etichette adesive...
Arianna Conforti 2 anni fa su fb
Ogni pesata comprende un sacchetto, per cui e’ inutile il sacchetto da casa
Marzio Minoli 2 anni fa su fb
A me sembra che pagare le buste sia oramai prassi in Europa
Daniela Moroni 2 anni fa su fb
È una bufala informatevi.
Alessandro Palombi 2 anni fa su fb
E semplice...pago il sacchetto pero poi me li inculo con il peso...e ci scalo 30 centesimi ! Continuate a protestare?
pontsort 2 anni fa su tio
Questa legge sembra essere fatta per aumentare il consumo di sacchetti, piu che per ridurli. Ok, saranno biodegradabili, ma di fatto si obbliga ad usarli anche chi avrebbe ne avrebbe fatto a meno.
Giusy Ziulu 2 anni fa su fb
Ma di che vi lamentate?? Prima li votate e poi avete anche da ridire? Se l' Italia è in questo stato è anche colpa nostra...Mi raccomando, quando arriva Marzo fate la scelta giusta...
Johnny Baglioni 2 anni fa su fb
Speriamo!!!
Morgan Rosarno 2 anni fa su fb
Questo succede quando si abusa delle cose senza discernimento...
Marco Alberto 2 anni fa su fb
Adrebbe fatto lo stesso per acqua luce gas autostrade medicine ecc ecc il prezzo lo fa il popolo se ti conviene resti senò puoi anche andartene le alternative ci sono a tutto
Cristina Decarli Ex Wartenweiler 2 anni fa su fb
Sacchetti di carta che sono meglio ....
UlVisin 2 anni fa su tio
sacchetti biodegradabili OK...ma l'etichetta con il prezzo che viene applicata sul sacchetto? anche lei biodegradabile? Ma fatemi il piacere...ennesima tassa per sfilare i soldi a quelli che non riescono ad arrivare alla fine del mese...
Ghirlandini Marco 2 anni fa su fb
Visto che il sacchetto si paga ogni pesata....e se iniziassimo ad usare 10 sacchetti x ogni pesata????????
Davide Pelucchi 2 anni fa su fb
inutile blazello cosa?migliaia e migliaia di sacchetti tutti i giorni son centinaia e migliaia di € REGALATI anzi RUBATI
Andrea Mercoli 2 anni fa su fb
Se sono onesti e lo fanno per l'ambiente dovrebbero darli gratis al cittadino, ma evidentemente anche i temi ambientali sono un modo come tanti per fare cassa sulla pelle del cittadino
Johnny Baglioni 2 anni fa su fb
POVERA ITALIA!!!✋?
Laila Berger 2 anni fa su fb
Forse non è chiaro il punto!! Non è il pagare un centesimo o 7 centesimi per una cazzo di busta, quando giustamente hanno inculato gli italiani per cose ben peggiori, ma è il fatto che con questa cosa, una certa amica di renzi, unica azienda a fare queste buste, prenderà 400mln di euro annui!!! Piu sempre la suddetta amica di renzi e anche presidente di un colosso per la distribuzione dell'energia elettrica... Quindi le pecore sono quelli che non capiscono cosa c'è dietro ad uno o a 7 centesimi!
Cristian Pasotti 2 anni fa su fb
??
Mat Tia 2 anni fa su fb
A me non frega una beata mazza di ste buste e dell azienda che ce dietro... Pago i 7 centesimi e sto zitto ..mi danno molto piu fastidio altre cose che in italia non vanno bene per niente , cosi come mi da fastidio vedere ste pagliacciate con tt sta gente che si lamenta per delle cazzo di buste..lamentatevi per altre cose, non per le cazzate biodegradabili. Buon anno
Valentina Stampanoni 2 anni fa su fb
Io sono completamente d'accordo con il far pagare il sacchetto, ma uno a uno, non compreso nel prezzo di mele ecc!! E lo si paga anche se biodegradabile, così vedi che magari salta fuori che si possono anche riutilizzare!! E in ogni caso, io dove posso l'etichetta la metto direttamente sul prodotto! Tante storie che poi si indebitano per una Louis Vuitton, Gucci e per il calcio! C'è un governo le li incula davanti e dietro da anni e anni ma silenzio, poi per un sacchetto parte la rivolta!!
Francesco Carossa 2 anni fa su fb
Sono italiano e sinceramente sarebbe da protestare per il bollo auto,bollette della luce,pedaggio autostrada con strade da 6 mondo ,canone Rai, accise benzina ecc non solo per 1centesimo di sacchetto sacchetto, ovviamente per il resto viene prima il calcio dei nostri diritti in svizzera 40fr giro tutto l anno in autostrada in Italia forse giro 100km ,passo la dogana italiana e trovo tutto preciso pulito e strade ok da me crateri ogni angolo,spazzatura ecc non denigro il mio paese ma dico la verità che molti miei connazionali capre non hanno le palle di dire ma pensano di essere superiori a tutti i popoli del mondo.
Erica Bianchi 2 anni fa su fb
Ti risponde una cittadina Svizzera. Guarda che anche qua da noi non é che é tutto ORO ciò che luccica. Prova una volta ad andare in un Edicola a comperare un Quotidiano o un settimanale proveniente dall'Italia, e confronta il prezzo applicato in confronto all'Europa. Fatti dire la differenza del prezzo delle sigarette in confronto dell'Italia. Prova a venire fare spesa qui....?????. Da noi i sacchetti alla DENNER che é un discount li paghiamo ANCHE NOI ORA 5cts. Qua ti spogliano!!! Buona giornata.
Ghirlandini Marco 2 anni fa su fb
Condivido il pensiero di Erica....purtroppo siamo tutti abituati a guardare il vicino convinti sia sempre meglio di noi...ma se non cominciamo ad imporci x cambiare le cose ...tipo i sacchetti o il bollo auto ( in swiss ce pure li ma non si lamentano ) il canone Rai.. .le accise ecc..ecc..tutto resterà tale e quale
Loredana Barbiero 2 anni fa su fb
Confermo in pieno anche se questa dei sacchetti è un 'altra truffa di questo governo mafioso ???
Giancarlo Dedola 2 anni fa su fb
Erica Bianchi prima di fare un paragone di prezzi tra Italia e Svizzera bisogna paragonare lo stipendio.. prendiamo più del doppio e le sigarette costano meno del doppio.
Zia Cin 2 anni fa su fb
Signora Erica Bianchi. I sacchetti al Denner li può utilizzare più volte, e comunque non sarà tutto oro quello che luccica ma non mi dica che preferirebbe vivere in un paese delle'UE, perchè se così fosse...buon trasloco. Se compera i sacchetti per frutta e verdura alla Migros li usa fin che vanno a pezzi, e sono pure lavabili.
Agnese Ghidossi 2 anni fa su fb
Erica Bianchi x i sacchetti si tratta, non è questione di pagare ma di non produrre rifiuti plastici inutili con sacchetti usa e getta. Portatevi da casa i sacchetti in tela. Questi non sono problemi?
Tony Tanieli 2 anni fa su fb
È certo che devi avere due palle grosse tu..?ditegli che si sta lamentando su fb anche lui...
Silvana Canonica 2 anni fa su fb
Erica Bianchi MA NON I SACCHETTI X LA FRUTTA E VERDURA!!!!!,!
Silvana Canonica 2 anni fa su fb
Zia Cin i sacchetti X frutta e verdura NON SI PAGANO (ANCORA!!) . I sacchetti X la spesa prima non si pagavano!!!! Ma far pagare X la frutta e verdura lo trovo ridicolo !!,
Francesco Carossa 2 anni fa su fb
Ho precisato che non denigro l Italia dico solo ciò che è vero a differenza dei miei connazionali Capre!!!! Per gente che nega la realtà e vive nel suo mondo che l'Italia è nella merda metà non mi sono mai lamentato nella mia vita tranquilli ai fenomeni capre soprattutto quelli che sparano a zero sulla svizzera però a fine del mese gli fanno comodo i soldi almeno siate cooerenti!!!
Alby Beltrami 2 anni fa su fb
Ma sei amico di Lambrenedetto?
Olmo Invernizzi 2 anni fa su fb
Per l’autostrada devi comunque mettere in conto che quella svizzera sarà si Eni 400 km . Comunque capisco perfettamente il discorso , complimenti non é da tutti esprimere una sana autocritica !
Grazia Bernasconi 2 anni fa su fb
Sulle autostrade italiane c'è il monopolio e c'è il sospetto che un altro monopolio ci sia per la produzione di questi sacchetti obbligatori solo in Italia...
Carlo Carlo 2 anni fa su fb
Ciao Silvana, ma nel prezzo al Kg della frutta o verdura che ti presentano non pensi che il sacchetto, il guanto, l'etichetta, l'inchiostro per stamparla, l'ammortamento della bilancia, la sua manutenzione, .... siano già calcolati? Nel prezzo è persino compreso anche il frutto che viene rubato e lo scarto
Vincenzo Steria 2 anni fa su fb
Peccato che anche se non prendi il sachetto te lo fanno pagare comunque
Bacaude 2 anni fa su tio
Trovo l'informazione parziale e poco precisa. Mi pare che per una volta l'Italia abbia preso una decisione al passo coi tempi, tant'è che questa legge è stata fortemente voluta da LegaAmbiente Visti gli enormi problemi di smaltimento, si eliminano inutili sacchetti non reciclabili. Inoltre il prezzo è un abbaglio. Infatti tali sacchetti saranno autorizzati come sacchi per l'umido, dunque prima di arrivare a 90 cts. (costo del sacco nero fortemente inquinante) ci vogliono ca. 30 sacchetti! (prz. stimato 3 cts. e non fino 10 come scritto). Come scritto inoltre i sono valide alternative. Da noi ci sono ancora i sacchetti di plastica. Mi spiace, possiamo anche fare dell'ironia ma, come spesso accade anche questa volta siamo indietro.
Pepperos 2 anni fa su tio
@Bacaude Coop centro Esselunga 1cent Nessuno vieta di mettere due o tre articoli in un sacchetto ( naturalmente pesanti singolarmente ). La distribuzione Svizzera molto indietro... Pane che si può palpare ivi la verdura. ( Igiene sich.... Medaglia Nera ).
pontsort 2 anni fa su tio
@Bacaude Sono solo parzialmente d'accordo. Una buona cosa che hanno fatto gli italiani é stato il divieto dei sacchetti gratuiti alla cassa. Cosa che in svizzera non si ha avuto il coraggio di fare, ma si é lasciata alla discrezione dei negozi. Invece questa cosa sembra essere fatta solo per far consumare sacchetti. È vero che si tratta di sacchetti compostabili (ed é la parte positiva della leggge) ma di fatto si obbliga ad utilizzarli anche chi avrebbe preferito riciclarli. Si sarebbe quindi dovuto permettere di utilizzare i propri sacchetti e non obbligare a fatturarli.
Bacaude 2 anni fa su tio
@pontsort Tu parli dei sacchetti nei quali mettere la spesa. Quelli nessuno in Italia ti obbliga a comprarli (e nemmeno qui da noi) Qui ci si riferisce ai sacchetti nei quali mettere frutta e verdura e, non mi pare, sia pratica diffusa usare i propri (anche perchè i prezzi delle pesature vanno esposti). Io attacco diverse pesature su un solo sacchetto e non mi pare questo sia vietato. In aggiunta essi diventano validi per l'umido (che in Italia mettono nel sacco nero, inquinante e dal costo di circa 20-30 dei sacchetti in questione). Dunque anche col prezzo vanno in pari, con la salvaguiardia dell'ambiente vanno meglio. Intanto da noi non sono ancora vietati quelli non biodegradabili. Se poi l'esercito piagnucoloso degli scontenti deve per forza lamentarsi faccia pure. Ormai il lamento inconcludente è diventato uno sport.
pontsort 2 anni fa su tio
@Bacaude I sacchetti alla cassa era solo la prima parte del post. La seconda era su quelli della frutta. È vero, nessuno ti obbliga a prenderlo, ma devi comunque pagarlo, perché é compreso nella pesata. Per il riutilizzo o non utilizzo del tutto, forse non sara pratica comune, ma sono comunque diversi a farlo. Io personalmente nei frutti che comunque sbuccio glieli attacco sulla pelle. E guarda caso anche se metti 10 tipi di frutta in un sacchetto, di sacchetti ne paghi 10... Poi la questione dell'umido, mica tutti hanno bisogno di sacchetti compostabili per smaltirlo. Come detto l'unica cosa positiva di questa storia é che devono essere biodegradabili, perché di sicuro la legge non ha lo scopo di ridurli.
Bacaude 2 anni fa su tio
@pontsort Mi dicono che sono già diversi i supermercati che li hanno messi a 1cts. Il 70 per cento della popolazione italiana è urbanizzato e anche le abitazioni rurali, a meno che uno non abbia maiali e cani, hanno bisogno dei sacchi dell'umido per ossa e pesce (che non puoi mettere nel compost). Ritengo che si dovrà attendere e vedere se funziona. Mi vengono in mente molti provvedimenti criticati. Quando uscì il divieto di fumo nei locali (anche questo in ritardo rispetto ad altri paesi) molti si scagliarono con i soliti slogan: "E' solo x fare cassa" oppure "il solito favore alle casse malati" ecc. Abolirlo oggi sarebbe impensabile... ci ritroviamo qui tra un paio d'anni, guardiamo oltre confine e vediamo se ha dato una mano contro il degrado diffuso. ;-)
pontsort 2 anni fa su tio
@Bacaude Il sacchetto non é per niente indispensabile, basta utilizzare i secchielli come quelli verdi che si trovano da noi. E non vedo cosa servano i sacchetti dell'umido per ossa e pesce. Come non vedo cosa centra l'esempio del divieto di fumo.
Bacaude 2 anni fa su tio
@pontsort Ma abbi pazienza. Mi pare emerga qualche lacuna sulle regole. 1) Stiamo parlando dell'Italia. Se abiti (come il 70 per cento degli italiani) in condominio il secchiello verde (che non hanno per inciso) quando è pieno dove lo svuoti? nei gerani sul balcone? In Italia si chiama umido (il nostro RSU con alcune differenze x capirci e va nel sacco nero) 2) Tu quando mangi carne o pesce gli scarti ossa, lische, pelle ecc.) li butti nel secchiello verde? non pensó altrimenti avresti il compost in giardino invaso da ratti e uccelli. Li butti nell'RSU (che paghi) proprio come gli italiani. Dunque ecco la risposta alla tua seconda osservazione. 3) La legge menzionata è lì x ricordare come, apriorísticamente molti debbano lamentarsi per forza anche se la legge è buona.
pontsort 2 anni fa su tio
@Bacaude Mi sembra che anche in italia ( dove le cose funzionano) ci sia la raccolta differenziata con i cassoni per i vari rifiuti. Ecco dove svuotare il secchiello. Continuo a non capire cosa centrano ossa e lische con il compost. Come hai detto finisce nel sacco nero quindi non é necessario un sacchetto biodegradabile per eliminarli. Io non sto discutendo la necessita di ridurre i sacchetti, ma questa legge invece di farli diminuire li puo solo aumentare. Il fatto che saranno biodegradabili é il solo fattore positivo, ma che viene vanificato dal maggior consumo di sacchetti (che tra l'altro non devono per forza essere biodegradabili al 100%)
Marcus Zircus 2 anni fa su fb
Il colmo ; si Perdono X un sacchetto da 00.2 ct. e sprecano miliardi in extra comunitari ARRIVATI in barconi,,,, ,,,,,,
Roberto Tambone 2 anni fa su fb
Ma la punteggiatura creativa e il benaltrismo vinceranno sul male
gabola 2 anni fa su tio
E una volta che li avete pesati uno a uno,incollato lo scontrino sulla buccia che poi mangiate(con colla annessa)dove la mettete la verdura? Mi raccomando,quando arriva l'uva un acino alla volta e in fondo al carrello,basta organizzarsi,c'è gente che lo fa da un pezzo
87 2 anni fa su tio
@gabola E inoltre lo stesso procedimento dell'uva va fatto anche per mirtilli, ribes, frutta secca, noccioline sfuse... [][]Parlando di igiene: i sacchetti di frutta e verdura servono anche per non contaminare gli alimenti con i batteri fecali presenti sul carrello, in quantità maggiori rispetto ai gabinetti. Furbi della protesta pensateci. Dove sono riposti i carrelli della spesa non passano mai volatili scagherecci o auto che schizzano fango o auto che espellono monossido di carbonio e pulviscoli vari? Non avete mai visto quelle persone educate che tengono i pargoli insieme alla spesa, con gli stivaletti pieni di fanghiglia, invece che nel seggiolino integrato nel carrello? Secondo me i furbi della protesta otterranno i frutti della selezione naturale prima ancora di ottenere un rimborso (10 Euro all'anno?) per i sacchetti di frutta e verdura.
UlVisin 2 anni fa su tio
@87 li lavi? sai esiste l'acqua...
Pepperos 2 anni fa su tio
@87 Concordo:)
87 2 anni fa su tio
@UlVisin Hai ragione, come ho fatto a non pensarci!! Seguo il tuo consiglio e acquisto bottiglioni da un litro di amuchina (come usanza nel paese in cui fai acquisti, in alternativa si usa bicarbonato) a 7 Euro, spendendo circa 14 Euro all'anno per disinfettare i batteri fecali da frutta e verdura (chiedi a San Google se i carrelli sono portatori di batteri). Oppure acquisto le salviette disinfettanti e pulisco ben bene il carrello prima di fare acquisti. Non sono a conoscenza della frequenza di lavaggio dei carrelli nei supermercati, li vedo sempre lì ammucchiati, pieni di spazzatura del cliente precedente, e qualche volta vedo il dipendente con la fila di carrelli che porta i carrelli eccedenti dai box esterni verso gli stalli all'interno del supermercato. Ripeto: non sono a conoscenza delle frequenze di pulizia dei carrelli da parte del supermercato; potrebbero lavarli ogni 3 ore come ogni 3 settimane. I nostri nonni non sono morti certo per un po' di m3rda sui carrelli, ma avevano anche un altro stile di vita (purtroppo/per fortuna) rispetto ai giorni nostri, e c'era più educazione sociale che oggigiorno è andata a farsi benedire, ognuno se ne frega. Se vuoi usare la sola acqua per pulire via i residui fecali dalla frutta e verdura che mangi, fai pure, sono le case farmaceutiche a dire che i batteri non si combattono con la sola acqua, vogliono guadagnare sulla tua salute; io continuo a usare i sacchettini con l'idea apparente di non ingerire gli scarti altrui (sperando che qualcuno non starnutisca su frutta e verdura nel reparto del supermercato), spendo i miei 7 Euro all'anno (se andassi in Italia tutte le settimane) e con la mia minima spesa non foraggio le case farmaceutiche e i produttori di amuchina/bicarbonato/ecc.
87 2 anni fa su tio
Non conosco il sistema del pagamento sacchetti, ma dubito che la cassiera si metta a contare i sacchettini uno a uno, penso piuttosto che già alla pesa di frutta e verdura, ci sia il supplemento incluso nell'adesivo con il codice a sbarre che riporta il prezzo del contenuto. Dunque, se peso 10 mele e uso un sacchetto (caso normale), pago il peso di 10 mele + 1 sacchetto; se peso 10 mele singole (caso nell'articolo), pago il peso di 10 mele + 10 sacchetti, anche se non uso i sacchetti, aumentando inoltre il tempo di permanenza e lavoro personale. Il furbo che protesta contro i mulini a vento paga di più per una cosa che magari è stata messa a regolamento del supermercato; non so se esiste un principio che implica l'accettazione del regolamento al momento di procedere con gli acquisti. [][][]Parlando di proteste per gli durante gli acquisti: protestate per l'uso delle pistole salvatempo (gli scanner dei codici a barre ad uso del cliente)! Il cliente impiega più tempo per i propri acquisti, tempo in parte recuperato tagliando corto alla cassa, ma il supermercato ci risparmia sul personale. Il cliente che sfrutta questo sistema secondo me avrebbe il diritto di ottenere tra il 2 il 5% di ribasso sulla spesa. Inoltre al cliente che viene sorteggiato per il controllo casuale, sarebbe dovuto un ulteriore 5% di ribasso a causa del tempo sprecato due volte (durante la spesa, scansionando e riponendo gli articoli nelle proprie borse, e l'ispezione alla cassa che implica l'esposizione di tutta la spesa e il lavoro di rimettere tutta la spesa nelle borse).
Margherita Barbieri 2 anni fa su fb
Lo si paga comunque,anche se non lo prendi
Pierpaolo Lai 2 anni fa su fb
Geni... per poi scoprire che il prezzo del sacchetto vieni caricato in automatico alla cassa?????
Sylvia Airoldi Pirovano 2 anni fa su fb
Che belli questi problemi..????
Nadine Ferrari 2 anni fa su fb
Questa storia è un controsenso unico, a cominciare dal fatto che impongono il pagamento dei sacchetti biodegradabili esattamente come quelli di plastica...
Jacopo Monastero 2 anni fa su fb
Minchia quante cazzate per 2 centesimi.
Marco Alonzi 2 anni fa su fb
#cheschifoipoveri
Massimo Della Pegna 2 anni fa su fb
è inutile, il prezzo del sacchetto è compreso nell'etichetta della pesata, quindi devono farselo stornare, altrimenti pagano in sacchetto x ogni articolo....
Nadine Ferrari 2 anni fa su fb
Se ciò che dici è vero, allora è ancora meno inutile visto che l'operazione di storno farà perdere ancora più tempo alla cassa... :)
Massimo Della Pegna 2 anni fa su fb
si, infatti :-)
Alessandro Kom 2 anni fa su fb
Diciamo che una famiglia media comprerà sei, sette tipi di frutta e verdura diversi in una settimana? Diciamo che le buste per frutta e verdura costeranno circa 0,02 e saranno biodegradabili, non come quelle in commercio oggi. Posto quanto sopra, sette buste per quattro settimane fa 0,56 centesimi al mese, 6,72 euro l'anno.
Samuele Segala 2 anni fa su fb
(Se durano più di un giorno)
Lorella Castellini 2 anni fa su fb
Ho fatto il tuo stesso ragionamento più volte, solo che io l’ho fatto calcolando 3 sacchetti al giorno, per 365 (per voler stare abbondante). 21.90€ che probabilmente nessuno spenderà mai realmente. Mi hanno mangiata viva perché sono “insostenibili” ?
Marina Lucia Perego 2 anni fa su fb
Non le puoi riutilizzare per l'umido perchè c'è etichetta in carta
Alessandro Kom 2 anni fa su fb
Lorella Castellini 3 sacchetti al giorno? Ti prendi le ferie per fare la spesa? Comunque sia sai bene che per un cellulare costoso che dopo un mese vale il 40% in meno la gente è disposta a fare prestiti e code , per un sacchetto che , anche finisse nel fiume , scomparirà in brevissimo tempo , tutti a fare storie . La gente vuole combattere l’inquinamento sempre e comunque , mandando avanti gli altri. Sempre valido il motto “ ti piace fare il frocio con il culo degli altri”
Alessandro Kom 2 anni fa su fb
Marina Lucia Perego Lei ha fatto un osservazione molto acuta. Sono curioso di capire se la carta adesiva sia biodegradabile .. Speriamo non sia il solito pastrocchio.
Lorella Castellini 2 anni fa su fb
Alessandro Kom Ho fatto il calcolo su 3 sacchetti al giorno per dare un idea che, pur volendo abbondare, non é per nulla una spesa insostenibile. Non certo perché credo che se ne useranno tanti ? Anche perché, togli le feste, togli che realmente non saranno 3 al giorno costanti, dimezzano i costi. Ma almeno così é ben chiaro che, nel caso utopico si usino 1095 sacchetti in un anno, non superano i 30€. Niente da fare, si sono inviperite comunque ?
Barbara Lehmann 2 anni fa su fb
Non si possono usare si rompono facilmente .
Giusy Ugas 2 anni fa su fb
Una volta a casa i sacchetti si rompono ma li hai mai presi ?????
Alessandro Kom 2 anni fa su fb
Giusy Ugas si Giusy, si rompevano anche quelli della spesa. Io capisco bene che é l’imposizione del pagamento che é iniqua, se non fossimo obbligati a pagare i sacchetti stai certa che la polemica non sarebbe sorta .
Chantys Balla 2 anni fa su fb
Daisy Del Ponte ahahaha
Daisy Del Ponte 2 anni fa su fb
Dajeeeeeee
Daisy Del Ponte 2 anni fa su fb
Dajeeeeeee
Sara Dias Teixeira 2 anni fa su fb
Nicholas Davidoff
Paula Avila Lopes 2 anni fa su fb
Felipe Giacomini Lopes viu essa??
Mafferetti De-Vittori Claudia 2 anni fa su fb
Per ridurre gli sprechi...che si possano mettere più prodotti in un solo sacchetto, dove attacchi le varie etichette o fare come migros e (ancora non in tutte) coop sacchetti che riutilizzi e lavabili...
Piera Mazzei 2 anni fa su fb
Nn vi siete mai accorti che il sacchetto si pagava già prima,io pesavo sempre la frutta senza sacchetto,con il sacchetto era due centesimi in piu
Mafferetti De-Vittori Claudia 2 anni fa su fb
Io peso sempre senza sacchetti...
Nadine Ferrari 2 anni fa su fb
Due centesimi in più per il sacchetto sulla bilancia? Ma cosa usano nei vostri supermercati, sacchetti in fibra di ghisa? :D
Piera Mazzei 2 anni fa su fb
Mafferetti De-Vittori Claudia anche io
Piera Mazzei 2 anni fa su fb
Nadine Ferrari nn hai mai fatto caso?sacchetti normalissimi che trovi anche nel tuo supermercato
Piera Mazzei 2 anni fa su fb
Nadine Ferrari nn hai mai fatto caso?sacchetti normalissimi che trovi anche nel tuo supermercato
Elena Maretti 2 anni fa su fb
Non in tutti i supermercati il costo del sacchetto esce in automatico e se esce è un abuso, non si può far pagare qualcosa che non si compra. Dunque protesta giusta e ineccepibile nella modalità.
Lino Cordiano 2 anni fa su fb
Io li utilizzo smaltire poi l'umido non sono soldi buttati ..Poi il costo è davvero irrisorio ..
Elena Maretti 2 anni fa su fb
Lino Cordiano è una questione di principio
Elena Maretti 2 anni fa su fb
Costo irrisorio mica tanto, se compri 10 frutta/verdura sono 50 centesimi, 1000 delle vecchie lire
Lino Cordiano 2 anni fa su fb
In Italia da 0,1 a 0,3 cent .. 10 sono 30 cent 100 sono 3 euro Mille sono 30 euro ... Penso che neanche ad usarli in bagno si riesca a spendere 30 euro in un anno ..
Lino Cordiano 2 anni fa su fb
Legga forse capirà anche le motivazioni .. https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1677499115649126&id=100001671607855
Elena Maretti 2 anni fa su fb
Le motivazioni le conosco e non sono di certo l’evitare gli sprechi, è vietato portarseli da casa per riciclarli. Costano 5 centesimi, stata ieri al Carrefour.
Lino Cordiano 2 anni fa su fb
Signora Marelli, il nostro errore è pensare di essere più bravi e più furbi degli altri. . Queste sono direttive europee Dove ci sono persone che lavorano per gestire milioni di persone. .. Chissà come mai i più bravi invece facciano altri lavori ..Chi l'impiegato chi il Muratore ecc.. Un vero peccato .. Un saluto ..?
Elena Maretti 2 anni fa su fb
Lino Cordiano mi scusi ma la direttiva europea non vieta il riciclo, anzi, non impone prezzi, ecc. detto ciò la saluto anche io ?
Luigi Simone 2 anni fa su fb
Elena Maretti il punto è che prima le caricavano sul prezzo dei prodotti. Adesso escono a parte sullo scontrino. Non è cambiato nulla.
Маттео Марцо 2 anni fa su fb
credo che il tema vero, in Italia, sia chi produce i sacchetti. E' vero che poi li riutilizziamo per l'umido andando a risparmiare sull'acquisto di nuovi sacchetti (ma presto ce li imporranno). Se chi produce i sacchetti riesce a influenzare chi scrive delle leggi (o recepisce delle leggi sovranazionali attuandole), ricadiamo nel problema "banca etruria" e affini. Un capitalismo estremamente malato da stroncare. Altro problema sono le sanzioni che assumono, sulla carta, connotati che Kin Jong Un sembra un agnellino.
Annalisa Gaudenzio 2 anni fa su fb
Quindi ora secondo il suo ragionamento abbasserrano i prezzi perché il ricarico ora è esplicito??? ?
Davide Pelucchi 2 anni fa su fb
Lino Cordiano talmente europee che all'estero non si vedono quasi neanche i sacchetti bio e non si pagano a parte!
Pier Michele Mocellini 2 anni fa su fb
Elena Maretti la soluzione è lamentarsi e cambiare super... Prima ce li facevano pagare ugualmente, ma non era dichiarato, oggi, per adeguarsi ad una Direttiva Europea , bisogna anche saper rivoltarsi (quando la spesa è superiore ai 0,02€) o cambiare super... NB. Se ha pagato 0,05 € a sacchetto ha ragione di lamentarsi
Elena Maretti 2 anni fa su fb
Pier Michele Mocellini pagati 5 cent l’uno e vuoi sapere la cosa divertente? Erano quelli vecchi in plastica ???
Маттео Марцо 2 anni fa su fb
immaginiamo di spendere 0,5 euro/mese a famiglia per sta direttiva. Immaginiamo di moltiplicare per 15 mln di famiglie e per 12 mesi. Diciamo 90 milioni di euro/anno. Immaginiamo ora che l'azienda fornitrice di questi sacchetti sia una sola, immaginiamo anche che un/una dirigente sia del giglio magico...
Elena Maretti 2 anni fa su fb
Маттео Марцо è una sola ???, produce oltre l’80% dei sacchetti a norma di decreto
Маттео Марцо 2 anni fa su fb
quindi io rispondo che preferirei spendere 5 euro al mese (dieci vlte tanto) ma evitare questa merda a cui sono invece costretto. MIO MALGRADO.
Elena Maretti 2 anni fa su fb
Маттео Марцо ??? esatto è una questione di principio
Ilenia Rossetti 2 anni fa su fb
Si chiamano norme e vanno rispettate...
Маттео Марцо 2 anni fa su fb
si ma non in regime di monopolio politico.
Elena Maretti 2 anni fa su fb
Маттео Марцо e industriale
Ilenia Rossetti 2 anni fa su fb
Si chiama argibare i disonesti che aggirano le normative spacciando "per uso interno" materiali illegali! Che poi finiscono se tutto va bene a intasare le discariche o in mare
Ilenia Rossetti 2 anni fa su fb
La norma sui sacchetti bio in italia è di tempi insospettabili. Lo spirito della norma è corretto. La bastioli è una stimata professionista e l'azienda sostiene la concorrenza di basf. Ripeto: di cosa stiamo parlando. La finiamo di tirarci le mazzate sui coglioni morendo in apnea per dire non respiro la stessa aria di renzi?
Маттео Марцо 2 anni fa su fb
Un modo rapido c'è: che se ne vada! Lo aveva promesso e non lo ha fatto. Adesso le cose si stanno mettendo in modo tale che potrebbe esserne costretto...
Giovanni M. Seregni 2 anni fa su fb
Ilenia Rossetti stiamo parlando di un costo che prima non c'era, visto che lei ne sa tanto ci dica quante disgrazie documentate aveva portato in precedenza la mancanza di questa norma.
Luigi Simone 2 anni fa su fb
Annalisa Gaudenzio e perchè no? Potrebbero, pur di mantenere un prezzo finale senza aumenti. Lo fanno tutti, quando la busta è gratis la paghi sempre, è un costo. Io in Svizzera la pago ovunque.
Маттео Марцо 2 anni fa su fb
la Bastioli, amica del Magnifico, quella che è stata sempre da lui piazzata presidente di Terna...tra complottismo e mancanza di ingenuità ce ne passa molto o poco? Che all'estero si usino gli stessi sacchetti senza sopratassa e che questa azienda con amici detiene l'80% del mercato nel nostro paese può centrare o non può centrare con il famoso emendamento?
Ilenia Rossetti 2 anni fa su fb
Giovanni M. Seregni il costo prima c'era (pensa che esselunga o chi per essa regalasse sacchetti che rappresentano un costo vivo???). Era semplicemente spalmato sui costi dell'ortofrutta al dettaglio. La norma prevede che l'utente italiano, che non fa mai scelte virtuose se non viene toccato sul portafoglio, vedi cinture di sicurezza, prenda coscienza che la plastica usa e getta rappresenta un problema consistente, un costo ambientale e un costo di smaltimento. Forse, visto che andrà in rovina per 2 cent al sacchetto, ne userà meno e meglio. Quindi la norma ha successo. In altri paesi forse basta spiegare le cose, da noi o imponi o non ottieni nulla.
Ilenia Rossetti 2 anni fa su fb
Stiamo parlanfo di una personalità eminente del nostro paese, pluripremiata in ambito internazionale per le innovazioni tecnologiche. Ci si preoccupa del suo nome solo oggi e non quando un'eccellenza italiana come novamont ha portato lustro al nostro paese. Vergogna!
Маттео Марцо 2 anni fa su fb
Non mi vergogno di prendere le distanze da personaggi che entrano nel mondo di una certa politica. Non è obbligatorio, è anzi estremamente raccomandabile, se si tiene alla propria immagine, starne alla larga o pagarne le conseguenze. Non è una ragazzina, se è veramente dotata come deve essere un pluripremiato, usi le meningi a 360°.
Zia Cin 2 anni fa su fb
La Migros vende i sacchetti a retina lavabili e riutilizzabili. Pratici.
Juergen G. Fieschi 2 anni fa su fb
E poi quando arrivi alla cassa la cassiera e gli altri clienti ti guardano come un alieno e chiedono: 'Ma cusa l'è?' :-D
Barbara Carli 2 anni fa su fb
L'ho letto su fb, ma lo davano come una realtà diffusa in tutta la Svizzera. Chiedo...è vero che è diffuso o è un oggetto raro e usato a discrezione dei clienti?
Sylvia Airoldi Pirovano 2 anni fa su fb
Io ne ho tre li uso ma nessuno mi guarda come un' aliena ci mancherebbe....il saçchetto costa 5 centesimi alla cassa.
Sylvia Airoldi Pirovano 2 anni fa su fb
Il primo giorno la Migros li regalava alla cassa poi si potevano comperare per 6.90
Cristina Porro 2 anni fa su fb
Il fatto è che sono stata ieri al supermercato in Italia e c'è scritto chiaramente che per ragioni di "igiene e sicurezza" è proibito utilizzare sacchetti portati da casa. In ogni caso il loro sacchettino costa 2 centesimi e io metto sempre tutta la frutta in un solo sacchetto dopo averla pesata singolarmente...
Zia Cin 2 anni fa su fb
Non è un oggetto raro almeno da Migros. Si trovano in ceste accanto alla frutta e alla verdura. In altri supermercati non so.
Zia Cin 2 anni fa su fb
Cristina Porro ma mi chiedo...igiene per chi? Se mi porto dei sacchetti da casa il problema sarebbe solo mio!
Sylvia Airoldi Pirovano 2 anni fa su fb
2 centesimi ma non e' che si fallisce.Io non oserei mai reclamare per 2 centesimi.A me fa male quando la gente butta via il cibo rimasto specialmente in questi giorni di festa.?
Bruna Bralla 2 anni fa su fb
Sylvia Airoldi Pirovano li uso anch’io e sono praticissimi
Giulia Rizzi 2 anni fa su fb
Anche all Coop li vendono, il punto e' che in Italia NON si puo' portare sacchetti da casa, quindi ti obbligano a comprare i loro ogni volta, e' una truffa!!!
Zia Cin 2 anni fa su fb
Giulia Rizzi tanto di regola faccio la spesa da noi ?
Flavio Zana 2 anni fa su fb
lamentarsi e protestare sempre e in ogni caso! fa benissimo alla salute mentale di chi ti sta intorno.
Ste Panoz 2 anni fa su fb
Non comprate la frutta e verdura nei supermercati ma dal fruttivendolo che non applica etichette e non fa pagare i sacchetti ma ha frutta e verdura di qualità...
Laura Gilardoni 2 anni fa su fb
Ieri ho visto.un servizio al tg e anche i fruttivendolo deve farlo.pagare
Ste Panoz 2 anni fa su fb
Ma siccome il fruttivendolo è intelligente e flessibile, se vuole può anche non farlo pagare.. Ai supermercati non interessa il cliente ma solo il profitto.. Al fruttivendolo interessa si guadagnare ma anche la soddisfazione del suo cliente.. Questa è la grande differenza ed è il valore aggiunto delle piccole attività che però i grandi interessi politici ed economici vogliono far chiudere
Gianluca Guidorzi 2 anni fa su fb
Dal fruttivendolo ho sempre visto la busta di carta, e comunque una busta per diversi articoli.
Daniela Margni 2 anni fa su fb
Pazzesco!
Sandra Induni Bellotti 2 anni fa su fb
Fare la spesa in Ch è meglio (Km code tempo )non so se conviene passare il confine?
Mafferetti De-Vittori Claudia 2 anni fa su fb
Quello lo faccio sempre...
Sandra Induni Bellotti 2 anni fa su fb
?
Muriel Rovelli 2 anni fa su fb
Condivido pienamente . Anche perché se si fa tutto in italia inutile poi lamentarsi che non c’è lavoro per i nostri giovani .
Raf Cennamo 2 anni fa su fb
Pagare il sacchetto della spesa è odioso ! Per il semplice fatto che il costo andrebbe distribuito sul margine di guadagno.
Elena Maretti 2 anni fa su fb
I negozianti sono OBBLIGATI a farli pagare da un decreto legge, pena multe fino a 100’000 euro
Raf Cennamo 2 anni fa su fb
Elena Maretti la legge quando è costrittiva va cambiata perché non vado a comprare il sacchetto e l'esercente non è tenuto a vendere sacchetti su cui ci guadagna.
Annalisa Gaudenzio 2 anni fa su fb
Non so può... ad ogni articolo pesato , alla cassa passa un sacchetto in automatico ... quindi se prezzi 10 mele ti verranno messi in conto 10 sacchetti ... quindi "peso il tacon del buso "
Loris Bianchi 2 anni fa su fb
Come come ? Dove ?
Annalisa Gaudenzio 2 anni fa su fb
?
Roberto Volpato 2 anni fa su fb
Pazzesco
Fabia Gusmeroli 2 anni fa su fb
Basterebbe portarsi da casa sacchetti riutilizabili?
Emy Pinelli 2 anni fa su fb
Non si può..Non sono accettati
Gla Jel 2 anni fa su fb
Ma sembra che non si possa, inoltre pare che per ogni pesata sia compreso il prezzo del sacchetto compostabile di 2 cts...
Francesca Youssef-Bernasconi 2 anni fa su fb
Pare che la legge lo proibisca.
Fabia Gusmeroli 2 anni fa su fb
Aa questo non lo sapevo :/ pensavo fosse fatta per sprecare meno sacchettini.
Marco Risi 2 anni fa su fb
È qui che sta il giochino del guadagno : Ti vietano di portare il sacchetto da casa e se metti l'etichetta su ogni singolo frutto o verdura , ad ogni etichetta viene fatturato un sacchetto. Questo regalo di Renzi frutterà 400 mln di € alla sua amica produttrice dei sacchetti
Elena Maretti 2 anni fa su fb
È vietato
Roberto Tambone 2 anni fa su fb
Ma Renzi non è al governo da un anno almeno...
Elena Maretti 2 anni fa su fb
Non in tutti i supermercati il costo del sacchetto esce in automatico e se esce è un abuso, non si può far pagare qualcosa che non si compra. Dunque protesta giusta e ineccepibile nella modalità.
Sara Mancuso 2 anni fa su fb
È vietato portare sacchetti da casa .... In Italia non vige la Democrazia ma la DITTATURA !!!!
GB GB 2 anni fa su fb
Roberto Tambone non è lui al governo ma il pd e il segretario del pd é renzi dunque comanda sempre lui
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-27 04:40:48 | 91.208.130.87