Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch / STF (ANTHONY ANEX)
SVIZZERA
16.06.2022 - 11:370
Aggiornamento : 12:01

«L'inflazione si diffonde anche a beni non colpiti dalla guerra»

Il presidente della BNS, Thomas Jordan, sull'aumento dei tassi di interesse. E non esclude altri ritocchi in futuro

ZURIGO - «Abbiamo deciso di aumentare i tassi di interesse di mezzo punto percentuale perché vi sono segnali che l'inflazione si sta diffondendo anche a beni e servizi non direttamente colpiti dalla guerra in Ucraina e dalle conseguenze della pandemia»: lo ha detto il presidente della direzione generale della Banca nazionale svizzera (BNS) Thomas Jordan, spiegando la mossa odierna dell'istituto, giunta a sorpresa.

Nel contesto odierno gli aumenti di prezzo vengono trasferiti più rapidamente e accettati più facilmente rispetto a quanto accadeva fino a poco tempo fa, ha argomentato il 59enne. «Sussiste quindi il rischio che gli effetti di secondo impatto si consolidino se l'inflazione rimane al di sopra del 2% per un periodo di tempo più lungo», ha aggiunto il banchiere.

Come noto per «effetto di secondo impatto» si intende la situazione in cui i cittadini e le imprese iniziano ad attendersi un incremento duraturo del rincaro e si attiva quindi una spirale di aumenti. Il caso classico è quando vengono concordati salari più alti in risposta alla crescita generalizzata dei prezzi.

Non si escludono altri "ritocchi" nel prossimo futuro
Allo stesso tempo Jordan avverte: per stabilizzare l'inflazione nel medio termine potrebbero essere necessari ulteriori aumenti del tasso guida nel prossimo futuro. Come è noto, la BNS punta a un'inflazione non superiore al 2%. Nelle sue stesse previsioni per il 2022 appena pubblicate - comprensive quindi del ritocco odierno - il rincaro è visto al 2,8% quest'anno, all'1,9% il prossimo e all'1,6% nel 2024.

Altra grande novità rispetto al passato: il franco non è più visto troppo forte. «La combinazione di deprezzamento e di un differenziale d'inflazione molto più ampio rispetto agli altri paesi fa sì che il valore del franco non sia più elevato», ha affermato Jordan. «Se il franco dovesse apprezzarsi eccessivamente, saremmo pronti ad acquistare valuta estera», ha assicurato, aggiungendo che nel caso opposto «prenderemmo in considerazione la possibilità di venderne».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
emibr 1 sett fa su tio
Ovviamente ciascuno cerca di fare soprattutto il proprio interesse, è la comunità, quindi la politica, che deve fissare i limiti e le regole. Purtroppo il nostro paese è pieno di gente che continua a lamentarsi di tutto e continua però a votare quei partiti di destra che poi favoriscono le politiche liberiste e diminuiscono la spesa per il sociale. Forse dovreste smetterla di lamentarvi o cambiare partito, no?
ceresade36@gmail.com 1 sett fa su tio
La stessa storia il rico più volte rico metre il resto fatiga d'arrivare alla fine del mese con il bucalettere siempre piu fatture e aminace che se no paga ti aggiungono una tassa di 30 franchi 😡🤬 In questo paese lotano per rindire il cittadino piu povero e piu triste di carenza economica
Sara788 1 sett fa su tio
@ceresade36@gmail.com in italiano pls! o la confederazione/assistenza non le ha pagato il corso ?
Fkevin 1 sett fa su tio
@Sara788 Smettetela di correggere sempre le persone. Sé non hai capito non rispondere. Sé hai capito qualche cosa, rispondi al suo commento. Ma smettetela di fare tutti i professori
Fkevin 1 sett fa su tio
Una gran presa per il ..... . Le banche hanno fatto miliardi di utili. I super ricchi sono ancora più ricchi. Chi era milionario è diventato miliardario. Mentre i soliti comuni mortali (la maggioranza) lo prende sempre nel didietro. Malgrado tutto accettiamo tutto e ci lamentiamo solo (io in primis). Aumenta cassa malati, tassi ipotecari, cibo, benzina, .... . Ma c'è un milionario o miliardario con la coscienza che può sovvenzionare qualche referendum per venire incontro a noi comuni mortali?ahahahahhah.... che domanda di m... Questi prenderanno ancora più soldi e noi lo prendiamo ancora di più nel
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-26 04:00:42 | 91.208.130.89