Keystone
STATI UNITI
08.12.2020 - 18:060

Ultimo giorno per ribaltare l'esito del voto

AlI'ultimo il Texas ha presentato un ricorso alla Corte suprema contro le modifiche alle procedure di voto in 4 Stati

WASHINGTON - Si chiude oggi la finestra legale per gli sforzi di Donald Trump di ribaltare l'esito del voto: l'8 dicembre è la scadenza in base alla legge federale per certificare i voti e risolvere eventuali dispute.

Ormai gran parte degli Stati ha certificato i risultati garantendo a Joe Biden il quorum previsto di grandi elettori che il 14 dicembre si riuniranno per eleggere formalmente il presidente. Oggi tocca a Missouri e Colorado ma tutti gli stati più contesi hanno concluso questa operazione.

L'unica speranza che resta al presidente è convincere alcuni parlamenti controllati dai repubblicani a eleggere elettori a suo favore negli Stati dove ha perso, in modo da ottenerne la maggioranza nella riunione del 14 dicembre. Ma per ora i tre Stati su cui ha fatto pressioni (Michigan, Georgia e Pennsylvania) hanno risposto picche.

Ricorso alla Corte Suprema - Il Texas ha presentato un ricorso alla Corte suprema contro le modifiche alle procedure di voto nelle ultime elezioni in Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin chiedendo di bloccare i voti del collegio elettorale in questi quattro Stati (62 voti) e di rinviare la riunione del 14 dicembre.

La Corte suprema ha una maggioranza conservatrice (6 a 3) dopo le nomine di tre giudici da parte di Donald Trump.

Il ricorso, annunciato dall'attorney generale del Texas Ken Paxton, accusa i dirigenti dei quattro Stati di non aver protetto dalle frodi il voto per posta - esteso a causa della pandemia - riducendo così «il peso dei voti espressi negli Stati che rispettano legalmente la struttura elettorale esposta nella Costituzione».

Il Lone Star State chiede quindi che non siano contati i loro 62 voti nel collegio elettorale, facendo così scendere Joe Biden, che ha totalizzato 306 voti, sotto la soglia del quorum necessario (270).

Trump ha ritwittato i post di alcuni utenti conservatori sul ricorso elettorale del Texas che si chiedono se ora il ministro della giustizia e altri Stati si uniranno a questa azione. Probabilmente questa appare come la sua ultima speranza di ribaltare l'esito del voto, confidando nella maggioranza conservatrice della Corte suprema.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-11 10:27:18 | 91.208.130.87