Cerca e trova immobili

GERMANIAA Berlino allarme bomba per uno zainetto abbandonato

14.06.24 - 19:44
La zona, situata nei pressi del Reichstag, la sede del Parlamento tedesco, è stata riaperta al pubblico poco dopo le 18:30.
Sven Hoppe/dpa
Fonte ats
A Berlino allarme bomba per uno zainetto abbandonato
La zona, situata nei pressi del Reichstag, la sede del Parlamento tedesco, è stata riaperta al pubblico poco dopo le 18:30.

BERLINO - Un allarme bomba a Berlino ha causato l'evacuazione temporanea di un'area in cui si stavano radunando tifosi per seguire su maxischermi la partita di inizio degli Europei di calcio, Germania-Scozia.

La zona, situata nei pressi del Reichstag, la sede del Parlamento tedesco, è stata riaperta al pubblico poco dopo le 18:30. A far scattare l'allarme è stato uno zainetto abbandonato e il proprietario è stato arrestato. La borsa viene esaminata dagli artificieri. Lo riferisce il sito del quotidiano Bild.

Come scrive l'agenzia Dpa citando un portavoce della polizia, è stato creato un perimetro di sicurezza intorno allo zaino. Non è chiaro quante persone abbiano dovuto lasciare l'area. «Se alla fine si scoprirà che non c'è nulla, sarà stato meglio evacuare una volta di troppo piuttosto che una volta di meno», ha dichiarato la ministra dell'interno federale Nancy Faeser da Monaco, dove dalle 21 si svolge la partita.

«Può anche essere che qualcuno non abbia portato l'oggetto nella fan zone perché la borsa era più grande del formato consentito, ovvero DIN A4», ha ipotizzato Beate Ostertag, la portavoce della polizia di Berlino come riporta il sito della Bild.

Il perimetro di sicurezza creato «è ampio 200 metri», ma non riguarda l'intera fan zone, aggiunge il sito notano che l'episodio attualmente non ha alcun impatto sulla fan zone principale, quella davanti all'iconica Porta di Brandeburgo, dove i tifosi hanno ancora accesso.

La minaccia di attacchi terroristici islamisti in Germania è attualmente significativamente più alta rispetto agli anni passati anche a causa della guerra di Gaza, aveva avvertito solo tre giorni il «Verfassungsschutz», il servizio segreto interno tedesco.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE