Cerca e trova immobili

FRANCIA«Una carota nel sedere? Suvvia», la presunta vittima difende lo chef

30.12.23 - 08:32
L'uomo, alle dipendenze dello chef stellato licenziato dal gruppo Hyatt, nega i fatti riportati dai media.
Hyatt
«Una carota nel sedere? Suvvia», la presunta vittima difende lo chef
L'uomo, alle dipendenze dello chef stellato licenziato dal gruppo Hyatt, nega i fatti riportati dai media.

PARIGI - «Vorrei respingere tutte le accuse mosse contro il mio ex capo Aurélien Largeau». Queste le parole, affidate ad Instagram, dell'assistente di cucina balzato alle cronache francesi e non solo in qualità di presunta vittima dello chef stellato Aurélien Largeau.

Secondo il quotidiano francese Sud Ouest, i fatti sono avvenuti in cucina il 2 dicembre. Il giovane impiegato sarebbe stato legato nudo a una sedia per diverse ore, con una mela in bocca e una carota nel sedere tra gli sguardi divertiti della brigata di cucina e dello chef.

«Una carota nell'ano? Veramente? Forza... È tutta una bugia!», ha continuato la presunta vittima su Instagram, parlando poi di «uno scherzo tra amici» su Radio France Bleu Pays Basque.

Chef «devastato»

Lo chef, ora licenziato, afferma su Instagram che «le accuse non riflettono in alcun modo la realtà». Si dice inoltre «devastato dagli attacchi» alla sua immagine e al suo onore. «Condanno qualsiasi forma di maltrattamento, molestia o umiliazione all’interno delle brigate (…) e non mi assocerò mai a tale comportamento», prosegue.

Interrogata sul caso, la direzione del gruppo Hyatt (che gestisce l'hotel a 5 stelle), ha affermato di essere a conoscenza di un «incidente preoccupante avvenuto nei locali dell'hotel e delle immagini circolate sui social network». È stata condotta un'indagine e sono state prese le decisioni appropriate.

L'avvocato incolpa il gruppo Hyatt

Venerdì, alla televisione BFMTV, l'avvocato dello chef ha accusato il gruppo alberghiero di aver messo «un bersaglio sulla schiena di Aurélien Largeau». «Le cose tra il gruppo Hyatt e il mio cliente non funzionavano affatto da marzo 2023. Hyatt ha quindi deciso di sbarazzarsi di Aurélien Largeau», ha spiegato Alexandra Sabbe-Ferri.

Secondo Sud Ouest, lo chef 31enne premiato con una stella nella Guida Michelin nel 2022, sarebbe stato licenziato il 21 dicembre. Secondo l'agenzia di stampa AFP, ora lavora in un albergo di Parigi e dice di aver lasciato il lussuoso hotel di Biarritz «di sua spontanea volontà». Giovedì la procura di Bayonne ha aperto un'indagine per aggressione e violenze sessuali e si è occupata del caso. Tuttavia non è stata sporta alcuna denuncia.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Fabvan 3 mesi fa su tio
Se è la "vittima" a dire questo allora chiudete il caso... Magari gioca con le carote anche a casa.

Elisa_S 3 mesi fa su tio
Probabile che sconfessa per proteggere se stesso. Comprensibile. Deve essere gestito privatamente e a porte chiuse. Ma i colpevoli puniti severamente. Anche chi ha assistito senza intervenire

gigipippa 3 mesi fa su tio
E se fosse stato il contrario, e gli avesse messo la carota fin giù nella gola? E la mela ...?

Livio 3 mesi fa su tio
Se vuole lavorare

S.L. 3 mesi fa su tio
Se fosse vero, è un grande!!😂

fugu 3 mesi fa su tio
Esiste un video, ora rimosso dai social, e una trentina di persone avrebbero assistito a questo "rituale"; e ora vengono a raccontare che non è successo niente? L'apprendista avrà intascato il jackpot della sua vita per fare dietrofront. Un piccolo arrangiamento amichevole e tutto si $i$tema; almeno così credono, perché ormai la frittata è fatta e nessuno abboccherà.

Dapat 3 mesi fa su tio
X forza lo difende…. Chissà come si sono accordati tra tutti… altrimenti nessuno lavora più di questi e il gruppo non ha interesse ad avere cause di questo genere

Luigi Bianchi 3 mesi fa su tio
Risposta a Dapat
concordo puzza un po. anche se oggi giorno si fa giustizia sociale. e poi magari quella vera, analizzando le prove. non dico che sia questo il caso.l, ma succede spesso
NOTIZIE PIÙ LETTE