keystone-sda.ch / STF (YOAN VALAT)
Boom di prenotazioni per il vaccino dopo il discorso di Macron.
FRANCIA
13.07.2021 - 12:300

1,3 milioni di prenotazioni per il vaccino da ieri sera

È l'effetto delle nuove restrizioni per i non vaccinati annunciate dal presidente Macron

PARIGI - Circa 1,3 milioni di francesi hanno prenotato un appuntamento per ricevere il vaccino anti-coronavirus dopo il discorso alla nazione del presidente Emmanuel Macron di ieri sera.

Nelle ore successive all'annuncio che l'accesso a ristoranti, bar, centri commerciali e musei sarà riservato a coloro che possono presentare il certificato Covid-19, c'è stato un vero boom. Nella notte tra lunedì e martedì sono state circa 925mila le prenotazioni, alle quali si aggiungono le circa 400mila di questa mattina.

È un record assoluto per la piattaforma Doctolib, che per un breve lasso di tempo è andata offline a causa della grandissima quantità di accessi. Il direttore generale Stanislas Niox-Chateau ha dichiarato a RMC che ci sono stati 7,5 milioni di collegamenti nei primi minuti dopo l'allocuzione di Macron. «È due volte più del precedente record, datato 11 maggio». L'attesa per collegarsi ha raggiunto i dieci minuti lunedì sera, mentre ogni minuti sono stati fissati «20mila appuntamenti».

Macron, nel suo discorso atto a spronare i francesi a immunizzarsi, ha dichiarato: «Più ci vaccineremo, meno spazio lasceremo al virus». Aumenta quindi in Francia la pressione sui non vaccinati, così da evitare una nuova ondata dopo che la diffusione della variante Delta sta facendo aumentare il numero dei contagiati. Il personale sanitario e delle case di cura si dovrà obbligatoriamente vaccinare.

Chi sono i francesi che non si sono ancora vaccinati? Il 35% degli adulti non ha ancora ricevuto la prima dose, mentre la percentuale scende al 16% negli over 55. «È ancora troppo avere più del 5% della popolazione non vaccinata, soprattutto in questi gruppi ad alto rischio come gli over 50». Lo stesso vale anche per gli under 50 «che hanno fattori di rischio come obesità, diabete e ipertensione», ha dichiarato a BfmTv l'epidemiologo ginevrino Antoine Flahault.

Il 51,3% dei francesi ha ricevuto finora almeno la prima dose di vaccino, secondo le autorità sanitarie nazionali. Si tratta di poco meno di 36 milioni di persone. Il portavoce governativo Gabriel Attal stamattina ha precisato che «non c'è un obbligo vaccinale» ma «un'indicazione di massima».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 09:46:23 | 91.208.130.86