Cerca e trova immobili

ITALIAIl Papa abbraccia un israeliano e un palestinese: «Vogliono Pace»

18.05.24 - 12:01
A Verona per l'incontro "Arena di Pace", il pontefice ha rivolto un appello: «Dobbiamo fare qualcosa per far finire queste guerre».
keystone-sda.ch / STF (Gregorio Borgia)
Fonte ats ans
Il Papa abbraccia un israeliano e un palestinese: «Vogliono Pace»
A Verona per l'incontro "Arena di Pace", il pontefice ha rivolto un appello: «Dobbiamo fare qualcosa per far finire queste guerre».

VERONA - Papa Francesco, durante l'incontro "Arena di Pace" a Verona ha abbracciato l'israeliano Maoz Inon, al quale sono stati uccisi i genitori da Hamas il 7 ottobre, e il palestinese Aziz Sarah, al quale l'esercito israeliano ha ucciso il fratello.

I due, che sono ora amici e collaboratori, sono stati applauditi con una standing ovation.

"Credo che davanti alle sofferenze di questi due fratelli, che è la sofferenza di due popoli, non si può dire nulla", ha detto il Papa. "Loro hanno avuto il coraggio di abbracciarsi. E questo non solo è coraggio, è testimonianza di volere la pace, ma anche è un progetto di futuro, abbracciarsi".

Secondo il Pontefice, "ambedue hanno perso i familiari, la famiglia si è rotta per questa guerra. A che serve la guerra? Per favore facciamo un piccolo spazio di silenzio, perché non si può parlare troppo di questo, ma sentire, e guardando l'abbraccio di questi due dentro di sé si preghi si e prenda una decisione interiore per fare qualcosa per far finire queste guerre".

"Pensiamo ai bambini in questa guerra, in tante guerre, quale futuro avranno? - ha aggiunto - Mi vengono in mente i bambini ucraini che vengono a Roma: non sanno sorridere, i bambini nella guerra perdono il sorriso". "Pensiamo ai vecchi che hanno lavorato tutta la vita per portare avanti questi due paesi e penso alla loro sconfitta. Un sconfitta storica, una sconfitta di tutti noi - ha detto ancora -. Preghiamo per la pace e diciamo a questi due fratelli che portino questo desiderio nostro di lavorare per la pace al loro popolo. Grazie".

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Don Quijote 3 sett fa su tio
Finché quelli che organizzano le guerre non le combattono di persona, ci saranno sempre. Da una parte abbiamo politiche dispotiche e d'altra democrazie che fanno colazione allo stesso tavolo per interessi economici.
NOTIZIE PIÙ LETTE