Cerca e trova immobili

NORVEGIAI bus elettrici non partono, colpa del freddo

07.01.24 - 08:03
Accade a Oslo, capitale che ha scelto una mobilità green, ma non ha fatto i conti con le temperature
Ruter.no
Fonte Ansa
I bus elettrici non partono, colpa del freddo
Accade a Oslo, capitale che ha scelto una mobilità green, ma non ha fatto i conti con le temperature

Oslo, capitale norvegese, tra le soluzione per abbattere le missioni inquinanti ha adottato quella dei bus elettrici, presenti in misura massiccia. Peccato che questi, negli scorsi giorni, siano rimasti paralizzati dal freddo che sta imperversando in Scandinavia (le temperature sono scese anche 14 gradi sotto lo zero).

Di fatto è cosa nota che le batterie non sopportino il freddo e che questi possa influire sulla loro durata. Se a ciò si aggiunge la necessità di riscaldare i mezzi di trasporto (cosa che contribuisce anche per un terzo ai consumi della suddetta batteria), il gioco è presto fatto, tanto che si parla già di "paradosso dei bus elettrici".

Ciò che infatti è successo negli scorsi giorni è che circa 130 bus sono rimasti fermi a causa del gelo. La Ruter, compagnia che gestisce questo tipo di trasporto, ha ammesso di avere qualche problema con l'autonomia dei suoi veicoli, ma di averlo risolto modificando i turni di ricarica.

Resta il fatto che, a temperature simili, una batteria elettrica rischia di perdere quasi metà della sua autonomia ancora prima di partire. Al vaglio potrebbero esservi soluzioni per riscaldare l'aria nei depositi dei bus. Per farlo, però, occorrerebbero motori diesel. Una contraddizione che dimostra come il futuro totalmente green non sia ancora così vicino.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Roger1980 5 mesi fa su tio
Welcome to the future! Il 2035 è dietro l'angolo...

Cula 5 mesi fa su tio
Pensare che a Lugano c’erano i filobus tolti non si sa il perchè. Adesso comprano bus elettrici complimenti.O FURBETTI qualcuno ci ha guadagnato o fatto la TOMA.

bambinoalto 5 mesi fa su tio
sistema perdente, grazie verdi!

vulpus 5 mesi fa su tio
E i nostri professionisti del trasporto si sono buttati a corpo morto su questa tipologia di veicoli: elettrici solo i filobus. Il resto una chimera sia in inverno ,vedi sopra, che in estate (aria condizionata)

angelina 5 mesi fa su tio
chiamate Greta a spingerli.

Paolin’ 5 mesi fa su tio
Ancora una volta tanti accanimenti contro il pensiero verde. La moda delle auto elettriche non è dovuta allo spirito verde, bensì al teorema del merlo piccolo (TMP, in cui, come sempre è stato per certi possessori di auto, chi meno è dotato, più spende nella macchina). Tant’è vero che le auto elettriche in circolazione sono tutte di lusso, oltre che (molto spesso) ingombranti. Lo spirito ecologista, tuttalpiù, porta ad utilizzare più spesso i mezzi pubblici, a boicottare Easyjet per farsi un solo weekend a Barcellona e a non buttare i mozziconi per terra. Insomma, lo spirito verde punta alla civilizzazione. Ma c’è sempre un qualche hooligan delle destre becere e populiste, anziché costruire critiche che abbiano senso (e sull’auto elettrica ce ne sarebbero parecchie), si buttano a capofitto sulla denigrazione di chiunque abbia una riflessione diversa (verde, sociale, umanista, ecc). Probabilmente, il TMP potrebbe dare una chiave di lettura anche a questo fenomeno.

Voilà 5 mesi fa su tio
, Per riscaldare l'aria dei depositi, Prima del diesel, potrebbero pensare alla legna...

kappa7 5 mesi fa su tio
Notizia chiaramente sensazionalistica: I bus non partono: uno pensa che si guastano e invece semplicemente non li fanno partire perché hanno troppa poca autonomia, cosa nota a chiunque si sia un minimo informato e che l'azienda dei trasporti avrebbe dovuto preventivare... Siamo poi sicuri che un bus diesel parta senza problemi a -40°C?

vox_scriptum 5 mesi fa su tio
beh le notizie vanno verificate, il problema norvegese é che gli accumulatori elettrici, non bisogna consumarli sotto una soglia minima, specialmente per il freddo, purtroppo evidentemente le soglie minime del consumo d‘ energie, si sono consumate e non subito riempite, prima di scivere castronerie, ci s‘ informa, il solito catastrofismo, banale ed elementare, ma per favore….

fildefer 5 mesi fa su tio
Ma l’elettrico, non è il futuro? Che bufala. Speriamo che il disagio abbia colpito solo i verdi!

Pianeta Terra 5 mesi fa su tio
Risposta a fildefer
Ecologia solo a casa loro…. Per produrre le batterie se ne sbattono di cosa accade!!! L energia elettrica come la producono?

Voilà 5 mesi fa su tio
Risposta a Pianeta Terra
La Norvegia nel 2020 ha prodotto un record di 154 terawattora di elettricità, di cui circa il 90% dall'energia idroelettrica nei bacini arginati e lungo i fiumi, e il resto dai parchi eolici.

MorettoGoffredo 5 mesi fa su tio
Un grandissimo fail, come una grande percentuale di questa onda green. Ma perlomeno ci stanno provando, convertire quasi un secolo di uso massiccio di veicoli con endoreattore in veicoli elettrici non è una passeggiata. Pensate che agli albori dell'industria automobilistica, quando abbiamo abbandonato cavalli e carrozze non ci sono state svariate migliaia di problematiche? È con imprevisti come questo che la tecnologia utilizzata può migliorare. Poi ragazzi, pensate che le batterie per auto tradizionali non soffrano quelle temperature? Nei giorni scorsi si sono registrate temperature di -43 gradi... La benzina passa allo stato solido a circa -47.

Pianeta Terra 5 mesi fa su tio
Haha 😂 a piedi verdi!!!

Peter Parker 5 mesi fa su tio
L’ultimo paragrafo dovrebbero farle diventare un meme…….

Dannn 5 mesi fa su tio
Al nord d'elle alpi, a causa delle problematiche di queste auto elettriche in inverno, i possessori non le vogliono più e le mettono in vendita. E poca gente le vuole comperare. E una moda verde che si scioglie come la neve. Siamo 10 anni troppo presto.

Dex 5 mesi fa su tio
😂😂😂😂

Mao 5 mesi fa su tio
Ah i buon vecchi filobus.....

Hannoveraner 5 mesi fa su tio
Grazie Verdi

fugu 5 mesi fa su tio
Che banda da gnücc 😂
NOTIZIE PIÙ LETTE