Immobili
Veicoli
AFP
+1
ITALIA
04.10.2021 - 17:160
Aggiornamento : 17:31

Puigdemont, la Corte d'appello sospende l'estradizione

Prima di procedere, secondo i giudici, ci sono due problemi da risolvere

Il primo riguarda l'immunità, il secondo alcuni casi precedenti

SASSARI - «Sono molto contento».

Queste le uniche parole espresse dall'ex presidente catalano Carles Puigdemont all'uscita della Corte d'appello di Sassari, in seguito alla sospensione del procedimento di estradizione a suo carico. All'uscita dall'aula, il leader è stato accolto da un bagno di folla, tra compagni di partito e indipendentisti. 

«Riteniamo di aver ottenuto un risultato assolutamente positivo, la Corte ha accolto le conclusioni che sono state formulate dal pg e da me», ha commentato invece l'avvocato Agostinangelo Marras. Puigdemont ha lasciato il tribunale stretto tra gli abbracci dei suoi compagni di partito e l'ovazione degli indipendentisti sardi, corsi e baschi.

Carles Puigdemont, incalzato dai cronisti - in tanti giunti dalla Spagna - non ha aggiunto altro, rinviando l'appuntamento con la stampa alla conferenza programmata alle 18.30 ad Alghero.

«Anche la Corte ritiene che si debbano preliminarmente risolvere due problemi - ha invece spiegato l'avvocato Marras - il primo riguarda l'immunità, il secondo è legato al fatto che in casi analoghi la giustizia belga non ha voluto dare esecuzione nei confronti di altro indagato, discutendo sulla legittimità del giudice ad emettere il provvedimento». In entrambi i casi, «si dovrà decidere prima che riprenda il processo nei confronti del presidente Puigdemont», conclude il legale sassarese.

Nel frattempo, Puigdemont è libero di viaggiare come vuole, ha confermato Marras.

AFP
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 3 mesi fa su tio
In Francia Mitterand teneva in Patria assassini italiani, perché li considerava "prigionieri politici". Ne hanno ammazzato a decine e vallo a dire ai famigliari mio caro $ocialista ;-((
marco17 3 mesi fa su tio
Ben fatto! Mandare in prigione per anni una persona per aver organizzato una votazione referendaria è semplicemente rivoltante. Se avviene in Russia, tutti protestano ma se capita in uno Stato dell'UE allora stanno tutti zitti. Vergogna!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-23 19:13:44 | 91.208.130.87