Imago
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
Cina
1 ora
Gli sconosciuti che danno le caramelle ai bambini per spiarli
Un nuovo rapporto rivela le strategie di Pechino «per eliminare il dissenso»
ITALIA
4 ore
Fondazione Open, tra gli indagati c'è anche Matteo Renzi
La Procura di Firenze ha concluso le indagini sulla fondazione che ha sostenuto le idee politiche dell'ex Premier.
Afghanistan
5 ore
Figli ceduti ai creditori per sanare i debiti: la povertà in Afghanistan
Il racconto di una madre disperata: «Se la vita continuerà a essere così orribile, ucciderò i miei figli e me stessa»
LE FOTO
SPAGNA
6 ore
Quei cani ostaggio della lava e la missione con un drone per salvarli
L'obbiettivo è acciuffarli con un drone dotato di una larga rete e trasportarli al sicuro, ma le insidie sono diverse
REGNO UNITO
6 ore
C'è un'altra variante "Delta Plus" sotto la lente
La sua prevalenza è in crescita nel Regno Unito ma per ora non desta preoccupazione. Più contagiosa? «Forse del 10-15%».
GERMANIA
6 ore
Governo "semaforo", le trattative al via giovedì?
A capo dell'esecutivo, nel ruolo di primo cancelliere del dopo Merkel, ci sarà probabilmente Olaf Scholz
ITALIA
8 ore
Senatrice in aula senza Green Pass: «Mi rifiuto». Stop alla seduta
Sospesi i lavori in senato in seguito al caso di Laura Granato, per cui è stata convocata una riunione d'urgenza
Germania
8 ore
«Chi va a letto con il capo ottiene un lavoro migliore»
Un'inchiesta del New York Times scoperchia il quotidiano tedesco Bild: «una cultura di sesso, giornalismo e denaro»
UNIONE EUROPEA
10 ore
«Un ricatto inaccettabile per chi, come noi, ha combattuto il Terzo Reich»
Toni molto accesi oggi al Parlamento europeo, dove si rinnova lo scontro sulla sovranità fra Ue e Polonia
STATI UNITI
11 ore
Condannata per un aborto spontaneo
La donna è stata condannata a quattro anni di prigione per omicidio colposo.
Haiti
11 ore
17 milioni per i 17 americani rapiti
Tra le vittime del rapimento, anche cinque bambini. Il più piccolo ha due anni
AUSTRALIA
12 ore
Bambina di quattro anni scompare durante un campeggio
I genitori hanno lanciato l'allarme al risveglio, quando non l'hanno trovata nella tenda
STATI UNITI
12 ore
La morte di Powell fa il pieno ai "no vax"
L'ex Segretario di Stato americano è morto per complicazioni da Covid-19. Una prova che il vaccino non funziona? No.
STATI UNITI
14 ore
Quelle email inappropriate che Bill Gates mandava a una dipendente
Lo scambio datato 2008 getta nuova luce sulle sue dimissioni, avvenute forse sotto pressione di Microsoft stessa
LE FOTO
ISRAELE
14 ore
Quel che resta di una crociata... 900 anni dopo
Interessante reperto vicino alla cittadina israeliana di Haifa, verrà ora restaurata ed esposta
STATI UNITI
15 ore
La statua di Jefferson rimossa dalla Sala del Consiglio di New York
Lo ha deciso il Consiglio che ha approvato all'unanimità la proposta di una giunta di consiglieri di colore
COREA DEL NORD
17 ore
La Corea del Nord ha lanciato un missile in direzione del Giappone
L'arma balistica è stata sparata questa mattina all'alba e si è inabissata nel Mar Orientale senza fare danni
MONDO
27.09.2021 - 06:000

I bambini di oggi vivranno eventi meteo «fino a 7 volte più forti»

Ci saranno più inondazioni, più siccità, più ondate di calore. È l'avvertimento di uno studio internazionale

Per gli autori, è quindi fondamentale «ridurre in modo drastico» le emissioni, per ridurre l'impatto sulle nuove generazioni

BRUXELLES - I bambini di oggi dovranno affrontare in futuro eventi climatici estremi molto più intensi rispetto a quelli attuali, soprattutto nei paesi più poveri. Con le attuali politiche climatiche, i neonati di tutto il mondo sperimenteranno in media ondate di calore sette volte più torride durante la loro vita rispetto ai loro nonni, il doppio degli incendi rispetto alle persone nate 60 anni fa, 2,6 volte più siccità, 2,8 volte il numero di inondazioni dei fiumi, e quasi il triplo di raccolti mancati. È quanto emerge da uno studio internazionale pubblicato su "Science".

Quest'analisi è la prima del suo genere, che collega scienza del clima e demografia e quantifica l'esposizione nel corso della vita agli eventi meteo estremi. Per svilupparla i ricercatori della Vrije Universiteit Brussel hanno preso una raccolta di proiezioni dell'impatto climatico multi-modello dal progetto Isimip (Inter-Sectoral Impact Model Intercomparison Project) basato sul lavoro di dozzine di gruppi di ricerca in tutto il mondo.

Gli scienziati hanno calcolato l'esposizione nel corso della vita per ogni generazione nata tra il 1960 e il 2020, per ogni paese del mondo e per ogni scenario di riscaldamento globale tra 1 e 3,5 gradi di aumento secondo gli attuali impegni di riduzione di emissioni di gas a effetto serra da parte dei governi rispetto al periodo preindustriale. Impegni che saranno al centro del prossimo vertice mondiale sul clima Cop26 a Glasgow in novembre.

Paesi a basso reddito più colpiti
Con +3 gradi di riscaldamento globale, un bambino che ha 6 anni nel 2020 sperimenterà il doppio di incendi e cicloni tropicali, 3 volte più inondazioni fluviali, 4 volte più mancati raccolti, 5 volte più siccità e 36 volte più ondate di calore rispetto a una persona che vive in condizioni climatiche preindustriali. In uno scenario di riscaldamento di 3,5 gradi, i bambini nati nel 2020 sperimenteranno 44 volte più ondate di calore.

A pagare di più saranno le giovani generazioni nei paesi a basso reddito, sottolinea lo studio accompagnato da un rapporto curato dall'organizzazione non governativa Save The Children: mentre 53 milioni di bambini nati in Europa e in Asia centrale dal 2016 sperimenteranno circa quattro volte più eventi estremi secondo gli impegni climatici attuali, 172 milioni di bambini della stessa età nell'Africa sub-sahariana affronteranno un aumento di quasi sei volte nell'esposizione a eventi estremi nel corso della vita, e persino 50 volte più ondate di calore, aggiungono gli scienziati.

«Drastiche riduzioni necessarie»
«I nostri risultati evidenziano una grave minaccia per la sicurezza delle giovani generazioni e richiedono drastiche riduzioni delle emissioni per salvaguardare il loro futuro», afferma l'autore principale dello studio, il climatologo Wim Thiery della Vrije Universiteit Brussel avvertendo che i loro calcoli potrebbero sottovalutare gli aumenti effettivi.

Per quanto riguarda la siccità, le ondate di calore, lo straripamento dei fiumi e i mancati raccolti, oggi le persone con meno di 40 anni vivranno quella che i ricercatori chiamano «una vita senza precedenti». Tuttavia, questo rischio climatico «dei nostri figli si può ridurre se limitiamo il riscaldamento globale a 1,5 gradi centigradi eliminando gradualmente l'uso di combustibili fossili», afferma Katja Frieler che coordina l'Isimip ed è uno dei principali scienziati del Potsdam Institute for Climate Impact Research e coautore dello studio.

Con +1,5 gradi di aumento della temperatura media globale, «ridurremo la potenziale esposizione dei giovani a eventi estremi in media del 24% a livello globale; per il Nord America del 26%, per Europa e Asia centrale del 28% e in Medio Oriente e Nord Africa anche del 39%» rileva la Frieler.

In uno scenario di politiche climatiche insufficienti, spiega il Potsdam Institute for Climate Impact Research, «ondate di caldo pericolose che colpiscono oggi il 15% della superficie terrestre globale potrebbero aumentare fino al 46%, quindi triplicare entro la fine del secolo. Tuttavia, limitare il riscaldamento a 1,5 gradi, che è l'ambizione dell'accordo sul clima di Parigi firmato da quasi tutti i paesi del mondo, ridurrebbe la superficie interessata al 22%».

«I nostri risultati sottolineano l'assoluta importanza dell'Accordo di Parigi per proteggere le giovani generazioni in tutto il mondo», conclude Thiery.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 3 sett fa su tio
La terra è un pianeta vivo ed è conseguenza logica che ci siano dei cambiamenti ai quali l'uomo non potrà mai e poi mai modificare. Se questo studio fosse stato serio , avrebbe dovuto prendere in considerazione anche quello che hanno passato i popoli al tempo delle glaciazioni e dei grandi cambiamenti avvenuti nei tempi. Smettiamola con questo catastrofismo inutile e distruttivo: tutti ragliano ma non c'è nessuno che sappia proporre delle misure che possano effettivamente influire sull'evoluzione del clima. Son tutte strategie dal gioco del monopoli: imporre tasse e balzelli, obbligare a costruire con misure di costruzione assurde, che non fanno che portare soldi a chi costruisce , ma niente al clima. Si vuole veramente fare qualcosa? Abbiamo il coraggio di tirare il freno a mano e fare retrocessione al sistema di vita di 50 anni fa? Si? Ebbene allora avremo dei miglioramenti. Per il resto solo fanfaluche.
skypuma 3 sett fa su tio
Fin quando non si deciderà, a livello mondiale, una forte riduzione demografica, ogni altra soluzione da sola non servirà a nulla!
Tato50 3 sett fa su tio
I paesi "ricchi" aiutino quelli in miseria, ma non solo mandando soldi perché se li pappa un qualche Presidente, ma andando direttamente sul posto e seguire quello che fanno con i soldi che gli arrivano !!
Moga 3 sett fa su tio
È dagli anni '70 che la menano con i cambiamenti climatici che ci uccideranno tutti ma intanto siamo diventati 8 miliardi
Dalu 3 sett fa su tio
Ma gli 11 che hanno messo la faccina che ride? Che bella società siamo diventati, ce ne freghiamo del futuro dei nostri figli a favore di una vita spensierata oggi… complimenti!
Mattiatr 3 sett fa su tio
@Dalu Immagino che faccia ridere la reazione dei vari stati. Per esempio si parla solo di auto elettriche, d'isolazioni e di tasse, però hai sentito qualcuno parlare di un eventuale aggiornamento dell'opac o altre ordinanze coinvolgenti il territorio?
Giuggiola83 3 sett fa su tio
@Dalu credo che quelle faccine siano da intendersi più come a non credere alle parole di questo articolo...non per prendere in giro il futuro dei nostri figli, non credo possa esserci gente così messa male.... boh. io comunque non l'ho letto sennò mi viene l'ansia ...
Suissefarmer 3 sett fa su tio
@Dalu https://youtu.be/n6RhmwnyK9k io ci provo
Dani 3 sett fa su tio
Questa è l'eredità della nostra e generazioni precedenti che anche a volte per necessità hanno è abbiamo trattato la nostra madre Terra come una pattumiera e guardate che l'energia elettrica non può essere la panacea di tutto...
Giuggiola83 3 sett fa su tio
@Dani che poi quando mi sono interessata ad un auto elettrica per questioni climatiche mi è stato detto che lo smaltimento delle batterie ha un impatto ambientale praticamente uguale all'uso della benzina .. boh
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-20 00:54:16 | 91.208.130.86