keystone-sda.ch (Tino Romano)
Gabriele Tadini.
ITALIA
30.05.2021 - 08:260
Aggiornamento : 10:15

Tragedia del Mottarone: due dei tre fermati tornano liberi

Solo il Caposervizio della funivia, Gabriele Tadini, rimarrà ai domiciliari

È quanto ha deciso il giudice per le indagini preliminari di Verbania

VERBANIA - Va ai domiciliari il caposervizio della funivia del Mottarone, Gabriele Tadini, e tornano liberi Luigi Nerini, il gestore dell'impianto, e Enrico Perocchio, direttore di esercizio. Lo ha deciso il giudice per le indagini preliminari (gip) di Verbania Donatella Banci Buonamici.

I tre erano stati fermati nella notte tra martedì e mercoledì, per l'incidente che domenica scorsa ha causato 14 morti. 

La decisione del gip è stata letta ai legali dei tre e al procuratore, Olimpia Bossi, nel carcere di Verbania. Dopo tre giorni, dunque, escono dal carcere tutti e tre i fermati.

A quanto si può dire al momento, per il giudice i domiciliari sono sufficienti come esigenza cauterale per Tadini, che ha ammesso l'uso del forchettone, mentre è probabile che per gli altri due, che hanno invece negato di sapere del blocco del freno d'emergenza, non ci sono elementi probatori sufficienti per la misura cautelare.

A pesare sono state in particolare le dichiarazioni dei dipendenti della funivia del Mottarone, da cui «appare evidente il contenuto fortemente accusatorio nei confronti del Tadini», perché «tutti concordemente hanno dichiarato che la decisione di mantenere i ceppi era stata sua, mentre nessuno ha parlato del gestore o del direttore di servizio».

Hanno avuto luogo ieri, lo ricordiamo, gli interrogatori dei tre uomini. Le dichiarazioni di Tadini sono consultabili cliccando qui, quelle di Perocchio a questo link, e quelle di Nerini cliccando qui.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Gus 6 mesi fa su tio
Così va la giustizia in Italia. Come se non fosse morto nessuno. La vita di 14 persone vale 3-4 notti in carcere!
aleddgg 6 mesi fa su tio
In pratica 2 liberi e uno condannato a star stravaccato a casa, in questo periodo poi di festa mamma mia che difficoltà a starci che avrà...
Genchi 67 6 mesi fa su tio
È vero lei non è un delinquente ,ma siete in tre e forse di più.Avete rovinato famiglie e creato dolore che non passerà mai e la cosa più triste che negate ancora.Siete “persone” che non meritano nulla ,solo di restare in carcere a vita e non continuo con quello che vorrei dire,altrimenti tio come al solito non pubblica i commenti di chi dice le cose come stanno.Caro tio siamo in un paese democratico e quindi abbiamo il diritto di esprimere le nostre idee e opinioni,senza offendere nessuno.
Booble63 6 mesi fa su tio
Poi magari mettono in galera chi ruba una mela.. non c’è proprio giustizia in Italia..
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-09 01:20:40 | 91.208.130.85