Immobili
Veicoli

RUSSIASan Marino diventa lo "spot" del vaccino Sputnik

10.05.21 - 17:43
Nove vaccinati su dieci nell'enclave, che ormai conta pochi casi attivi, hanno ricevuto il siero russo.
Reuters
San Marino diventa lo "spot" del vaccino Sputnik
Nove vaccinati su dieci nell'enclave, che ormai conta pochi casi attivi, hanno ricevuto il siero russo.
Kirill Dmitriev, Ceo del fondo russo per gli investimenti diretti: «È la prima nazione in Europa ad aver sconfitto il Covid». E ora «siamo pronti a fornire 100 milioni di dosi all'Ue tra giugno e agosto».

MOSCA - La piccola Repubblica di San Marino è divenuta il manifesto del «successo» del vaccino russo Sputnik V, che ha aiutato l'enclave a diventare «la prima nazione in Europa ad aver sconfitto il Covid». Parole che si leggono nel titolo del comunicato pubblicato oggi dal Fondo russo per gli investimenti diretti.

Cifre alla mano, San Marino - che ospita nei suoi confini circa 34mila abitanti - ha fronteggiato tra la fine di ottobre e gli inizi di aprile una seconda ondata di casi altalenante, arrivando a contare un massimo (era il 2 aprile scorso) di 525 contagi attivi. Quella cifra, stando ai dati attuali delle autorità sanitarie locali, si è ridotta a sole 25 infezioni, che da settimane non superano giornalmente la doppia cifra.

L'ultimo decesso legato al Covid-19 (il 90esimo) risale a due settimane fa e un solo paziente si trova ricoverato in ospedale, al punto che - sottolinea il Fondo russo - «San Marino ha chiuso il reparto ospedaliero dedicato al trattamento dei pazienti contagiati dal coronavirus». Un quadro che - considerando che tre quarti della popolazione circa (74%) sopra i 16 anni nell'enclave ha ricevuto almeno una dose di vaccino (e in 9 casi su 10 si trattava dello Sputnik) - dimostra l'efficacia del siero «contro il ceppo britannico», che è al momento la variante dominante nella penisola italiana.

«Non è propaganda. Siamo pronti per l'Ue»
San Marino «sta tornando alla normalità e rimettendo in sesto le proprie attività economiche. E dato il successo della campagna vaccinale, il Fondo russo per gli investimenti diretti è pronto a fornire scorte supplementari» in un'ottica di «turismo vaccinale», ha affermato il Ceo del Fondo, Kirill Dmitriev, che - in un incontro con la stampa - ha voluto rispedire al mittente le voci che descrivono lo Sputnik come un'operazione di propaganda. E a tal proposito, ha aggiunto che per domani è in agenda l'inizio dell'ispezioni previste dall'Agenzia europea per i medicinali (Ema) nei centri di produzione del vaccino.

L'iter di valutazione per l'omologazione proseguirà poi durante il resto del mese di maggio e per il trimestre estivo, ovvero a partire da giugno, il Fondo russo si dice pronto a fornire cento milioni di dosi del preparato all'Unione europea.

COMMENTI
 
Heinz 1 anno fa su tio
San Marino non è una enclave.
seo56 1 anno fa su tio
Bella roba!! Bisogna boicottare tutto ciò che è russo!!!!
Ro 1 anno fa su tio
Almeno in Europa qualcuno ha preso coscienza che il muro di Berlino è stato abbattuto nel 1989.
seo56 1 anno fa su tio
No comment
Heinz 1 anno fa su tio
Se sei disposto ad usare su di te un prodotto di cui non è dato sapere molto e ogni studio critico è rigettato dal Cremlino... fai pure.
Ro 1 anno fa su tio
Non c’è più l’U.R.S.S ma la Russia con i suoi difetti ma anche pregi. Non mi colloco ne a destra se non per la giustizia e a sinistra per la socialità. Il fatto sta che chi va per il mondo a fare guerre siamo noi occidentali che crediamo di essere migliori, ma poi alla fine ce ne andiamo e lasciamo ad esempio, l’Afghanistan in balia dei terroristi. Questo è accaduto anche in Libia, in Iraq. Guerre assurde senza senso. Se dovessi scegliere Astrazeneca, J& J e il vaccino russo avrei scelto quello russo. Non vedo nella Russia un pericolo ma un alleato contro l’avanzata della Cina economicamente su tutto il globo. E se proprio devo dirla tutta a me Putin piace perché non tentenna sui terroristi. Giusto o sbagliato che sia la vedo così.
Heinz 1 anno fa su tio
Rimaniamo sul vaccino russo: La Slovachia ha scoperto lotti non conformi ed in Brasile ci sononstati altri broblemi che non mi allungo a spiegare: l'agenzia russa al posto di considerare il problema parla di disinformazione anti-russa. Non mi fido, non c'è trasparenza. I russi stessi non si vaccinano per mancanza di fiducia.
NOTIZIE PIÙ LETTE